Al Nalli non mancano le emozioni

Succede di tutto all’«Adolfo Nalli» di Bella Farnia. Quattro gol, quattro espulsi ed emozioni a non finire nel match di alta classifica tra i padroni di casa e Monte San Biagio. Finisce 2-2 con il Bella Farnia che tornano a far punti dopo la sconfitta-beffa in casa dell’Hermada, mentre i monticellani rallentano la propria spettacolare 

Leggi tutto

Succede di tutto all’«Adolfo Nalli» di Bella Farnia. Quattro gol, quattro espulsi ed emozioni a non finire nel match di alta classifica tra i padroni di casa e Monte San Biagio. Finisce 2-2 con il Bella Farnia che tornano a far punti dopo la sconfitta-beffa in casa dell’Hermada, mentre i monticellani rallentano la propria spettacolare corsa nelle zone alte, agganciati al secondo posto da Latina Scalo e Montello. Partita dai due volti. Nel primo tempo la grande grinta e l’ottimo gioco espresso dal Bella Farnia all’esordio in panchina di Villani frutta il 2-0 biancoverde. Nella ripresa la rimonta, tutta grinta e carattere, degli ospiti che si dimostrano grande squadra anche se, sull’intera gara, aleggia la complicità dell’arbitraggio di Donato. Il fischietto di Roma 1, infatti, si erge a grande protagonista del match, con tante decisioni dubbie che hanno influito negativamente su una partita altrimenti bellissima per intensità e gioco espressi dalle due squadre. Sotto accusa il gol – non gol del Bella Farnia, il rigore del 2-2 accordato al Monte San Biagio e, sopratutto, i cartellini rossi parsi troppo severi.

PARTITA BELLA E VIBRANTE – Rimane, come detto, la sostanza di una partita giocata su altissimi livelli soprattutto nel primo tempo. Villani, alla sua prima al Nalli, fa i conti con le assenze di un centrocampo falcidiato dagli infortuni di Rango, Mancini e Ceti (per lui stagione finita). Ecco allora un 4-1-2-3 con Milanini riadattato davanti alla difesa e Coia, Rieti e il neo acquisto Palmarini in zona d’attacco. Dall’altra parte Bartolomeo risponde con un interessante 4-3-3, con Fabio Stravato a svariare dietro alle due punte Stefanelli e Di Vito e una mediana a tre sostenuta da Parisi, Minetti e Sorrentino.

PARTENZA BELLA FARNIA – Monologo Bella Farnia nei primi 20’ di gioco. I biancoverdi tengono in mano il pallino del gioco ma sono i primi a rischiare al 7’, quando un buco di Pozzobon favorisce l’inserimento di Stravato fermato dall’uscita di Raucci. Al 20’ la mole di gioco del Bella Farnia si concretizza con una bella azione corale. Rieti cambia gioco da sinistra a destra trovando Attivani. Cross al centro e zampata a botta sicura di Coia su cui Cannella risponde di riflesso. La palla rimane lì, Rieti arriva prima di tutti e spara in fondo al sacco. Al 23’ altra grande occasione del Bella Farnia con De Bonis che prolunga in area per Palmarini che però manca l’aggancio da ottima posizione. Si rivede il San Biagio con una punizione di Stravato potente che Raucci blocca in bello stile. Sale di tono la squadra di Bartolomeo che allenta la morsa del Bella Farnia e esce dal guscio. Al 31’ occasione enorme per gli ospiti: cross di Stravato per il solitario Rizzi che a un metro dalla porta, di piatto, spara alto. Gol mangiato – gol subito. La vecchia legge del calcio viene applicata prima del riposo dai padroni di casa: angolo di Rieti, perentorio inserimento di Palmarini che spara un bolide con la palla che sbatte sulla traversa, rimbalza dalle parti della linea di porta. Gol, non gol? Il signor Donato accorda la rete al Bella Farnia tra le proteste di un Monte San Biagio che va negli spogliatoi con il pesante passivo di due reti, non prima di una splendida azione di Coia che dai 25 metri fa la barba all’incrocio dei pali sfiorando il 3-0 e strappando gli applausi di un Nalli in visibilio.

SUBITO STRAVATO NELLA RIPRESA – Ma nel secondo tempo è subito un’altra musica. I ragazzi di Bartolomeo aggrediscono il Bella Farnia e accorciano dopo appena un minuto di gioco. Fallo laterale, cross dalla destra di Minetti e testata vincente di Stravato, lasciato libero di saltare. Da qui in poi succede praticamente di tutto, con la gara che diventa spigolosissima in cui la tattica lascia lo spazio al puro agonismo. Donato, come detto, perde il polso della situazione peccando di lucidità nella distribuzione dei cartellini. All’11’ prime proteste per un’uscita veemente di Cannella su Rieti lanciato a rete con la palla che esce di poco. Al 13’ un’entrata veemente di De Bonis su Minetti (probabilmente sulla palla) costa al difensore il secondo giallo. Da qui, praticamente, si finisce di giocare con un susseguirsi di episodi che lasciano il segno. Al 19’ espulso mister Villani. In mezzo c’è spazio anche per il calcio. Il neo entrato Guglielmelli punta Pozzobon, entra in area spalla a spalla e cadendo in area. Calcio di rigore ed espulsione per Pozzobon che scatena le ire dei padroni di casa. Dal dischetto Parisi non sbaglia. Subito dopo rosso anche per Parisi, poi un rigore non concesso a Guglielmelli (in questo caso era parso netto) e il rosso per Milanini che lascia il Bella Farnia in otto. Ma il risultato non cambia.

Gianpiero Terenzi

I TABELLINI

BELLA FARNIA – MONTE SAN BIAGIO 2-2
Bella Farnia: Raucci, Pozzobon, De Bellis, De Bonis, Milanini, Mazzanti, Palmarini (6’st Mumametay), Coia, Piva, Rieti, Attivani. All.: Villani
Monte San Biagio: Cannella, Vuolo, De Santis, Rizzi, Bartolomucci, Stefanelli (21’st Terelle), Minetti (46’st Izzo), Di Vito, Stravato, Sorrentino (21’st Guglielmelli). A disp.: Persichino, Conti, Di Perna, Carnevale. All.: Bartolomeo
Arbitro: Donato di Roma 1
Marcatori: 20’pt Rieti, 37’pt Palmarini, 1’st Stravato, 27’st (rig.) Parisi
Note – Espulsi: 13’De Bonis, 27’st Pozzobon, 32’st Parisi, 50’st Milanini tutti per doppia ammonizione. Al 19’st allontanato mister Villani per proteste

Lascia un commento