Sermoneta unica superstite in Coppa Italia

IMPRESA del Sermoneta che sul campo del quotato Rodolfo Morandi si impone con un netto 3-1 e, unica formazione a riuscirci, riesce a passare agli ottavi di finale di Coppa Italia Promozione. Eppure non si era messa bene per i ragazzi di mister Giovannelli, costretti almeno al pareggio con gol per sperare dopo l’1-1 dell’andata al 

Leggi tutto

IMPRESA del Sermoneta che sul campo del quotato Rodolfo Morandi si impone con un netto 3-1 e, unica formazione a riuscirci, riesce a passare agli ottavi di finale di Coppa Italia Promozione. Eppure non si era messa bene per i ragazzi di mister Giovannelli, costretti almeno al pareggio con gol per sperare dopo l’1-1 dell’andata al Le Prate. Sì, perchè il Morandi, secondo nel girone C, non vuole sbagliare nulla e va subito in vantaggio al 12’, quando la retroguardia ospite sale male su un lancio dalle retrovie consentendo a Lupino di presentarsi solo davanti a Remiddi e poi batterlo in uscita. Il gol scuote immediatamente il Sermoneta che, prima del riposo, si divora due ghiotte occasioni davanti a Lucci, entrambe con Ciccarelli. Ma nella ripresa è proprio l’attaccante ex Nuova Circe il grande protagonista.

LA RIPRESA – A un minuto dall’inizio del secondo tempo, infatti, riceve palla lanciato sulla sinistra, supera un uomo e poi la mette al centro dell’arietta piccola dove Tomassi di piatto non sbaglia per l’1-1 che riapre di fatto il discorso qualificazione. Ma il Mauro Ciccarelli show continua al 24’ della ripresa quando, nonostante l’espulsione per doppia ammonizione di Silvestri, il Sermoneta va in vantaggio. L’attaccante gialloblu è ancora devastante quando, lanciato a rete, entra in area di rigore per poi venire atterrato da Castro che rimedia il rosso oltre che il calcio di rigore. Dal dischetto lo stesso Ciccarelli non sbaglia. Con il Morandi costretto a questo punto a fare due gol per passare il turno il match cambia volto e il Sermoneta colpisce in contropiede, a dieci dal termine ancora una volta con Ciccarelli che a tu per tu con il portiere di casa Lucci non può sbagliare mettendo a segno il definitivo 1-3.
«Siamo contenti perchè finalmente i risultati stanno arrivando – ha spiegato mister Giovannelli a fine gara – Noi, a differenza di quanto si dica, siamo sempre stati tranquilli e consapevoli dei nostri mezzi. Vogliamo arrivare in fondo in entrambe le competizioni, soprattutto ora che saremo gli unici a dover tenere alto il nome della provincia di Latina in questa competizione».

NON è bastato il 2-1 conquistato nel match di andata alla Pro Calcio Lenola per accedere agli ottavi di finale della Coppa Italia di Promozione. La squadra di Dario Lauretti, infatti, è stata sconfitta per 3-0 in casa del Ciampino e ha salutato la competizione. Dopo appena due minuti di gioco i padroni di casa hanno sbloccato il risultato con Frezza, il quale, dopo aver vinto un contrasto con Pannozzo (in maniera fallosa secondo gli ospiti) sulla trequarti biancoazzurra ha beffato Mancini con un preciso pallonetto. Al 31’ Pisapia ha raddoppiato con una zuccata vincente sotto misura. Allo scadere dei cinque minuti di recupero Di Carlo ha fissato il punteggio sul 3-0.

Il CITTA’ di Minturno-Marina esce dalla Coppa Italia, dopo aver compromesso la qualificazione nel match di andata perso di misura davanti al proprio pubblico. Anche ieri i ragazzi di Pernice hanno avuto un maggior predominio territoriale, ma davanti, se non ci pensa Taglialatela, gli altri non riescono proprio a buttarla dentro. Anche ieri, infatti, contro un Torrenova non proprio insuperabile, Sica e compagni sono riusciti a costruire diverse palle gol, puntualmente fallite. L’inizio degli ospiti era bruciante: dopo pochi minuti Petronzio a portiere battuto colpiva il palo esterno. Poco dopo Sommella, nonostante lo spazio davanti a sé, ha tentato una conclusione che non ha avuto effetto. Al 35′ erano i romani a passare con Melito, bravo ad approfittare di una svirgolata di un difensore pontino, che metteva il numero sette locale davanti a Cenerelli, il quale nulla poteva.
Nella ripresa i minturnesi cercavano il pareggio e lo trovavano grazie a Taglialatela, che ha confermato le sue qualità realizzative: l’attaccante pontino, infatti, riesce sempre a farsi trovare nel punto giusto al momento giusto, pur se qualche volta fallisce occasioni clamorose. E anche ieri, sugli sviluppi di un fallo laterale, è stato bravo a trafiggere Vagni. Col risultato in parità i capitolini si coprivano di più, preferendo agire di rimessa, ma il risultato non cambiava più.
Per il Minturno si tratta di un’eliminazione che permette alla squadra di potersi concentrare sul campionato. I rossoblu, reduci dalla vittoria importante con il Cassino, si recano a giocare sul campo del Pontinia, dove mister Pernice non potrà disporre di Zinicola e Torino, appiedati dal giudice sportivo per tre giornate.

