Aprilia, ‘taglio’ netto col passato

REPULISTI in casa dell’Aprilia. Come annunciato in queste pagine nei giorni scorsi la formazione biancoceleste ha tagliato (anche se ancora non sono arrivate note ufficiali a confermare la notizia) ben cinque pedine dalla propria rosa di giocatori. Si tratta degli attaccanti Piotr Branicki, Giuseppe Siclari, Giovanni Foderaro e dei difensori Giuseppe Esposito e Vitale Esposito. 

Leggi tutto

REPULISTI in casa dell’Aprilia. Come annunciato in queste pagine nei giorni scorsi la formazione biancoceleste ha tagliato (anche se ancora non sono arrivate note ufficiali a confermare la notizia) ben cinque pedine dalla propria rosa di giocatori. Si tratta degli attaccanti Piotr Branicki, Giuseppe Siclari, Giovanni Foderaro e dei difensori Giuseppe Esposito e Vitale Esposito. Un taglio, oltre che per quanto riguarda la rosa dei giocatori, anche con il passato. Foderaro, Siclari e Branicki, infatti, sono i protagonisti di quel tridente delle meraviglie che con più di trenta gol hanno trascinato le rondinelle nella scorsa stagione verso la rimonta da brivido che ha permesso alla squadra allora allenata da Ezio Castellucci di portare a casa la promozione in Lega Pro. Oltre ai tre tenori va via anche l’esterno basso Vitale Esposito. Con il terzino campano, di fatto, i giocatori della passata stagione in rosa restano i soli Fratangeli e Salese. Taglio in difesa, come detto, anche per il neoacquisto arrivato in estate Giuseppe Esposito, reduce da un infortunio. L’Aprilia non ha schierato nessuno di questi cinque giocatori nella scorsa partita proprio per lasciarsi aperta una finestra in modo tale da poterli “piazzare” anche in società di serie D. Per quanto riguarda Branicki, l’attaccante polacco sembra già essersi accordato con la Battipagliese, mentre per gli altri quattro rimangono aperte diverse strade. E in casa Aprilia c’è un altro giocatore corteggiatissimo, come d’altronde successo in estate, il centrocampista Michel Cruciani. Su di lui e su Salese si sono posati gli occhi della Salernitana, squadra di serie D, anche se sembra molto lontana l’eventualità di una cessione dei due. Fatto sta che, almeno fino alla riapertura del mercato a gennaio, Vivarini , in pratica, potrà contare sul solo Fabio Ceccarelli come attaccante di ruolo, riadattando di volta in volta uno tra Bonaiuto e Calderini che attaccanti non sono.

SLITTA IL QUINTO RICCI – Novità anche sul fronte stadio Quinto Ricci. Le voci che erano circolate nelle scorse settimane di un’eventuale riapertura dello stadio di via Bardi entro l’11 dicembre (ultima gara in casa prima della pausa natalizia che terminerà l’8 gennaio) si sono dimostrate infondate. Ancora una volta, infatti, l’inaugurazione dell’impianto apriliano, dopo i lavori di riadattamento in ottemperanza alle normative federali iniziati in estate, avverrà certamente non prima del nuovo anno. Ma un grosso punto interrogativo aleggia sull’ormai annosa questione per individuare una data precisa per la riapertura. Le difficoltà, infatti, sono prettamente di ordine burocratico. Sulla tabella dei lavori manca soltanto la costruzione della tribuna ospiti (che è già stata scaricata in via Bardi), visto che campo, tribuna coperta e spogliatoi sono stati sistemati. Dopo il termine dei lavori, però, dovrà cominciare tutto un iter tra collaudi e concessioni (da sottoporre alle commissioni coinvolte tra Comune e Provincia di Latina) che non sembrano potersi risolvere nel brevissimo periodo.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento