COPPA – Lenola ok, Sermoneta rimontato. Itri appesa a un filo

La Pro Calcio Lenola si impone 2-1 in rimonta sul Ciampino nella gara di andata dei sedicesimi della Coppa Italia di Promozione. E dire che i romani avevano subito messo in discesa la gara passando in vantaggio dopo appena due minuti di gioco con Sina: Pisapia si defila sulla sinistra e mette un pallone al 

Leggi tutto

La Pro Calcio Lenola si impone 2-1 in rimonta sul Ciampino nella gara di andata dei sedicesimi della Coppa Italia di Promozione. E dire che i romani avevano subito messo in discesa la gara passando in vantaggio dopo appena due minuti di gioco con Sina: Pisapia si defila sulla sinistra e mette un pallone al centro per il compagno di squadra, che anticipa Noccaro e batte Mancini di punta. La risposta biancoazzurra, però, non si fa attendere e arriva cinque minuti più tardi: lancio di Di Biasio dalla linea mediana per Tribuzio, il quale addomestica la sfera, entra in area di rigore ma calcia addosso ad Albertini in uscita, la sfera arriva a Colafrancesco che però da buona posizione non inquadra lo specchio. Al 20’ il Ciampino sfiora il raddoppio: sugli sviluppi di un lungo rinvio del portiere la retroguardia locale si fa trovare fuori posizione, Pisapaia prova a scavalcare Mancini col pallonetto ma il numero uno biancoazzurro si  supera e toglie la palla dall’incrocio dei pali. Da quel momento in poi la partita scorre via senza sussulti fino all’intervallo. Nella ripresa la Pro Calcio Lenola assume con maggiore decisione il controllo del match e ribalta il risultato. Al 53’  triangolazione Tribuzione-Colafrancesco-Tribuzio, con quest’ultimo che entra in area e trafigge Albertini sul primo palo. Passano dodici minuti e Di Biasio sigla il 2-1 con un calcio piazzato da venti metri che scavalca la barriera e si insacca alle spalle del numero uno romani. All’85’ Di Biasio va vicino al 3-1 con una conclusione dalla distanza. L’ultima occasione del match arriva soltanto centoventi secondi dopo, quando Albertini toglie dal sette un tiro dai venti di Vuolo.

SERMONETA RIMONTATO – Non basta il gol di Ponso per assaporare di nuovo il sapore della vittoria. Il Sermoneta pareggia 1-1 tra le mura amiche del Le Prata contro il Rodolfo Morandi, squadra ancora imbattuta in questa stagione tracampionato e Coppa. Un match probante per un Sermoneta che comunque ha fatto vedere margini di miglioramento dopo le due sconfitte consecutive in campionato con cui i ragazzi di Giovannelli si presentavano al match di antada. Una partita molto equilibrata, con poche occasioni da rete scossa, nel primo tempo, dal lampo di Ponso. Pregevole l’azione dell’esterno di centrocampo gialloblu che al 20’ semina un paio di uomini sulla sinistra, entra in area accentrandosi per poi lasciar partire un bolide di destro a incrociare che batte Lucci. Quattro minuti più tardi il match point arriva sui piedi di Lubirati, che spara a rete su da ottima posizione trovando però soltanto il legno. Il Morandi ringrazia la dea bendata e rilancia nella ripresa. Al 24’ primo squillo con un’azione convulsa in area di rigore: Pastro devia sulla traversa un bolide da fuori area, la palla viene risputata al centro dell’area di rigore dove Magrelli prova il tap-in di tacco con la palla che si alza e va a sbattere contro la trasversale. Il Sermoneta sospira, ma capitola qualche istante più tardi quando il neo entrato Cannone trova lo spunto giusto su spiovente dalla destra. Nel finale si accendono gli animi. Il Sermoneta protesta veementemente per un calcio di rigore non ravvisato dall’arbitro per un’uscita al limite della regolarità del portiere Lucci che travolge Tomassi lanciato a rete. Dall’altra parte il rigore arriva invece il penalty, anche in questo caso tra le proteste dei padroni di casa, per un atterramento in area di Magrelli da parte di Fiaschi che rimedia anche il «rosso» diretto. Dal dischetto si presenta lo stesso Magrelli, ma il guizzo di Pastro evita il peggio, lasciando alla gara di ritorno il verdetto qualificazione.

