Latina Scalo punta al titolo: vittoria con il Montello e rinforzi

Vittoria e aggancio per il Latina Scalo. Un lampo di Maggi al 65’ regala altri tre punti alla formazione di Marco Iannarilli che piega di misura la resistenza del Montello e lo aggancia al quarto posto della classifica a quota diciannove punti. Per i biancoverdi si tratta di un successo importantissimo perché arrivato al termine di una di quelle classiche gare che non si meritano 

Leggi tutto

Vittoria e aggancio per il Latina Scalo. Un lampo di Maggi al 65’ regala altri tre punti alla formazione di Marco Iannarilli che piega di misura la resistenza del Montello e lo aggancia al quarto posto della classifica a quota diciannove punti. Per i biancoverdi si tratta di un successo importantissimo perché arrivato al termine di una di quelle classiche gare che non si meritano palesemente di vincere. In casa Montello, invece, il primo stop stagionale non può certo cancellare quanto di buono fatto finora in campionato ma deve far riflettere non poco Johnny Colucci e i suoi ragazzi. Dopo l’inspiegabile pareggio interno di sette giorni fa col Real Vallemarina era lecito attendersi tutt’altro tipo di risposta da parte dei biancocelesti: l’approccio al match non è stato all’altezza di una squadra che da terza forza del girone va a giocarsi uno scontro diretto sul campo della quinta, così come l’atteggiamento mantenuto per tutto l’arco dei novantacinque minuti di gioco (recupero compreso), fatta eccezione per il disordinato arrembaggio dell’ultimo quarto d’ora, è apparso davvero troppo rinunciatario, come dimostrato peraltro dalla quasi totale inoperosità di Perna.

CRONACA – Partita bloccata nei primi quindici minuti. I padroni di casa scendono in campo con troppa sufficienza facendo quasi subito arrabbiare Marco Iannarilli, ieri costretto a seguire i suoi dalla tribuna a causa di ritardi burocratici nella formalizzazione del suo tesseramento. Gli ospiti invece si piazzano guardinghi nella propria metà campo per poi provare a ripartire sfruttando la rapidità di Della Millia e i centimetri di Palmarini. Al 16’ Di Giorgio prova a dare una scossa ai suoi con una conclusione dalla distanza che però finisce alta. Passano tre minuti e Colucci è costretto a rinunciare proprio a Palmarini che, infortunato, lascia il posto a Giansanti. Al 21’ ancora Di Giorgio protagonista: il numero undici, defilato sulla destra, lascia partire una cross tagliato che attraversa tutta l’area avversaria senza che nè Maggi nè Guerra riescono a deviare il pallone alle spalle di Brignone. Il Montello risponde dopo sei minuti con un tiro alto di Della Millia dai sedici metri. Al 40’ il solito Di Giorgio spaventa l’estremo difensore biancoceleste con un insidioso calcio di punizione dal vertice destro. Un giro di lancette prima di rientrare degli spogliatoi il Montello si fa vedere pericolosamente dalle parti di Perna: la retroguardia locale si fa trovare fuori posizione su una palla in verticale, Giansanti prova ad approfittarne ma un attimo prima della battuta davanti a Perna viene anticipato da Palombo.

LA RIPRESA – Al rientro in campo Iannarilli vara un Latina Scalo a trazione anteriore inserendo Bovolenta per l’ammonito De Angelis. Ma gli effetti non sono quelli sperati perchè, anche se cominciano a gestire con maggiore continuità il possesso palla, i biancoverdi non riescono ad impensierire seriamente gli ospiti. La perfetta punizione di Fiaschetti su cui vola Brignone al 60’ è il preludio al vantaggio scalense, che si concretizza cinque minuti più tardi con un’azione da manuale. Persichino recupera palla sulla sua trequarti, verticalizza sulla  sua corsia (di destra) per Tammaro, il quale arriva sul fondo
e mette il pallone dietro per Di Giorgio: il capitano biancoverde addomestica la sfera e serve col contagiri Maggi che trafigge Brignone in uscita. Al 70’ Maggi potrebbe addirittura raddoppiare: Civitani batte subito un calcio piazzato per lo stesso numero quattro, che scarta anche Brignone ma si allarga troppo e conclude alto. Al 72’ Tenaglia lascia il campo per Cannariato. Quattro minuti dopo il Montello costruisce la migliore palla gol della ripresa: Giansanti prolunga sulla destra per Fabrizi, che entra in area dal lato corto ma il suo esterno destro è fuori misura. Negli ultimi quindici minuti il Montello prova il tutto per tutto ma lo fa in maniera disordinata facilitando il compito d e ll ’attenta coppia centrale Palombo-Guerra. Dopo quattro minuti di recupero il triplice fischio dell’arbitro sancisce la quinta vittoria delle ultime sei uscite per il Latina Scalo e il primo stop dei borghigiani.

MERCATO – Per continuare la rincorsa alla vetta il Latina Scalo ha messo a segno ben quattro colpi: nel corso di questa settimana, infatti, si aggregheranno al gruppo Emiliano Coletta, Massimo Zanella, il giovane Tommasini e Simone Forzan. Per il Montello, invece, voci di corridoio parlano di un possibile interessamento per Pestrin.

Simonte D’Arpino

IL TABELLINO

LATINA SCALO – MONTELLO 1-0
Latina Scalo: Perna, Persichino, Marcell i , M a g g i , Guerra, Palombo, Fiaschetti, D e A n g e l i s (1 ’st Bovolenta), Eze (18’st Civitani), Tammaro, Di Giorgio. A disp.: De Nardis, Di Stasio, Melato, Piccirilli, Sperotto. All.: Iannarilli.
M o n t e l l o : Brignone, Peric a , Te n a g l i a ( 27 ’st Cannariato), De Luca, Lisi, Petruolo, D’Ai e t t i , Fabrizi, Palmarini (18’st Giansanti), Giarola, Della Millia. A disp.: Fecchi, Alibardi M., Russo, Rossi, Sabino. A ll .: Colucci.
A r b i t ro : Patrignani di Roma 1.
Marcatori: 20’st Maggi.
Note – Ammoniti: Persichino, Guerra, Palombo, De Angelis (LS), Perica, De Luca, Della Millia (M); recupero:pt 1’, st 4’. Osservato un minuto di silenzio prima del fischio d’inizio per ricordare le vittime dell’alluvione che ha colpito la Sicilia lo scorso 23 nove m b r e .

Lascia un commento