Giornata disastrosa per le pontine

Fatica a decollare il campionato esterno del Formia, che dopo il pareggio di due giornate fa a Segni rimedia anche una sconfitta, seppur di misura, a Morolo. Ne approfittano il San Cesareo, che porta a 6 i punti di vantaggio sui tirrenici, e la Lupa Frascati, che li aggancia al secondo posto nella classifica del 

Leggi tutto

Fatica a decollare il campionato esterno del Formia, che dopo il pareggio di due giornate fa a Segni rimedia anche una sconfitta, seppur di misura, a Morolo. Ne approfittano il San Cesareo, che porta a 6 i punti di vantaggio sui tirrenici, e la Lupa Frascati, che li aggancia al secondo posto nella classifica del girone B di Eccellenza. I difetti mostrati dalla formazione biancoazzurra sono quelli ormai consueti delle gare giocate in trasferta: tanto gioco, tanto cuore ma poca concretezza e una discreta dose di sfortuna. Come nel primo tempo, quando Liccardi si è liberato bene per il colpo di testa da posizione molto favorevole e ha trovato di fronte un ottimo Catracchi, autore di un intervento prodigioso. Dopo una prima frazione giocata a buoni livelli, il Formia sembrava in grado di sbloccare il match e di portare a casa tre punti d’oro. Invece, proprio nel momento migliore, la formazione allenata da Davide Palladino è andata in svantaggio. E’ successo tutto al 20’ della ripresa: tiro di Martino e pronta respinta di Salemme che però ha rinviato il pallone dritto sui piedi di Perrella che ha potuto battere a rete indisturbato. Restano forti dubbi sulla posizione dell’attaccante del Morolo, che al momento della respinta del portiere biancoazzurro sembrava in fuorigioco. Resta comunque la buona prova da parte della compagine formiana, che nel finale ha provato a gettare il cuore oltre l’ostacolo senza però riuscire a rimettere in piedi il match. Nel prossimo turno i tirrenici ospiteranno l’Almas Roma e proveranno a centrare la quinta vittoria consecutiva al «Perrone».

TERZA sconfitta consecutiva in campionato per il Terracina che al Colavolpe, privo degli infortunati Botta, La Cava e dello squalificato Ferrara, siinchina 4-0 alla Lupa Frascati. Il primo tiro della gara arriva al 3’ ed è targato Parasmo che dal limite non inquadra lo specchio della porta. Al 9’ si fa vedere il Terracina con Fanelli che con una punizione dal limite impegna Di Mario. Al 15’ Serapiglia, dalla trequarti sinistra, imbecca bene Fanelli che di testa impegna ancora Di Mario che blocca la sfera proprio sulla linea di porta. Al 23’, però, la Lupa Frascati passa in vantaggio: Leccese si incunea in area, supera Cuomo con un tocco sotto e sulla linea di porta Masciantonio mette dentro nonostante il tentativo di intervento di Portanova. Privo di punte di ruolo il Terracina cerca di reagire come può, soprattutto affidandosi a Fanelli e Borelli, ma al 29’ la Lupa Frascati raddoppia con una rasoiata di Scibilia da fuori area che si insacca sotto il set. Il micidiale uno-due taglia le gambe ai tigrotti, e la conferma arriva al 40’ con la terza rete ospite: Parasmo, lanciato in area, è abile a fulminare Cuomo con una conclusione a meza altezza. La ripresa si apre di fatto con il quarto gol della Lupa Frascati che all’8’ fa poker con un colpo di testa di Leccese lasciato solo soletto in area e libero di trafiggere Cuomo. Il Terracina si rivede dalle parti di Di Mario intorno al 13’, quando Cavallaro, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, manda la sfera a lato di poco. Al 24’ è Festa a mandare il pallone sul fondo dopo un tiro da fuori area. La sfida si chiude qui, anche se l’arbitro trova il tempo per espellere Serapiglia per doppia ammonizione.

AMARA trasferta per la Vigor Cisterna che torna da Segni a mani vuote. All’Angelo Colacchi finisce 3-2 per i locali con i biancocelesti che devono recriminare per essere stati due volte in vantaggio e non aver saputo gestire tale risultato. Una gara che ha regalato anche una coda di veleno per il gol che ha deciso la gara, rete questa contestata dalla Vigor Cisterna per come è arrivata. Pacetti match winner per i locali infatti ha spinto la sfera, danzante sulla linea di porta con un presunto tocco di mano che il signor Torsello prima ragguarda, annullando la rete e poi inspiegabilmente ritorna sui propri passi riassegnando la rete ai locali tra le vibranti proteste della banda di Greco. La cronaca della gara vede la Vigor partire forte sbloccando la gara con il ritorno al gol di Sergio Giacani, una rete questa che gli mancava dalla prima giornata contro il Colleferro: è il 2’ quando il numero nove biancoceleste si presenta a tu per tu con Salvitti e lo brucia con un preciso diagonale. Locali che non mollano e acciuffano il pari al 18’ su calcio di rigore per fallo su Corsetti, trasformato da Giacchè. Con il primo tempo che va in archivio con il punteggio in parità, nella ripresa la Vigor Cisterna mette di nuovo la freccia e si riporta avanti ancora con Giacani che trasforma in rete con una mezza girata un cross di Troisi. A risultato acquisito alla Vigor non gli riesce la gestione della gara e subisce il nuovo pari di Faiola, che approfitta di un cross perfetto di Binaco. Nelle battute finali l’episodio che decide l’incontro: è il 45′ quando da una mischia in area biancoceleste Pacetti spinge dentro la sfera che balla sulla linea per il vantaggio locale con il signor Torsello che subito annulla per tocco di mano per poi tornare sui propri passi scatenando le ire della Vigor Cisterna.