LA Nuova Itri non riesce a ribaltare lo 0-2 dell’andata ed esce dalla Coppa Italia di Promozione. La capolista del girone «D», con la testa rivolta più al campionato, avrebbe dovuto compiere un’impresa per ottenere il passaggio del turno, in considerazione della sconfitta all’inglese patita all’andata. Mister Caneschi ha mandato in campo una formazione nella quale ha concesso spazio a qualche giocatore che sinora è stato meno utilizzato, ma ha spronato i suoi a cercare di acciuffare una qualificazione che, in verità, era molto difficile. Il Nettuno è una buona squadra che sta facendo bene anche in campionato e ha giocato con tranquillità dopo il successo di due settimane fa. Tra l’altro gli ospiti, scesi in campo col doppio vantaggio, hanno avuto vita ancora più facile dopo il gol siglato da Bastianelli che, in pratica, metteva fine ad ogni speranza dell’undici biancoazzurro, costretto ad attaccare e ad esporsi al contropiede. E il leit motiv della gara era questo, con i nettunensi che amministravano il vantaggio. Nella ripresa mister Caneschi inseriva l’attaccante Gennaro Masino, per dare maggior peso in avanti e dopo cinque minuti era Di Dato che pareggiava il conto. A quel punto i padroni di casa cercavano con più convinzione la via della rete e la trovavano con Masino, ma l’arbitro annullava. Gli ospiti si rendevano pericolosi nelle ripartenze approfittando degli ampi spazi a disposizione. Al fischio di chiusura dell’arbitro Di Marco il Nettuno festeggiava il passaggio del turno, mentre la Nuova Itri ora potrà concentrarsi sul campionato. C’è un primato da consolidare e domenica è in programma la delicata trasferta sul campo del Bassiano.

ANCHE il Bassiano, comne Nuova Itri, Città di Minturno-Marina e Pro Calcio Lenola, saluta la Coppa Italia di Promozione ai sedicesimi di finale. E dire che dopo la sconfitta di misura rimediata due settimane fa al «Picozzi» la partita si era subito messa in discesa per gli amaranto, passati in vantaggio al 7’ con Cima grazie ad una precisa conclusione al volo sotto il sette. Tredici minuti più tardi il Cerreto Laziale ha pareggiato con Valentini, che ha sorpreso Giubilei con una fiondata dalla grandissima distanza.
DOPO GARA – «Usciamo immeritatamente – dichiara dopo il triplice fischio il direttore generale del Bassiano, Mario Ricci -. Nei centottanta minuti il Bassiano è stato superiore al Cerreto Laziale, ma purtroppo siamo stati puniti da alcuni episodi sfortunati. In ogni caso siamo tutti molto soddisfatti della prestazione offerta in queste due gare dai ragazzi».

I TABELLINI

RODOLFO MORANDI – SERMONETA 1-3
Rodolfo Morandi: Lucci, Sewerin, Alcini, Piretti, Castro, Bayslak, Pagnanelli, Gallucci, Magrelli (16’st Ghiriti), Lupino (20’st Donatelli), Ugolotti. A disp.: De Paoli, Micheli, Leoni, Santorelli, Tacito. All.: Gentile
Sermoneta: Remiddi, Sangermano, Notarpietro, Bulboaca, Birk, Piras (1’Tomassi), Silvestri, Pelle, Ciccarelli, Funari (12’st Cappelletti), Ponso (29’st De Simone). A disp.: Pastro, Milani, Lubirati, Pagani. All.: Giovannelli
Arbitro: Insenna di Rieti
Marcatori: 12’pt Lupino, 1’st Tomassi, 24’st (rig.) e 34’st Ciccarelli
Note – Espulsi: 15’st Silvestri per doppia ammonizione, 24’st Castro per doppia ammonizione, 39’st Gallucci per doppia ammonizione. Ammoniti: Bayslack, Lucci, Alcini, Sewerin, Birk, Cappelletti, De Simone.

