Hermada e Monte San Biagio non sono più un sorpresa

Se fosse possibile applicare il regolamento della boxe anche al calcio, il Latina Scalo avrebbe certamente vinto ai punti contro l’Airone Ardea. Nell’incontro del «Tiziano Righetti» nessuna delle due squadre è riuscita a piazzare il colpo del ko, ma non c’è dubbio che siano stati i padroni di casa a creare le migliori occasioni da 

Leggi tutto

Se fosse possibile applicare il regolamento della boxe anche al calcio, il Latina Scalo avrebbe certamente vinto ai punti contro l’Airone Ardea. Nell’incontro del «Tiziano Righetti» nessuna delle due squadre è riuscita a piazzare il colpo del ko, ma non c’è dubbio che siano stati i padroni di casa a creare le migliori occasioni da gol. Nella prima frazione di gioco, infatti, a farla da padrone è stato l’equilibrio: le due squadre hanno costantemente battagliato nella zona centrale raccolte in non più di quaranta metri di campo senza però creare nessuna occasione degna di nota dalle parti di Perna e Forzelin. Anzi, gli unici due episodi da segnalare del primo tempo sono coincisi con due errate decisioni del direttore di gara, Franco di Cassino. Al 14’ Rossi ha trattenuto in area Vallo sugli sviluppi di un calcio di punizione degli ospiti: i due sono finiti a terra e l’arbitro ha sancito il fallo del centrocampista romano, quando invece poteva anche starci il penalty. Ventitre minuti più tardi, però, l’errore è stato ben più grave: Di Giorgio, appena dentro l’area di rigore, ha provato a girarsi per battere a rete ma il pallone gli è stato sottratto da un avversario con un evidente fallo di mano, che l’arbitro però non ha sanzionato. Proprio allo scadere c’è stata una buona iniziativa di Tammaro, che si è liberato di tre uomini, è arrivato sul lato sinistro dell’area di rigore e ha pennellato un cross col contagiri per lo stesso Di Giorgio, che da due passi ha però concluso a lato di testa.

LA RIPRESA – Nel secondo tempo i padroni di casa sono tornati in campo con tutt’altro piglio costringendo gli avversari nella loro metà campo per i primi venticinque minuti. E i risultati si sono subito visti, dal momento che lo Scalo ha costruito tre nitide occasioni da gol tra il 58’ e il 69’. La prima è stata di Tammaro: Di Giorgio ha servito nello spazio il compagno di squadra, che si è presentato davanti a Forzelin, lo ha saltato ma si è allargato troppo e quindi ha concluso solo sull’esterno della rete. Quattro minuti più tardi Persichino è sceso sulla destra, ha servito Tammaro che, dalla linea di fondo, ha pescato a centro area Banin, il quale da due passi però non ha trovato lo specchio. Al 69’ Di Giorgio ha spaventato di nuovo Forzelin con un calcio di punizione dalla destra, terminato vicinissimo al primo palo. Negli ultimi ventiquattro minuti (recupero compreso) non è successo più nulla anche perchè le due squadre, complice la stanchezza, hanno dato l’impressione di accontentarsi del pari.

MONTE SAN BIAGIO, CHE COLPO – IL Monte San Biagio ci ha davvero preso gusto. Con quella di Sonnino sono quattro le vittorie esterne consecutive inanellate dai ragazzi di Alderisio Bartolomeo, che finora in trasferta hanno raccolto il triplo dei punti conquistata tra le mura amiche del «Comunale» di via Portella. Per il Sonnino, invece, si tratta della terza sconfitta stagionale, la seconda davanti ai propri supporter, che fa precipitare la squadra a ridosso della zona retrocessione, a meno undici dalla vetta. Il gol partita arriva al quarto d’ora: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla arriva ad Alessandro Parisi che, colpevolmente lasciato solo dalla retroguardia locale, stoppa la sfera e batte Corso. Alla mezzora il Sonnino si rende pericoloso con un colpo di testa di Di Girolamo che Cannella mette in calcio d’angolo. Due minuti più tardi Sorrentino impegna ancora il numero uno biancoverde con un calcio di punizione dal vertice sinistro dell’area. Nella ripresa i gialloblu assumono le redini del gioco, ma non riescono ad impensierire più tanto la retroguardia ospite, fatta eccezione per un paio di conclusioni di Sampaolo e Di Girolamo, entrambe ribattute da un avversario.