NETTUNO ALL’INGLESE – Risultato bugiardo, quello che ha sancito il confronto tra le due formazioni impegnate nella fase di qualificazione della Coppa Italia di Promozione. Benchè gli ospiti abbiano condotto la gara nel corso dell’intero primo tempo, sono stati i padroni di casa a chiudere in vantaggio i 45 minuti iniziali. Il gol è scaturito dal rilancio del portiere Giudice, cui è seguito un lungo cross che ha tagliato fuori la difesa avversaria, permettendo a Frezzotti di battere a rete, vanificando la pur coraggiosa uscita del portiere itrano. Sullo 0-1, per la Nuova Itri Parisella si è involato sulla sinistra e ha tentato la conclusione dopo l’azione tutta personale, con un tiro in diagonale che è finito di poco a lato del secondo palo. Sempre nel primo tempo Ialongo, nella metà campo del Nettuno, dopo essersi impossessato della palla, è avanzato e ha concluso a rete, mancando di pochissimo la porta. Nei secondi 45′ il Nettuno ha ripreso fiducia e si è lanciato in avanti, senza, comunque, far registrare ghiotte occasioni da goal. La Nuova Itri ha risposto con qualche timido contropiede ma, tutto sommato, le due difese non hanno dovuto faticare molto per contenere gli attacchi avversari.  Quando sembrava che la partitadovesse concludersi sul risultato già acquisito nei primi 45′, è giunto il raddoppio del Nettuno, giudicato troppo punitivo dagli itrani che non hanno sfigurato al confronto. Da un calcio di punizione battuto poco dopo il centrocampo, si è generata una furibonda mischia in area ospite, risolta da Rinaldi che, con un tiro da pochi metri ha battuto l’incolpevole Centola, coperto da un nugolo di giocatori.

BASSIANO, KO CHE BRUCIA – Incredibile al «Picozzi». Il Bassiano domina in lungo e in largo per tutti i 90’ ma perde. Tre legni colpiti a portiere battuto e un gol annullato a Esposito su segnalazione dell’assistente. Il Cerreto Laziale nell’unica conclusione, dopo appena sessanta secondi, fa gol e lo difende con il coltello tra i denti aiutato da una terna che ha penalizzato fortemente i padroni di casa. Partita quindi subito in salita per gli amaranto. Palla al centro e via, Cerreto Laziale subito in vantaggio con Rocchi abile su lancio in verticale a inserirsi in una difesa ancora non schierata, e il tiro dell’attaccante si infilava a fil di palo. Immediata la reazione dei padroni di casa, al 5’ cross dalla sinistra di Cestra, vola  Esposito e di testa mette dentro, ma il gol viene annullato dall’assistente. In campo c’è solo il Bassiano. Al 19’ rasoiata di Caiazzo e il pallone centra il palo. Al 32’ protagonista l’estremo difensore ospite che vola all’incrocio dei pali deviando in angolo una punizione di Cestra. Nella ripresa è un vero assalto al fortino messo su dagli ospiti, ma ancora due pali negano la gioia del gol del pari ai padroni di casa. Una sconfitta che grida vendetta in casa amaranto.

MINTURNO SCONFITTO – Un Città di Minturno-Marina sciupone e in qualche occasione distratto consente al Torrenova di portare a casa una preziosa vittoria e di ipotecare il passaggio del turno. I romani hanno subìto la superiorità dei padroni di casa per quasi tutto il match, ma grazie ad un pò di fortuna, all’abilità del portiere Vaghi e alla mancanza di concretezza degli avanti rossoblu, hanno ottenuto una vittoria che penalizza i minturnesi. L’avvio di gara era fulminante con Martino che al 6′ a porta vuota mandava a lato. Quattro minuti dopo Petronzio a portiere battuto centrava la traversa. I romani si facevano vedere al quarto d’ora, ma Cenerelli si opponeva ad un tiro di Di Cicco. Era il momento migliore dei capitolini che al 42′ passavano con Roano, che lasciato da solo in area depositava la sfera servitagli da Di Cicco. Due minuti dopo lo stesso numero tre colpiva la traversa di testa. Il secondo tempo era tutto di marca minturnese. Al 4′ una conclusione di Martino finiva fuori di poco, al 25′ Petronzio batte a rete ma Ticconi salva sulla linea. Dopo quattro minuti Martino metteva un pallone in mezzo ma la palla attraversava tutto lo specchio della porta senza che nessuno desse la zampata decisiva. Al 35′ Conte con un gran tiro impegnava Vaghi in un difficile intervento. Al 39′ Zinicola con una spettacolare rovesciata impegnava ancora Vaghi, che poco dopo si esibiva in un’uscita che evitava a Taglialatela di colpire a botta sicura. Una sconfitta che brucia contro una squadra che, almeno a Minturno, ha fatto vedere poco giocando di rimessa. Per il Minturno il problema è sempre lo stesso: manca un bomber davanti e ogni distrazione difensiva viene punita. Così è andata anche ieri nella partita che ha segnato il congedo di Campoli, che per l’occasione ha indossato la fascia di capitano e che è stato salutato dai tifosi con uno striscione. Il maratoneta della fascia sinistra, infatti, ha giocato il suo ultimo match in quanto da oggi si trasferirà a Milano per completare gli studi.