CIAMPINO – PRO CALCIO LENOLA 3-0
Ciampino: Albertini, Lunghi, Vannozzi, Granata, Cremonini, La Forgia (34’st Foresi), Bianchi, Frezza, Sina, Pisapia (45’st Di Carlo), Campagna (15’st Santodonato). A disp.: D’Ippoliti, Brunetti, De Angelis, Schiavo. All.: Vulpiani.
Pro Calcio Lenola: Mancini, Allard, Pannozzo (20’st Filosa), Subiaco, Di Fazio (38’st Triolo), Mirabella, Vuolo, Bruni, Colafrancesco, Panno (5’st Tribuzio), De Filippis. A disp.: Fazzone, Pannone, Marrocco, Magnafico. All.: Lauretti.
Arbitro: Affronti di Ostia Lido; Zamborlini di Roma 1 e Conti di Frosinone.
Marcatori: 2’pt Frezza, 31’pt Pisapia, 50’st Di Carlo.
Note – Ammoniti: Vannozzi, Pisapia, Campagna, Bruni, Colafrancesco.

TORRENOVA- CITTA’ DI MINTURNO-MARINA 1-1
Torrenova: Vagni, Roano, Tanzi, Leone (10’st Di Cicco), Cataldi, Fanelli, Melito (1’st Di Mena), Spurio I., Certiera, Monaco (29’st Russo), Groos. A disp.: Migliori, Ticconi, Mugiarelli, Spurio D. All.: Vergili.
Città di Minturno-Marina: Cenerelli, Conte, Merola, Cicala, Sica, Uva, Petronzio (38’pt Neri) (42’st Varone), Pirolozzi (19’st Vezza), Taglialatela, Martino, Sommella. A disp.: Di Nitto, Miraglia, Torino, Mancinelli. All.: Pernice
Arbitro: Tomolillo di Roma
Marcatori: 35’pt Melito, 10’st Taglialatela.
Note – Ammoniti: Roano, Tanzi, Leone, Groos, Uva, Martino.

NUOVA ITRI- NETTUNO 1-1
Nuova Itri: Centola, Russo, Spirito (3’st Masino), De Tata, Mastroianni, Soscia, Del Bove, Mallardi, Di Dato, Averaimo (28’st Vendittozzi), Parisella (25’st Ionta). A disp.: Frascogna, Patriarca, Auricchio, Cardillo. All.: Caneschi.
Nettuno: Giudice, Petrangeli, Massari, Macciocca, Cassioli, Montella, Frezzotti (5’st De Luca), Casaldi, Bastianelli (18’st Barbati), Rinaldi, Bernardi. A disp.: Paccariè, Tel, Proietti, Mangili, Stazi. All.: Cesarini.
Arbitro: Di Marco di Ciampino
Marcatori: 6′ pt Bastianelli, 8′ st Di Dato.
Note – Ammoniti: Russo, Spirito, De Tata, Mallardi, Di Dato, Masino, Cassioli, Rinaldi.

CERRETO LAZIALE – BASSIANO 1-1
Cerreto Laziale: Santolini, Alfani, Salamino, Lanciotti, Bonaventura, Carpentieri, Tucci (17’st Bischi), Cacchioni, Cecchini, Valentini, Spoletini (33’st Cantalarossa). A disp.: Salvati, Tarquini, Proietto, Rocchi, Zuccari. All.: Mariani.
Bassiano: Giubilei, Zazza, Pagnananelli, Cestra, Esposito (16’st Bonanni), Lombardi, Cima, Caiazzo, Laviola, Tarabonelli (6’st Benitez), Argento (6’st Caponera). A disp.: Ferrante, Colapietro, Rufo, Campoli. All.: Campolo.
Arbitro: Carnevale di Frosinone.
Marcatori: 7’pt Cima, 20’pt Valentini.
Note – Espulsi: mister Mariani al 30’st per doppia ammonizione e Zazza dopo il triplice fischio per proteste; ammoniti: Cecchini, Alfani, Salamino, Bischi, Cacchioni (CL), Argento, Benitez (B).

Lascia un commento