HERMADA A SEGNO – L’Hermada rimane in scia e vince ancora in casa dell’ormai ex capolista Lido dei Pini. Gol partita di Cracium: Palmacci salta due uomini sulla trequarti di campo e al limite vede lo spazio per Cracium che non lascia scampo a Mandolini, al 20’ Beltramini scende su tutta la fascia destra si accentra, arriva davanti al portiere e con un pallonetto fuori misura sfiora soltanto il raddoppio. Avevo detto che questo trittico di partite con Sezze, Sonnino e lido dei pini avrebbe dovuto dire di che pasta era fatto questo Hermada e direi che la pasta è buona – ha spiegato il tecnico – visto che siamo ancora secondi in classifica a meno uno dalla vetta. Certo ritrovarsi così in alto alla settima giornata non lo aspettava nessuno ma proprio per questo dobbiamo rimanere con i piedi per terra e fare a tutti i costi domenica col Pomezia»

I TABELLINI

LATINA SCALO – AIRONE ARDEA 0-0
Latina Scalo: Perna, Persichino, Rossi (42’st Paoletti), Maggi, Guerra, Palombo, Marcelli, De Angelis (40’st Bovolenta), Eze (1’st Banin), Tammaro, Di Giorgio. A disp.: De Nardis, Civitani, Di Stasio, Melato. All.: Iannarilli.
Airone Ardea: Forzelin, Fontana, Innocenzi, Volante, Colonnelli, Mancini, Tomei, Vallo (26’st Mazza), Valenza, Cristofari, Pezzi (1’st Ludovici). A disp.: Mazzucchi, Cacciotti, Pitigoi. All.: Del Grosso.
Arbitro: Franco di Cassino.
Note – Ammoniti: Persichino, Marcelli, De Angelis, Tammaro (LS), Mancini (AA); recupero: pt 1’, st 3’.

SONNINO – MONTE SAN BIAGIO 0-1
Sonnino: Corso, Verdone, Reggio (1’st Milo), Rossetti, Incitti, Casaburi, Grossi S. (40’st Forlani), Ferrara (25’st Feola), Sampaolo, Sorrentino, Di Girolamo. A disp.: Paparello, Iacovacci, Grossi L., Germani. All.: D’Andrea.
Monte San Biagio: Cannella, Arquati, De Santis, Rizzi, Raimondi, Bartolomeo F., Guglielmelli V. (25’st La Rocca), Parisi (45’st Guglielmelli A.), Di Vito, Izzo (40’st Terelle), Sorrentino. A disp.: Persichino, Guglielmelli A., Vuolo, Stefanelli, Di Crescenzo. All.: Bartolomeo.
Arbitro: Pannozzo di Formia.
Marcatori: 15’pt Parisi.
Note – Espulsi: Incitti e Raimondi al 40’st per reciproche scorrettezze.

ATLETICO NETTUNO – VIRTUS NETTUNO 2-1
Atletico Nettuno: Pasquino, Zattoni, Di Maggio, Pilone, Bardi, Leoni, Pompucci, Bellori (6’st Riitano), Guerra, Magistri (35’st Marrone), Tanzilli (26’st Marzella). A disp.: Zanchi, Silvia, Zeppieri, Pelliccioni. All.: Altarocca.
Virtus Nettuno: Marzoli, Falessi (48’st Grizzanti), De Santis, Scagnetti, Tomassi (22’st Pezzulla), Rossi, Gabriele, D’Angeli, Padula Daniele, Melito (1’st Lubtchev), Picollo. A disp.: Castellani, Bernardini, Trippa, Padula Danilo. All.: Pollastrini.
Arbitro: Preziosi di Frosinone
Marcatori: 20’pt Gabriele, 25’pt Magistri, 45’pt Pompucci
Note – Espulsi: Guerra al 44’st; ammoniti: Picollo, Gabriele, De Santis, D’Angeli (VN), Pilone, Di Maggio, Riitano, Bellori (AN).

