Il Latina non gira in trasferta

Non riesce a dare continuità ai risultati in trasferta il Latina di mister Marco Ghirotto. I nerazzurri giocano bene un tempo in casa della Cremonese, poi, poco prima del riposo, il gol che spezza le gambe seguito da un secondo nella ripresa che ha di fatto reso impossibile la speranza di rimonta. Finisce 2-0 per 

Leggi tutto

Non riesce a dare continuità ai risultati in trasferta il Latina di mister Marco Ghirotto. I nerazzurri giocano bene un tempo in casa della Cremonese, poi, poco prima del riposo, il gol che spezza le gambe seguito da un secondo nella ripresa che ha di fatto reso impossibile la speranza di rimonta. Finisce 2-0 per i più quotati grigiorossi, con Ghirotto che ha poco da rimproverare ai suoi viste le tantissime assenze anche se probabilmente qualche scelta diversa (come Tortori titolare) poteva essere fatta.

LE SCELTE – Ghirotto manda in campo un Latina disposto con il 4-3-3 formato da una difesa con Martinuzzi tra i pali e la linea dei quattro composta da Gasperini e Maggiolini ai lati della coppia Farina-Cafiero; in mediana ci sono Matute (centro) con Berardi (interno destro) e Giannusa (interno sinistro), in avanti Bernardo fiancheggiato da Carta (destra) e Fossati (sinistra). Brevi, dal canto suo, recupera Polenghi e Fietta e si affida al suo marchio di fabbrica: il 4-3-3 con Alfonso tra i pali e una difesa composta da dalla coppia centrale Minelli-Rigione, con Polenghi e Sales esterni; a centrocampo Pestrin fiancheggiato da Fietta (destra) e Dettori (sinistra), mentre in avanti l’allenatore ex Como si affida al tridente Samb-Musetti-Le Noci.

LA CRONACA – Dopo 60 secondi arriva la prima parata di Martinuzzi: il portiere nerazzurro è attento sul fendente di Dettori. I primi minuti sono di marca grigiorossa, poi dal 10’ la gara entra in una fase di equilibrio: all’11’ Berardi, su invito di Maggiolini, non aggancia a due metri dalla linea di porta, mentre al 14’ Fietta sfiora il palo con un destro dal limite. Al 20’ Ghirotto perde Giannusa, costretto ad uscire a causa di un problema muscolare, e getta nella mischia Tortori: l’attaccante romano si piazza alto a sinistra, mentre come interno viene retrocesso Fossati, che torna così a giocare nel suo ruolo naturale. L’ingresso di Tortori, per caratteristiche tecniche dotato di un maggior peso offensivo rispetto a Fossati e Giannusa, mette in crisi la Cremonese: per dieci minuti c’è solo il Latina in campo, e proprio dalla corsia sinistra sull’asse Maggiolini-Tortori arrivano i maggiori pericoli per la formazione grigiorossa. L’occasione più grossa dei nerazzurri la crea proprio Tortori che fa arrivare la palla a Bernardo: l’attaccante di Erice carica il sinistro e Alfonso, costretto al miracolo, si salva in angolo. La spinta nerazzurra si esaurisce al 35’, quando si rivede la Cremonese che al secondo tentativo, prima era stato attento Martinuzzi su Musetti, passa in vantaggio: è il 40’ quando Fietta prolunga il calcio di punizione di Dettori, l’assist del capitano grigiorosso pesca Minelli sul secondo palo che, lasciato libero di incornare indisturbato, può battere Martinuzzi e firmare l’1-0, punteggio che chiude il primo tempo.

LA RIPRESA – Nella ripresa il Latina prova a dare più ritmo alla sua manovra, la Cremonese cerca di arginare sul nascere le sortite in avanti dei nerazzurri e resta pimpante come nella parte finale del primo tempo: la gara si mantiene viva con il Latina che cerca di fare la partita ma senza riuscire ad affondare. Al 9’, allora, Ghirotto getta nella mischia anche Pagliaroli che entra al posto di Carta. Al 13’ Tortori si guadagna un calcio di punizione da buona posizione: il destro di Fossati passa sopra la barriera e termina tra le braccia di Alfonso. Al 14’ i nerazzurri regalano una ripartenza alla Cremonese e, sul destro a botta sicura di Samb, Martinuzzi compie un autentico miracolo e mantiene in vita il Latina. Al 20’ Brevi richiama Musetti e lo sostituisce con Mizzetto: il neo entrato si schiera a destra, mentre la punta centrale diventa Samb. Il Latina ci mette tanta volontà, ma la Cremonese non molla di un centimetro. Al 26’ il direttore di gara grazia Samb che, già ammonito, si fa sorprendere in un fallo di mano volontario: secondo regolamento il colored grigiorosso andrebbe espulso per doppio giallo, ma il signor Cifelli non è di questo avviso. Un minuto dopo il Latina va vicinissimo al pareggio: sulla punizione di Maggiolini arriva Pagliaroli che col tacco non riesce ad angolare e Alfonso si ritrova la palla tra le braccia. Al 30’ sono i padroni di casa a sfiorare il raddoppio: il palo salva Martinuzzi sul bolide di Mizzetto. Un minuto dopo, però, i nerazzurri incassano la seconda rete: Mizzetto se ne va sulla destra, crossa in mezzo e trova l’incornata vincente di Fietta, che anticipa tutti e firma il 2-0. Al 36’ i nerazzurri restano in dieci per l’espulsione di Cafiero: il difensore entra duro su Pestrin e si becca il rosso diretto, con la panchina dei pontini che protesta per una manata in faccia a Pagliaroli da parte di Sales, non ravvisata dall’arbitro. Poi non succede più nulla; Brevi cambia Le Noci con Semenzato e, dopo 4’ di recupero, allo Zini termina 2-0.

IL TABELLINO

CREMONESE-LATINA 2-0
Cremonese: Alfonso, Polenghi, Sales, Minelli, Rigione, Pestrin, Samb (29’ st Bocalon), Fietta, Musetti (20’ st Mizzetto), Dettori, Le Noci (45’ st Semenzato). A disp.: Bianchi, Riva, Tacchinardi, Rabito. All.: Brevi
Latina: Martinuzzi, Gasperini, Maggiolini, Carta (9’ st Pagliaroli), Cafiero, Farina, Matute, Berardi, Bernardo, Giannusa (20’ Tortori), Fossati. A disp.: Costantino, Agius, Merito, Babù, Violante. All.: Ghirotto
Arbitro: Cifelli di Matera. Assistenti: Grillo di Molfetta e Di Salvo di Barletta
Marcatori: 40’ Minelli, 31’ st Fietta
Note – Ammoniti: Samb, Sales, Pagliaroli, Farina, Pestrin. Espulsi: 36’ st Cafiero

Lascia un commento