L’Agora è tornato in sella

L’ F.C. Agora, dopo il passo falso di Borgo Santa Maria, ha ritrovato immediatamente la vittoria e il primato in classifica. Al «Lorenzo Giannandrea» la truppa di Giacomo Bruscagin non conosce ostacoli e domenica ha ottenuto una vittoria squillante nello scontro diretto contro il Faiti. Saverio Nardulli, il valido direttore sportivo, ha commentato con grande 

Leggi tutto

L’ F.C. Agora, dopo il passo falso di Borgo Santa Maria, ha ritrovato immediatamente la vittoria e il primato in classifica. Al «Lorenzo Giannandrea» la truppa di Giacomo Bruscagin non conosce ostacoli e domenica ha ottenuto una vittoria squillante nello scontro diretto contro il Faiti. Saverio Nardulli, il valido direttore sportivo, ha commentato con grande soddisfazione la vittoria che ha portato al primato in compagnia di Sabaudia, Priverno e Vodice. «Contro il Faiti siamo riusciti ad esprimerci con lo spirito giusto – dice Nardulli – quindi vuol dire che la sconfitta di Borgo Santa Maria è stata salutare. Ci ha fatto capire che questo è un girone difficile, e che nel giro di due punti ci sono ben otto formazioni. Sarà un campionato equilibrato e che si deciderà tutto nelle battute finali. Ho visto un F.C. Agora ben determinato, che ha recuperato una certa compattezza. Ma inutile nascondere che c’è ancora tanto da lavorare. Le basi per fare bene, però, ci sono tutte e ora non resta che proseguire sulla strada intrapresa in maniera brillante. Il successo netto sul Faiti è un segnale importante e frutto di un’ottima prestazione fino al triplice fischio. Cosa che non c’è stata la domenica precedente, e giustamente il risultato ci ha penalizzato. I ragazzi hanno messo tanto impegno, dimostrando di avere un grande carattere, soprattutto nel momento migliore del Faiti. Sono contento – continua Nardulli – per quello che sta facendo il gruppo che sta lavorando duramente e seriamente sin dal primo giorno di preparazione. Con il tecnico Giacomo Bruscagin il rapporto è ottimo, siamo cresciuti insieme e non ci nascondiamo: l’Agora punta a un campionato da vertice ma sappiamo molto bene che non sarà semplice, perché ci sono almeno sette squadre attrezzate per la vittoria finale. La classifica è la più corta di tutti i raggruppamenti, e questo vuol dire che sarà dura per tutti. Noi ci vogliamo essere».

ARRIVA IL SAN DONATO – Domenica secondo turno consecutivo interno, arriva il San Donato Pontino di Marco Ceccarelli. «Il fattore campo sarà determinante – conclude Nardulli – Fare sei punti in due gare casalinghe sarebbe il massimo. Loro verranno con il dente avvelenato per la sconfitta interna rimediata contro il Vodice, quindi ci terranno a fare bene. Troveremo una compagine assetata di punti ma noi dobbiamo pensare solo a noi stessi. Le vittorie permettono di moltiplicare le energie ed aiutano a lavorare bene durante la settimana, quindi come sempre i ragazzi scenderanno in campo per i tre punti».

Lascia un commento