Quinto Ricci, le date per la riapertura

Ottimo momento per l’Aprilia. Oltre che dal campo, dove sono arrivati sei risultati utili di fila e l’undicesimo posto in classifica a -2 dalla zona playoff, le buone notizie per le rondinelle arrivano anche dall’ormai annosa questione legata allo stadio «Quinto Ricci». La messa a norma dell’impianto di via Bardi, infatti, ha per la prima 

Leggi tutto

Ottimo momento per l’Aprilia. Oltre che dal campo, dove sono arrivati sei risultati utili di fila e l’undicesimo posto in classifica a -2 dalla zona playoff, le buone notizie per le rondinelle arrivano anche dall’ormai annosa questione legata allo stadio «Quinto Ricci». La messa a norma dell’impianto di via Bardi, infatti, ha per la prima volta due date indicate orientativamente come termine massimo della fine della ristrutturazione. Il ritorno a casa dei tifosi biancoazzurri, costretti nell’arco di questi primi tre mesi di campionato a migrare per le gare interne sul campo di Fondi sembra infatti imminente. È quasi tutto pronto, compresa la ricrescita del manto erboso che sta facendo attendere tutta la piazza. L’Aprilia indicativamente farà rientro a casa davanti ai propri tifosi (salvo complicazioni più che altro di ordine burocratiche) il 27 Novembre nella sfida proprio contro il Fondi oppure al massimo l’11 Dicembre per la partita in programma con L’Aquila.

IL DIGGI ROSINA – Sentore riconosciuto anche dalle parole del direttore generale Ermanno Rosina: «Sono ampiamente soddisfatto dell’operato della squadra in questa prima porzione di campionato. Sapevo che avremmo fatto bene, anche quando i risultati non arrivavano, perché vedevo delle ottime prove da parte dei ragazzi e vedevo miglioramenti partita dopo partita. In molte partite il risultato è stato bugiardo, ma questo è il calcio; adesso ci stiamo riprendendo quello che ci spetta e secondo me potremo ancora toglierci parecchie soddisfazioni. La squadra in queste quattro sfide ha dimostrato di che pasta è fatta – conclude Rosina – ma noi voliamo basso, perchè prima di tutto dobbiamo cercare di conquistare la salvezza matematica… poi si vedrà».
Gianpiero Terenzi

Lascia un commento