I TABELLINI

PRO CALCIO LENOLA – CIAMPINO 2-1
Pro Calcio Lenola: Mancini, Allard, De Fillipis, Noccaro, Subiaco, Di Biasio, Vuolo, Mirabella, Colafrancesco (35’st Pannozzi), Filosa (20’st Bruni), Tribuzio (10’st Del Monte). A disp.: Russo, Pannone, Magnafico, Fazzone. All.: Lauretti.
Ciampino: Albertini, Lunghi, Curione, Granata, Cremonini, Laforgia, Bonfigli, Frezza, Sina, Pisapia, Campagna. A disp.: D’Ippoliti, Brunetti, Zampetti, Vannozzi, Foresi, Schiavo, Di Carlo. All.: Vulpiani.
Marcatori: 2’pt Sina, 8’st Tribuzio, 20’st Di Biasio.
Note – Ammoniti: Allard, Bruni (PCL).

SERMONETA – RODOLFO MORANDI 1-1
Sermoneta: Pastro, Notarpietro, Birk, Bulboaca, De Simone, Piras, Fiaschi, Pelle, Lubirati, Funari (17’st Tomassi), Ponso (42’st Sangermano). A disp.: Remiddi, Maggi, Sangermano, Silvestri, Proia. All.: Giovannelli
Rodolfo Morandi:  Lucci, Bayslack (39’st Donatelli), Alcini, Pagnanelli, Castro, Ventura, Sewerin, Gallone, Magrelli, Leoni (21’st Cannone), Lupino. A disp.: De Paoli, Cutugno, Cannone, Donatelli, Micheli, Santorelli, Tacito. All.: Gentile
Arbitro: Roma 2
Marcatori: 20’pt Ponso, 26’st Cannone
Note – Espulsi: 39’st Fiaschi per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Lubirati, Alcini, Magrelli. Al 39’st Pastro para un calcio di rigore a Magrelli

NETTUNO – NUOVA ITRI 2-0
Nettuno: Giudice, Pietrangeli, Massari, Barbati, Montella, Zamparo, Frezzotti, Bernardi (33’pt Casaldi), Tell (27’st De Simone), Rinaldi, Mancini (40’st Spazi). A disp.: Lei, Tronetti, Macciocca, Bastianelli. All.: Cesarini.
Nuova Itri: Centola, Russo, Vendittozzi (24’st Mastroianni), Cardillo Ciccione (25’st Soscia), Patriarca, Mallardi, Parisella, Auricchio, Ialongo (25’st Di Dato), Averaimo, Spirito. A disp.: Porcaro, Ionta, De Tata, Frascogna. All.: Caneschi.
Arbitro: Scalco di Roma 2; assistenti:
Marcatori: 27’pt Frezzotti, 38’st Rinaldi.
Note – Ammoniti: Montella, Bernardi, Rinaldi e Mallardi.

BASSIANO – CERRETO LAZIALE  0-1
Bassiano: Ferrante, Colapietro ( 21’st Buggiani), Cima, Cestra, Esposito, Zazza, Caiazzo, Di Marco (19’st Bonanni), Benitez, Tarabonelli, Argento ( 26’st Campoli). A disp: Giubilei, Lombardi, Rufo. All: Campolo
Cerreto Laziale: Ciantolini, Scalchi, Valentini, Racciatti, Ponzini, Carpentieri, Veschi ( 21’st Cartellessa ), Cacciotti, Rocchi, Tucci, Spoletini. A disp: Capri, Cecchini. All: Mariani
Arbitro: Fagnani di Ciampino
Marcatori: 1’pt Rocchi

CITTA’ di MINTURNO- TORRENOVA 0-1
Città di Minturno: Cenerelli, Miraglia, Campoli, Conte, Sica, Caiazzo (6′ st Taglialatela), Merola (18′ st Zinicola), Pirolozzi, Sommella (6′ st Uva), Martino, Petronzio. A disp.: Di Nitto, Colavolpe, Mancinelli, Varone. All.: Pernice.
Torrenova: Vaghi, Di Mena, Roano, Fiocco, Spurio D. (22’st Cataldi), Ticconi, Nevoli, Spurio I., Melito (1’st Maruzzi), Russo, Di Cicco (26’st Monaco). A disp.: Migliori, Tanzi, Certiera, Bravi. All.: Vergili
Arbitro: Pantano di Frosinone
Marcatori: 42’pt Roano.
Note – Espulsi: Ticconi al 34′ st per doppia ammonizione; ammoniti: Campoli, Sica, Caiazzo, Taglialatela, Vaghi.

Lascia un commento