Al Wojtyla un gioiellino della Nuova Itri

NON e’ il secondo posto in classifica della prima squadra l’unico motivo di entusiasmo in casa Nuova Itri. All’interno dell’entourage biancoazzurro, infatti, c’è grandissima soddisfazione per la convocazione di Giorgio Russo, promettente esterno difensivo classe ’94, con la squadra Juniores della Rappresentativa Regionale del Lazio, impegnata nella settima edizione del «Torneo Karol Wojtyla», manifestazione di 

Leggi tutto

NON e’ il secondo posto in classifica della prima squadra l’unico motivo di entusiasmo in casa Nuova Itri. All’interno dell’entourage biancoazzurro, infatti, c’è grandissima soddisfazione per la convocazione di Giorgio Russo, promettente esterno difensivo classe ’94, con la squadra Juniores della Rappresentativa Regionale del Lazio, impegnata nella settima edizione del «Torneo Karol Wojtyla», manifestazione di calcio internazionale giovanile organizzato dall’Assessorato allo Sport e al Turismo e alle Politiche Giovanili della Provincia di Roma e dal Comitato Regionale Lazio della Lega Nazionale Dilettanti, col sostegno del CONI, della F.I.G.C. e della Lega Serie A. Il torneo, cui partecipano otto squadre Primavera – le altre sette sono Roma, Lazio, Hajduk Spalato, Napoli, Udinese, Sturm Graz e Rijeka – suddivise in due raggruppamenti da quattro, è cominciato lunedì scorso e chiuderà i battenti con la finalissima di dopodomani.
Giorgio Russo, unico tesserato di una squadra del capoluogo pontino ad essere stato chiamato dal cittì Maurizio Rossi, è partito subito titolare nello sfortunato esordio della Rappresentativa di lunedì scorso, quando è stata sconfitta per 4-1 dalla Lazio all’impianto «Aristide Paglialunga» di Fregene. Non è andata meglio neanche nella giornata di ieri quando Russo è stato schierato ancora una volta dal primo minuto – e come nella prima partita sostituito al 55’ – contro l’Hajduk Spalato, che però alla fine si è imposto per 2-1. Alle 11 di questa mattina Russo e la Rappresentativa disputeranno la terza ed ultima gara della fase a gironi contro la squadra Primavera della Roma.

Simone D’Arpino

Lascia un commento