L’Aprilia torna in sella. Stop per il Fondi

L’APRILIA fa suo il derby contro il Fondi e sale a quota 24 punti, lasciando definitivamente la zona pericolosa della classifica. Tutt’altro che soddisfatta, invece, la formazione rossoblù, che vanifica la rete del vantaggio subendo due gol in due minuti, ancora una volta per colpa di disattenzioni abbastanza grossolane. La squadra allenata da mister Parisella 

Leggi tutto

L’APRILIA fa suo il derby contro il Fondi e sale a quota 24 punti, lasciando definitivamente la zona pericolosa della classifica. Tutt’altro che soddisfatta, invece, la formazione rossoblù, che vanifica la rete del vantaggio subendo due gol in due minuti, ancora una volta per colpa di disattenzioni abbastanza grossolane. La squadra allenata da mister Parisella resta ferma a 18 punti, ancora invischiata nella lotta per la salvezza.

LA CRONACA – Dopo tre minuti, primo brivido per Gasparri. Ceccarelli riceve palla sulla tre quarti, si accentra e sfodera un gran tiro dal limite dell’area, mandando fuori di pochissimo. Il ritmo non è dei più elevati anche perché si gioca in una cornice di pubblico non eccezionale. Al 18’ c’è una punizione interessante battuta da Criaco, la difesa non si fa sorprendere. Sulla ribattuta ci prova Ceccarelli con un tiro abbastanza velleitario, pallone ampiamente alto. Dopo 22 minuti Parisella è costretto a effettuare il primo cambio: fuori Formuso per un problema fisico, dentro un Ricciardo comunque non al top della condizione. I rossoblù si vedono per la prima volta al 27’: Alleruzzo sfodera un bel cross per la testa di Konate, con il pallone che termina fuori. Due minuti più tardi Vaccaro batte un calcio di punizione ancora per l’ivoriano, che si coordina in rovesciata ma non inquadra la porta. Sul ribaltamento di fronte Criaco si accentra in area e chiede il rigore per una trattenuta. Al 36’ occasione pericolosissima per Foderaro, anticipato al momento del tiro. Il Fondi riparte con Bernasconi che mette in mezzo un gran pallone per Konate, anticipato all’ultimo. Ancora Aprilia in avanti al 38’: Cruciani sfodera un tiro velenosissimo anche perché deviato dalla difesa rossoblù, Gasparri lo mette in corner all’ultimo. Un minuto più tardi è Ricciardo a impensierire Bifulco, costretto a mettere in angolo. Il match adesso sembra essersi acceso: al 42’ è ancora Foderaro a cercare la conclusione da fuori area, pallone alto.

LA RIPRESA – Nella ripresa la musica sembra non cambiare. Dopo 15 minuti il Fondi alza il ritmo. Bernasconi prova a servire Konate, che però non ci arriva. Poco dopo l’ivoriano lascia il posto a Merlonghi. Tra le fila apriliane entra invece Branicki, il grande ex, che si vede immediatamente con un bel tiro su assist di Ceccarelli. I rossoblù replicano al 20’ con un bel contropiede orchestrato da Alleruzzo per la testa di Bernasconi, che sotto porta non ci arriva. Poco dopo, al 24’. I rossoblù trovano la rete del vantaggio: Merlonghi recupera un gran pallone e lo smista per Alleruzzo, il centrocampista serve di prima intenzione Bernasconi che di testa non sbaglia. L’Aprilia prova a replicare immediatamente: punizione dai 30 metri battuta da Croce e colpo di testa di Aquino, bravissimo Gasparri a togliere il pallone dall’angolino alto. Il pareggio arriva al 28’: Calderini filtra un bel pallone per Ceccarelli, che trafigge Gasparri con un diagonale. Ma al 30’ la situazione si ribalta completamente con Aquino, che di testa porta il risultato sul 2-1. Ci si aspetterebbe una reazione da parte del Fondi, che però appare colpito nel morale. I rossoblù attaccano in maniera troppo disordinata, senza riuscire a creare dei seri pericoli a Bifulco. In pieno recupero Bernasconi fallisce una facile occasione, mandando il pallone alto da posizione favorevole. Allo scadere arriva anche il gol del 3-1. Doppietta personale per Ceccarelli, che firma un gol identico a quello segnato prima.

Alessandra Stefanelli (Foto Silvia Carletti)

Lascia un commento