DOPO due successi consecutivi si ferma sul più bello la marcia del Podgora. Al «Pietro Bongiorno» la squadra di mister Paloni viene sconfitta per 2-0 dalla Superiride. La cronaca della gara vede la formazione di casa andare subito sotto con il la girata di testa di Verdini che sfrutta al meglio il primo corner della gara. Il gol subito non sprona il Podgora, anzi i locali continuano a subire per tutto il primo tempo il gioco degli ospiti, bravi nella costruzione del gioco, ma molto imprecisi negli ultimi sedici metri. Nella ripresa il tecnico Paloni stravolge la squadra, complice anche l’infortunio accorso a Arduini, l’ennesimo subito dai borghigiani, che provano ad alzare il proprio baricentro spingendosi nella trequarti avversaria. Maglitto e compagni a testa bassa provano a rimettere in piedi la gara, con la formazione ospite che gioca di rimessa e da una di queste ripartenze sigla con Mattei il gol della sicurezza che regala tre punti vitali per la lotta alla salvezza alla formazione di mister Ciacarmela. Una prova opaca che fa fare un passo indietro ad un Podgora che ora è chiamato al pronto riscatto nel prossimo turno, quando dovrà affrontare la delicata trasferta di Colleferro, sconfitta ieri nel derby contro il Valmontone per 1-0.

I TABELLINI

MOROLO-FORMIA 1 – 0
MOROLO: Catracchi, Persichini, Paoliello, Risi (25’ st De Rosa), Fasani, De Bellis, Gaitan, Burgueno (36’ st Buonanno), Martino, Prossi, Perrella. A disp.: D’Ambrosio, Annunziata, Orefice, Auricino, Mugliano. All.: Gaeta.
FORMIA: Salemme, Bernisi, Borrino, Vitale, Di Franco, Scipione, Fiorillo (15’ st Medoro), De Santis, Valente (25’ st Mariniello), Gioiello (18’ st Lavalle), Liccardi. A disp.: D’Alessio, Stellato, Iannitti, Volpe. All. Palladino. Arbitro: Luciani (Roma)
Marcatori: 20’ st Perrella
Note: Ammoniti Salemme, Gioiello, Valente (poi espulso dalla panchina per comportamento non regolamentare)

TERRACINA – LUPA FRASCATI 0-4
Terracina: Cuomo, Portanova (32’st Fiorini), Serapiglia, Festa, Cavallaro, Altobelli, Grossi, Foti, Borelli, Fanelli, Savarese (18’st Mucciarelli). A disp.: Petriglia, Bove, Drogheo, Percoco, Minieri. All.: Fraioli
Lupa Frascati: Di Mario, Sbardella (20’st Campione), Celli, Petrucci, Cacciaglia (18’st Ristori), Mancini, Scibilia, Cerrai, Leccese (27’st Roberti), Masciantonio, Parasmo. A disp.: Perez, Incitti, Cinelli, Moroni. All.: Patalano
Arbitro: D’Ambrosio di Frosinone (coadiuvato da Sanpieri e Anselmo di Roma 2)
Marcatori: 23’pt Masciantonio, 29’pt Scibilia, 40’pt Parasmo, 8’st Leccese
Note: espulso al 45’st Serapiglia per doppia ammonizione; ammoniti Festa, Foti, Leccese, Celli

SEGNI – VIGOR CISTERNA 3-2
Segni: Salvitti, Coccia, Rea, Ferraro (24’ st Faiola), Biasiotti, De Porzi, Simoncelli (12’ st Marocchi), Giacchè, Pacetti, Binaco, Corsetti (20’ st D’Acampo). A disp.: Prò, Carloni, Ronchetti, Tosiani. All.: Conti (squalificato, in panchina Pennesi)
Vigor Cisterna: Assogna, Paglia, Cannistrà, Travaglione, Anselmi, Latini, Frattarelli, Salvini, Giacani, Spinetti, Troisi. A disp.: Leone, Magni, Di Girolamo, Rossi, Mariti, Bellucci, Morelli. All.: Greco.
Arbitro: Torsello di Nichelino.
Marcatori: 2’ pt Giacani, 19’ pt Giacchè su rig., 2’ st Giacani, 26’ st Faiola, 45’ st Pacetti.
Note – Espulsi Pacetti al 45’ st per doppia ammonizione. Ammoniti: Corsetti, Biasiotti, Binaco.

PODGORA 1950 – N.SUPERIRIDE LA RUSTICA 0-2
Podgora 1950: Ramiccia, Bilancini, Arduini, Pacchiarotti, Seppani, Arena, Cifra, Rubino, Cirelli, Maglitto, Porcelli. A disp.: Angrisani, Grasso, Bertassello, Favero, Di Chiara, Russo, Di Maggio. All.: Paloni
N.S. La Rusica: Coscia, de Pierro, Titone, Stillo, Verdini, Di Ruzza, Anelli, Minelli, Bogdanov, Colarossi, Cunsolo. A disp.: mattoni, Bazzanti, Pasquini, Umbro, Mattei, Giudice, del Natale. All.: Ciancamerla
Arbitro: Cocco di Frosinone; assistenti Abbatecola di Cassino e Milazzo di Frosinone
Marcatori: 11’pt Verdini, 43’st Mattei

Lascia un commento