Latina, dopo la manita il poker!

Bello e impossibile. Il Francioni ci ha restiuito il Latina che fu dopo due vittorie di fila (tre se si conta la Coppa Italia) condite da nove gol. Vittima il Portogruaro secondo in classifica che va via da Piazzale Prampolini con 4 gol su groppone al termine di un match praticamente in discussione solo ad 

Leggi tutto

Bello e impossibile. Il Francioni ci ha restiuito il Latina che fu dopo due vittorie di fila (tre se si conta la Coppa Italia) condite da nove gol. Vittima il Portogruaro secondo in classifica che va via da Piazzale Prampolini con 4 gol su groppone al termine di un match praticamente in discussione solo ad inizio ripresa. Novità di giornata l’assenza dei giovani di Lega in campo, ultimo bonus della stagione consumato con successo come con successo si è rivelata la scelta di schierare il maltese Agius a centrocampo a schermo della difesa per sostituire lo squalificato Berardi.

LA CRONACA – Fischio di inizio e il Latina spinge subito sull’acceleratore: sono trascorsi appena 90 secondi quando Maggiolini da 25 metri lascia partire un sinistro che coglie la parte alta della trasversa prima di perdersi sul fondo, con Bavena che non ci sarebbe mai arrivato. La spinta dei nerazzurri non si placa, sulla sinistra Tortolano e Maggiolini fanno vedere i sorci verdi a Regno, ma anche sull corsia opposta il Portogruaro soffre parecchio e proprio dalla destra dell’attacco nerazzurro arriva il vantaggio: l’angolo di Giannusa pesca Cafiero sul secondo palo, il resto lo fa il centrale di Ghirotto che, lasciato solo soletto in area ospite, incorna senza problemi e firma l’1-0. Una volta avanti, la squadra del capoluogo mantiene in mano il pallino del gioco, mentre il Portogruaro ci mette un po’ a riprendersi dal colpo dello svantaggio: al 13’ il destro di Agius termina altissimo, al 20 il sinistro di Tortori non impensierisce Bavena che blocca senza problemi. Al 25’, poi, ci pensano i veneti a dare una mano al Latina: Giannusa spedisce in area un tiro-cross che Pondaco arpiona in malo modo spedendo la palla alle spalle di Bavena: raddoppio nerazzurro. Passano due minuti e ci prova Matute, con un destro che Bavena blocca a terra. Il Portogruaro è in balia dei nerazzurri e per vedere la prima parata di Martinuzzi, bisogna attendere il 28’: l’Imperatore nerazzurro si distende sulla sua sinistra e fa il suo il pallone sul tentativo ravvicinato di Lunati. Proprio il numero 7 ospite viene sostituito (38’) da Rastelli con D’Amico. Un minuto dopo Coppola mette paura a Martinuzzi con un destro che termina alto di pochissimo. Dopo due di recupero il primo tempo si chiude con il Latina avanti 2-0.

LA RIRPESA – Il primo tiro della ripresa è dei nerazzurri: il destro di Tortori (2’) è centale e facile preda di Bavena. Al 5’ occasionissima per Jefferson: il brasiliano salta con un numero Fedi, si presenta davanti a Bavena e lo grazia con un sinistro che il portiere ospite si ritrova addosso. Sul ribaltamento di fronte Salzano, da ottima posizione, spara sull’esterno della rete. La gara resta piacevole: il Portogruaro cerca il gol che riaprirebbe il conto, il Latina aspetta la ripartenza giusta per chiudere il discorso. All’8’ i veneti accorciano le distanze con Pondaco che si riscatta dell’autogol del primo tempo: la punizione di Cunico colpisce la barriera e sulla respinta il numero 3 ospite, appostato al limite dell’area nerazzurra, lascia partire un sinistro che supera Martinuzzi. Passano 5 minuti e Tortolano spara alle stelle, a due metri dalla porta, l’occasione che avrebbe riportato il Latina sul doppio vantaggio: servito dea Tortori, il talento di Ostia si presenta davanti a Bavena e lo grazia con un destro sballato. Al 24’ Ghirotto sostituisce Agius con Corsi: per il centrocampista romano si tratta dell’esordio in campionato. Al 26’ cambia anche Rastelli: a riposo Salzano, in campo Luppi. Al 29’ Martinuzzi ci mette una pezza sulla punizione di Radi: sinistro velenoso del numero 6 ospite che il portiere nerazzurro manda in angolo. La risposta dei pontini arriva con il colpo di genio di Tortolano: stop a seguire, sul lancio di Giannusa, e destro dai 20 metri che termina di un soffio sopra la traversa. Al 32’ è ancora il talento di Ostia a provarci con un destro a giro, che anche stavolta finisce in fallo di fondo. Il Latina meriterebbe la terza rete, che puntualmente arriva al 35’ con un calcio di rigore trasformato da Tortolano, e concesso per fallo di Radi su Jefferson. Passano due minuti e il Latina cala il poker, stavolta ad essere steso in area veneta è Tortori e si tratta ancora di calcio di rigore: Bavena respinge il penalty di Jefferson, sulla ribattuta arriva proprio Tortori che insacca per il 4-1. Al 38’ Rastelli effettua l’ultimo cambio a disposizione: fuori Cunico, dentro Herzan. Al 39’ lascia il campo Tortori, al suo posto entra Ancora. Al 44’, quando ormai si attende solo il fischio finale, entra anche Merito al posto di Jefferson, poi cala il sipario sulla netta vittoria nerazzurra.

Gianpiero Terenzi (foto Gianluca Biniero)

IL TABELLINO

LATINA-PORTOGRUARO 4-1

Latina: Martinuzzi, Gasperini, Maggiolini, Tortolano, Cafiero, Farina, Matute, Agius (23’ st Corsi), Jefferson (44’ st Merito), Giannusa, Tortorin (39’ st Ancora). A disp.: Costantino, Toscano, Fossati, Bernardo. All.: Ghirotto

Portogruaro: Bavena, Regno, Pondaco, Coppola, Fedi, Radi, Lunati (38’ D’Amico), Salzano (28’ st Luppi), Della Rocca, Cunico (38’ st Herzan), Corazza. A disp.: Mion, Bognanni, Adamo, De Sena. All.: Rastelli

Arbitro: Intagliata di Siracusa. Assistenti: Curatoli di Napoli e Bevere di Foggia

Marcatori: 7’ Cafiero, 25’ Pondaco (autogol), 8’ st Pondaco, 35’ st Tortolano (rig.), 37’ st Tortori

Note: Ammoniti: Lunati, Gasperini, Cafiero, Radi, Cunico, Radi, Fedi

Lascia un commento