Reali ferma la capolista, Marzullo rialza il Formia

IL «nuovo» Terracina post-mercato di riparazione supera al Colavolpe 1-0 la capolista Vigor Cisterna (il successo mancava da circa due mesi) grazie a una rete del bomber Reali che non poteva immaginare debutto migliore con la maglia dei tigrotti (con lui hanno timbrato il cartellino per la prima volta anche Cavaliere, Antonini e Venerelli, preferito 

Leggi tutto

IL «nuovo» Terracina post-mercato di riparazione supera al Colavolpe 1-0 la capolista Vigor Cisterna (il successo mancava da circa due mesi) grazie a una rete del bomber Reali che non poteva immaginare debutto migliore con la maglia dei tigrotti (con lui hanno timbrato il cartellino per la prima volta anche Cavaliere, Antonini e Venerelli, preferito a Matteo).

LA GARA – Il derby della quindicesima giornata d’andata del girone B di Eccellenza si apre con i biancocelesti di casa, determinati e concentrati, a fare la partita e il Cisterna a rintuzzare. Al 15’, però, sono proprio i ragazzi di Greco a sciupare una ghiotta occasione: Giacani è bravo ad eludere il fuorigioco, a saltare Cuomo in uscita ma qui arriva lo strepitoso recupero di Cavaliere che salva la porta sguarnita. Passata la paura, due minuti dopo il Terracina passa in vantaggio: guizzo di Minieri sul vertice alto di destra dell’area di Assogna, diagonale che colpisce il palo più lontano e sfera che carambola sui piedi di Reali che, ben appostato, non deve fare altro che controllare e insaccare. Al 26’, sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti, un colpo di testa in area di Mariti impegna Cuomo. Quattro minuti più tardi il Terracina ha una doppia chance per il raddoppio: ancora un diagonale preciso e potente di Minieri respinto da Assogna e, recuperata la sfera a metà campo, spunto di Reali che elude il fuorigioco del Cisterna, salta con un pallonetto il portiere in uscita fuori area ma qui è più bravo di lui Latini ad arrivare sul pallone prima dell’attaccante salvando la propria porta. Al 36’ miracolo dell’estremo difensore ospite su colpo di testa ravvicinato di Festa. Al 41’ è Antonini a sfiorare il gol con una punizione che fa la barba al palo. Allo scadere bello lo scambio nello spazio stretto tra La Cava e Reali, con l’attaccante che non può imprimere forza nel tiro e consegna il pallone ad Assogna.

SECONDO TEMPO – La ripresa? Fa registrare un preoccupante calo da parte dell’undici di Germano. Già dopo soli tre minuti, infatti, arrivano in serie due calci d’angolo che impensieriscono Cuomo, sempre attento tra i pali. Al 51’ è Mariti a cercare di sorprenderlo ma il suo destro, da posizione leggermente defilata sulla destra dell’area di rigore, termina alto sulla traversa. Poi Venerelli prova a scuotere i suoi compagni con un’azione insistita lungo la fascia destra e conclusa con un diagonale improvviso e respinto da Assogna ben appostato sul suo palo. La Vigor spinge sull’acceleratore e con Bellucci riesce a sfondare centralmente: passaggio a Troisi ma la conclusione di quest’ultimo è poco convinta e si spegne sul fondo. All’88’ Reali ha la possibilità di chiudere il match su contropiede: gli avversari sono sbilanciati in avanti e il centravanti del Terracina, visto Assognafuori dai pali, lascia partire un tiro calibrato da metà campo che esce di pochissimo a lato. Al 93’ i tigrotti non riescono a sfruttare la superiorità numerica, arrivata un paio di minuti prima per l’espulsione di Anselmi, perché Antonini, solo davanti al portiere e ben servito da Reali, si fa respingere in angolo la conclusione.