CALCIO SEZZE – R11 LATINA 1-1
Calcio Sezze: Mercoliano, Mastrantoni, Costantini, Di Emma F., Pecorilli, Di Emma G., Sampaolo (33’st Del Grande), Baroni, Delle Donne (1’st Fiori), Salnitro (13’st Italiani), Morichini. A disp.: Rossi, Panico, Del Grande, De Rocchis, Margani. All.: Bastianelli.
R11 Latina: Vita, Morelli, Costa G., Guadagno, Salvini, Valenza (29’st Di Marcantonio), Nale, Ciaurelli, Tomei, Pernasilici, Bologna (21’st Sannino). A disp.: Costa D., De Martino, Tuccillo, Gabrieli, Salvatori. All.: Martinelli.
Arbitro: Altobelli di Frosinone.
Marcatori: 8’st Di Emma F., 14’st Tomei.
Note – Ammoniti: Pecorilli, Di Emma G., Salnitro, Sampaolo, Italiani, Fiori (CS), Valenza, Bologna, Ciaurelli, Guadagno, Di Marcantonio (RL).

INDOMITA POMEZIA – REAL MARCONI ANZIO 1-3
Indomita Pomezia: Bergami, Izzo, Messina, Fabbroni (1’st Bertini), Muse, Capriati, De Bardi, Marinelli (27’st Bayslack), Bramucci, Zanotti, Mililli. A disp.: Capitani, Lombardi, Campea. All.: Latorraca.
Real Marconi Anzio: Combi, Tartaglia, Albanese, Bianchi, Mazza, Raffaelli, Libernini (12’st Viscito), Porcari, Mastroianni, Perla (1’st Iorio), Chiper (10’st Presta). A disp.: Del Signore, Pellecchia, De Marco. All.: Lucioli.
Arbitro: De Vellis di Frosinone.
Marcatori: 28’pt Porcari (rig.), 8’st De Bardi (rig.), 32’st Iorio, 42’st Presta.
Note – Espulsi: Bertini al 14’st, Messina al 29’st e Mililli al 40’st; ammoniti: Capriati (IP).

REAL VALLEMARINA – ATLETICO CISTERNA 0-2
Real Vallemarina: Altobelli F., Altobelli C. (30’st Paparello), Macchiusi Sim., Pannozzo, Renzi, Di Fazio (28’st Macchiusi F.), Bianchi, Marotta, Macchiusi St., Pecchia B., Battista (15’st Di Vezza). A disp.: Giannetti, Popolla. All.: Bracciale.
Atletico Cisterna: Orbisaglia Miki, Lamesi, Mezzoprete, Rosati, D’Annibale, Gamboni, Maciucca G. (8’st Maciucca A.) D’Angelo, Orbisaglia Mirko, Campagnoli (27’st Abassi), Saba (45’st Sammarco). A disp.: Battistella, Sanna, Guastaferro. All.: Orbisaglia G.
Arbitro: Caciotti di Albano Laziale.

Marcatori: 13’st Orbisaglia Mirko, 45’st Abassi.
Note – Ammoniti: Colantuono G., Renzi, Marotta, Pecchia B., Macchiusi St. (RV), Mezzoprete, Maciucca G., D’Angleo, Campagnoli (AC).

CEDIAL LIDO DEI PINI – HERMADA 0-1
Cedial Lido dei Pini: Mandolini, Bressan (25’st Aluigi), Loreti, Massimi, Sandi, Tomassi (35’st Gallotti), Ottolini, Colato, Greco, Panicci G., Ascente (30’st Zamparini). A disp.: Zecchinelli, Floris, Mercuri, Franco. All.: Panicci.
Hermada: Carbone, Andritta, D’Onofrio, Forzelin, Senesi, Saud, Beltramini (20’st Oppo), Di Rocco, Baratta An. (10’st Coccia), Cracium (15’st Simoneschi), Palmacci. A disp.: Ceccacci, Isolani, Rossini, Baratta Al. All.: Tosti.
Arbitro: Lisi di Frosinone.
Marcatori: 40’pt Cracium.
Note – Ammoniti: Massimi, Sandi (CLDP), Senesi, Andritta, Cracium (H).

Lascia un commento