Aprilia bello e… possibile. 3-0 alla Vigor Lamezia

QUESTO Aprilia è capace di tutto. A dimostrarlo il secco 3-0 con cui le rondinelle si sono sbarazzati della Vigor Lamezia, unica squadra ancora imbattuta del girone B dopo dodici turni di campionato. Sul neutro di Fondi, divenuto ormai la casa dei biancoazzurri, l’undici di Vivarini dimostra ancora una volta di potersela giocare con tutte 

Leggi tutto

QUESTO Aprilia è capace di tutto. A dimostrarlo il secco 3-0 con cui le rondinelle si sono sbarazzati della Vigor Lamezia, unica squadra ancora imbattuta del girone B dopo dodici turni di campionato. Sul neutro di Fondi, divenuto ormai la casa dei biancoazzurri, l’undici di Vivarini dimostra ancora una volta di potersela giocare con tutte le grandi del torneo ma stavolta, a differenza di quanto accaduto con Catanzaro, Paganese e Perugia i pontini, oltre i complimenti, riescono ad accaparrarsi anche i tre punti.

L’ASSETTO DI VIVARINI – I padroni di casa si presentano all’appuntamento con il solito 4-4-2 con la coppia Foderaro- Ceccarelli in avanti. Dall’altra parte mister Costantino risponde con De Luca e Mangiapane ad offendere sopperendo all’assenza dell’ex Latina Matteo Mancosu. Primo tempo di marca apriliana. Ben messa in campo, l’Aprilia trova l’immediato vantaggio con il solito bomber Ceccarelli.

DUE GOL NEL PRIMO TEMPO – Bastano nove minuti al centravanti dell’Aprilia per spezzare l’equilibrio: Buonaiuto dal fondo supera un uomo e crossa al centro dove c’è come un falco il numero dieci in maglia biancoblu gonfia la rete per il sesto centro stagionale. Scossa dalla rete subita la Vigor Lamezia non riesce a costruire nulla di particolarmente rilevante e allora sono ancora i biancoazzurri a rendersi pericolosi, al 28’, con Cruciani, bravo a superare con un gran numero due uomini al centrocampo e poi serve Foderaro che di prima intenzione va alla conclusione senza però trovare lo specchio. Per vedere i calabresi bisogna aspettare il 34’, quando una gran botta di Cerchia da 30 metri per poco non beffa Bifulco. Ma è solo una parentesi nel lungo monologo apriliano che riprende poco dopo. Prima Foderaro che a pochi passi dalla porta mira all’angolino trovando sulla propria strada lo splendido riflesso di Forte. E’ comunque il preludio al raddoppio che arriva puntuale a cinque minuti dal riposo. La zuccata vincente è di Bonaiuto, bravo a inserirsi e anticipare i difensori ospiti su un pregevole cross liftato di Peppe Siclari dalla sinistra.

LA RIPRESA – Nella ripresa la Vigor non riesce a reagire. Al nono minuto è ancora il team pontino ad andare vicino alla rete con Siclari che conquista palla e riparte veloce verso l’area avversaria, scambia con Foderaro e poi spara a rete trovando la risposta di Forte. Qualche istante più tardi è il neo entrato Romero a provarci dalla distanza con un tiro potente che termina a lato. L’Aprilia però amministra bene e la Vigor non riesce a rendersi pericolosa. Al 37’ le rondinelle ringraziano e chiudono definitivamente il conto. Da un calcio di punizione dai 30 metri battuto da Cruciani, la barriera respinge la traiettoria, ancora sui piedi del fantasista biancoblu che rimette al centro. Nel parapiglia generale spunta Aquino che batte a rete: nel traffico spunta Calderini che di piatto fa 3-0. Tre gol come tre sono i risultati utili consecutivi (due vittorie in casa e un pareggio in trasferta) che restituiscono al campionato un Aprilia, adesso, tutto da gustare.

Gianpiero Terenzi (Fotoservizio Silvia Carletti)

IL TABELLINO

FC APRILIA – VIGOR LAMEZIA 3-0
FC Aprilia: Bifulco, Gomes, Crialese, Di Libero, Aquino, Diakite, Buonaiuto, Cruciani, Foderaro (17’st Calderini), Ceccarelli (38’st Criaco), Siclari. A disp: Caruso, Carta, Pinna, Fratangeli, Criaco, Calderini, Branicki. All: Vivarini.
Vigor Lamezia: Forte, Rondinelli, Bonasia, Giuffrida, Marchetti, Gattari, Cane (10’st Romero), Cerchia (32’st Visone), De Luca, Mangiapane, Lattanzio. A disp: Calderoni, Mercurio, Visone, Sbravati, Catalano, Erbini, Romero. All: Costantino
Arbitro: Lorenzo Ferrari (Mestre). Assistenti: Gabriele Trasarti (Teramo) e Mirko Bisbano (Lanciano)
Marcatori: 9’pt Ceccarelli, 40’pt Buonaiuto, 37’st Calderini
Note – Ammoniti: Mangiapane, Crialese, Buonaiuto, Bifulco, Gomes. Recupero : 1’pt e 5’st.

Lascia un commento