FORMIA SI RIALZA CON IL MAGO – Il Formia rialza la testa. Dopo due pareggi e una sconfitta, la formazione biancoazzurra ritrova la vittoria in campionato, facendo suo il derby in casa del Borgo Podgora. Un trionfo importante anche in virtù della contemporanea sconfitta della capolista Vigor Cisterna. I tirrenici restano stabili al terzo posto, alle spalle del San Cesareo, ma recuperano tre punti sulla vetta della classifica. Campionato che si mantiene, quindi, più aperto che mai. Davide Palladino lancia dal primo minuto Flavio Marzullo in coppia con Liccardi, al rientro dopo due giornate di squalifica. Gara per niente facile per le due compagini pontine, mosse entrambe dalla necessità assoluta di portare a casa i tre punti anche se per obiettivi diversi. Poche le occasioni nella prima frazione di gioco. Ci prova prima il Podgora con Pestrin, che al 16’ tenta la conclusione direttamente su calcio di punizione, mandando il pallone di poco a lato. Risponde il Formia al 19’ con Liccardi, che a due passi dalla porta manda fuori il pallone del vantaggio a Ramiccia battuto. Al 35’ arriva l’episodio chiave della partita: Martellacci, già ammonito, rimedia il secondo cartellino giallo e lascia quindi il Podgora in dieci uomini, con più di un tempo ancora da giocare. La compagine borghigiana, però, non sembra avere alcuna intenzione di rendere al Formia la vita facile e continua a lottare su ogni pallone.

LA RIPRESA – La ripresa si apre ancora con un’occasione per Liccardi, che manda ancora a lato. Al 3’ ci prova Giuffrida con un destro al volo che costringe Salemme alla deviazione. Il gol partita arriva al 18’ e lo firma Flavio Marzullo, il colpo di mercato che il patron Aldo Zangrillo ha voluto regalarsi e regalare ai tifosi. E’ il 18’ della ripresa, Marzullo riceve un gran pallone sulla trequarti, si infila in area di rigore e con un tocco morbido batte Ramiccia, che può solo chinarsi a raccogliere. La palla del raddoppio capita sui piedi di Di Franco, che però non riesce a indirizzarla in rete. Nonostante lo svantaggio di un gol e di un uomo, la formazione di mister Paloni prova a reagire, senza però creare grossi grattacapi dalle parti di Salemme. Nel prossimo turno i tirrenici ospiteranno il Colleferro, mentre i borghigiani saranno di scena in casa della Vis Artena.

Gabriele Mancini e Alessandra Stefanelli

I TABELLINI

TERRACINA – VIGOR CISTERNA 1-0
Terracina: Cuomo, Drogheo, Serapiglia, Festa, Cavaliere, Altobelli, Minieri, Antonini, Reali, La Cava (90’ Bove), Venerelli (64’ Borelli). A disp.: Petriglia, Fiorini, Percoco, Grossi, Matteo. All.: Germano
Vigor Cisterna: Assogna, Paglia, Toto, Travaglione, Magni (85’ Anselmi), Latini, Frattarelli, Salvini (54’ Cerlo), Giacani, Mariti (63’ Bellucci), Troisi. A disp.: Leone, Di Girolamo, Rossi, Morelli. All.: Greco
Arbitro: Volpi di Arezzo
Marcatori: 17’ Reali
Note: espulso Anselmi al 90’; ammoniti Magni, Travaglione, Latini, Altobelli, Antonini

BORGO PODGORA-FORMIA 0 – 1
Borgo Podgora: Ramiccia, Pacchiarotti, Verdini, Pestrin, Seppani, Sossai (20’ st Onorato), Costigliola, Martellacci, Cirelli (38’ st Ciarla), Giuffrida, Cifra. A disp.: Paoletti, Bertassello, Di Maggio, Di Chiara, Biondo. All. Paloni.
Formia: Salemme, Bernisi, Iannitti, Vitale, Di Franco, Stellato, Gioiello (13’ st Cacace), De Santis, Mariniello (28’ st Valente) , Marzullo, Liccardi. A disp.: D’Alessio, Borrino, Lavalle, Volpe, Fiorillo. All. Palladino.
Arbitro: D’Ambrogio di Frosinone. Assistenti: Assante e Cocco di Frosinone
Marcatori: 18’ st Marzullo
Note: Espulso Martellacci al 35’ pt per somma di ammonizioni. Allontanato dalla panchina Borrino al 22’ pt per proteste. Ammoniti Di Franco, De Santis, Stellato, Bernisi, Pestrin, Pacchiarotti. Recuperi 2’ e 4’.

Lascia un commento