Vigor ai quarti, Terracina onora l’impegno

UN TERRACINA imbottito di giovani in età di Lega onora l’impegno di Coppa Italia: a Cerreto si arrende 3-2 al Pisoniano, già vittorioso 3-0 all’andata del Colavolpe, nel ritorno degli ottavi di finale. I tigrotti, alcuni dei quali utilizzati poco in campionato, non hanno lesinato energie cercando di giocarsi a testa alta la sfida fino 

Leggi tutto

UN TERRACINA imbottito di giovani in età di Lega onora l’impegno di Coppa Italia: a Cerreto si arrende 3-2 al Pisoniano, già vittorioso 3-0 all’andata del Colavolpe, nel ritorno degli ottavi di finale. I tigrotti, alcuni dei quali utilizzati poco in campionato, non hanno lesinato energie cercando di giocarsi a testa alta la sfida fino al termine. Una gara vivace anche perché disputata senza troppi assilli da entrambe le squadre dopo un’andata che aveva di fatto compromesso il ritorno. Nelle fila dei biancocelesti di Fraioli c’è da rimarcare il rientro di Borelli, subentrato a Savarese, che è stato gettato nella mischia ma con un vistoso tutore al braccio. Pisoniano in vantaggio al 18’ grazie a un colpo di testa di Calabrese sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il raddoppio dei padroni di casa arriva al 23’, quando l’arbitro concede un rigore, con un po’ troppa leggerezza, a causa di una presenta trattenuta in area su Valdastri: dagli undici metri non sbaglia Ndiaye. Il Terracina non ci sta e accorcia le distanze al 37’: Ferrara salta Criscuolo che è costretto a stenderlo per un penalty che Fanelli trasforma. Nella ripresa i tigrotti giungono al pareggio grazie a un gran gol dal limite dello stesso Fanelli. Ma c’è ancora tempo per il 3-2 siglato ancora da Ndiaye che capitalizza al massimo una mischia in area.

La Vigor Cisterna strappa il pass per i quarti di finale vincendo al Domenico Bartolani per 1-0. Gara che prima di prendere il via ha visto ricordare Andrea Di Camillo, giovane promessa scomparsa poco meno di un anno fa in un tragico incidente e che aveva vestito le casacche di entrambe le squadre affrontatesi ieri. Infatti prima della gara c’è stata la consegna di una targa ricordo tra gli applausi delle persone che assiepavano il Bartolani, con al centro del campo, gli amici ed il presidente dello Sporting Real Pomezia, a cui a fine gara lo staff biancoceleste ha voluto ringraziare calorosamente per la sua partecipazione. La vittoia per 1-0 ai danni dei pometini è arrivata grazie alla rete ad inizio ripresa del solito Spinetti. I padroni di casa partivano subito sull’acceleratore, forti anche del gol esterno messo a segno nella gara di andata. Formazione ospite che per nulla intimorita provava a farsi vedere dalle parti di Assonga con qualche trama orchestrata da Petraccia. La prima vera occasione era di marca biancoceleste con la voleè di Troisi che terminava fuori di nulla su invito di Spinetti . Nemmeno un minuto dopo ancora i due confezionavano una clamorosa palla gol : Troisi rubava palla a Morini, fuggiva sulla destra e appena in area calciava di prima intenzione, trovando l’opposizione di Remunian, con palla che tornava sui piedi di Spinetti che di sinistro batteva arete trovando questa volta la deviazione decisiva di Moi. Lo Sporting si rendeva pericoloso su palla inattiva con Petraccia che mandava di poco alto dai trentacinque metri. Alla mezz’ora Spinetti su un cambio di campo di Travaglione rientrava sul vertice sinistro dell’area di rigore e faceva partire un piattone sinistro a giro che Remunan andava a togliere dagli incroci; rispondeva il pometino Palombo con una fuga sulla corsia sinistra che lo metteva davanti a Assogna , ma la sua conclusione terminava la sua corsa sul fondo. Ancora Spinetti prima di andare al riposo non trovava la porta su invito di Troisi. Il secondo tempo si apriva con l’azione che decideva l’incontro: era il 2’ quando Troisi lavorara sulla destra un buon pallone e crossava basso; Sopransetti nel tentativo di liberare l’area calciava male la palla con Spinetti pronto a raccoggliere la sfera e a girarla in rete per l’1-0 locale. La reazione ospite tardava ad arrivare con la Vigor Cisterna che andava vicina al raddoppio più volte con il subentrato Giacani: l’attaccante biancoceleste scatenato ci provava prima con un colpo di testa ad incrociare trovando sulla sua strada un super Remunan e poi serviva a Frattarelli il colpo del ko ma la sua conclusione di piatto destro in piena area trovava l’opposizione decisiva di Sopransetti . Ancora Giacani con una serpentina in area si presentava a tu per tu con Remuna n che respingeva di piede il colpo di punta della punta biancoceleste. L’ultimo sussulto della gara lo regalava Spaziani in pieno recupero: l’ariete pometino si divincolava in area e di destro calciava non trovando però il bersaglio grosso.

PISONIANO – TERRACINA 3-2
Pisoniano: Criscuolo (12’st Bravetti), Cesareo, Anzini, De Angelis, Calabrese, Di Tommasi, D’Andrea (18’st Scorpio), Cesaro (14’st Deodati A.), Valdastri, Ndiaye, Fazi. A disp.: Deodati M., Campana, Reali, Tropeano. All.: Berti
Terracina: Petriglia, Fiorini, Bove, Foti, Percoco (25’st La Cava), Altobelli, Minieri, Del Duca (20’st Festa), Ferrara, Fanelli, Savarese (30’st Borelli). A disp.: Cuomo, Drogheo, Renzi, Grossi. All.: Fraioli
Arbitro: Matera di Roma 2 (coadiuvato da Contessa e Santoni di Roma 2)
Marcatori: 18’pt Calabrese, 23’pt (Rig.) e 24’st Ndiaye, 37’pt (Rig.) e 7’st Fanelli
Note: ammoniti Foti, Percoco, Minieri, Fanelli, Di Tommasi

VIGOR CISTERNA – SPORTING REAL POMEZIA 1-0
Vigor Cisterna: Assogna, Paglia, Cannistrà, Travaglione (35’st Di Girolamo), Magni, Latini, Frattarelli, Rossi, Morelli (40’st De Gennaro), Spinetti (26’st Giacani), Troisi. A disp.: Stancati, Anselmi, Onorato, Bellucci. All.: Greco
Sporting Real Pomezia: Remunan, Palombo, Piantadosi, Morini, Sopransetti, Moi (10’st Russo) , Martino, Campione, Spaziani, Petraccia, Rocchi (31’st Baronci). A disp.: Zigulich, Pettinari, Borschi, Pieri, Novelli. All.: Mosciatti
Arbitro: D’Ambrogio di Frosinone; assistenti Campagna (Cassino) e Orsini (Frosinone)
Marcatori: 2’st Spinetti
Note – Ammoniti Sopransetti, Paglia, Rossi

Lascia un commento