Formia di carattere. Solo pari Vigor, male il Terracina

Vittoria sofferta e in rimonta per il Formia, che si impone per 3-2 sul Lariano dopo essere passato due volte in svantaggio. Non una grandissima prestazione da parte della formazione di mister Palladino, che però ha dimostrato grande orgoglio e voglia di portare a casa tre punti fondamentali, tre punti che valgono il secondo posto 

Leggi tutto

Vittoria sofferta e in rimonta per il Formia, che si impone per 3-2 sul Lariano dopo essere passato due volte in svantaggio. Non una grandissima prestazione da parte della formazione di mister Palladino, che però ha dimostrato grande orgoglio e voglia di portare a casa tre punti fondamentali, tre punti che valgono il secondo posto in classifica. Dopo due minuti si vede il Formia: punizione di Vitale e respinta dalla retroguardia del Lariano. Gli ospiti rispondono al 5’: sugli sviluppi di un corner, Salemme è costretto al miracolo su un disimpegno errato di Liccardi. Pochi secondi dopo arriva il vantaggio del Lariano: svista della difesa biancoazzurra e palla a Marchionni, libero di battere a rete sul filo del fuorigioco. Il primo squillo formiano arriva al 16’ con una conclusione tanto bella quanto improvvisa di Liccardi che Capostagno devia in corner. E’ il preludio al pareggio: sul calcio d’angolo successivo battuto da Fiorillo, proprio Liccardi svetta più in alto di tutti e di testa firma l’1-1. Al 27’ i biancoazzurri costruiscono una grandissima occasione: filtrante di Fiorillo per Liccardi che viene anticipato dalla difesa gialloverde, il pallone finisce tra i piedi di Cacace che viene a sua volta anticipato. Poco dopo risponde il Lariano in contropiede con l’autore del gol Marchionni, Salemme esce e sventa il pericolo. Al 41’ ancora una grande azione orchestrata da De Santis per Di Franco, palla a Liccardi che coglie in pieno il palo. La ripresa fa registrare diverse occasioni ma, proprio quando il Formia sembra in grado di poter ribaltare la partita, al 22’ arriva il gol dell’1-2 per il Lariano: punizione battuta da Carlini, batti e ribatti in area e pallone ad Alexei che di testa batte Salemme per la seconda volta. Poco dopo Liccardi reclama un calcio di rigore ma viene ammonito per simulazione. Il pareggio arriva al 33’: corner battuto da De Santis e colpo di testa di Di Franco. Quando ormai la gara sembra essersi assestata sui binari del pareggio, arriva l’insperato vantaggio a due minuti dalla fine: punizione di Vitale e destro di Borrino per il 3-2 biancoazzurro.

TERRACINA ANCORA KO – Arriva la seconda sconfitta consecutiva del Terracina (terza contando anche lo stop nell’andata degli ottavi di Coppa Italia con il Pisoniano) che a Colleferro, al cospetto di una squadra che veniva anch’essa da un filotto di tre sconfitte di fila, ha perso anche la possibilità del pareggio a causa di una leggerezza di Foti, subentrato a Festa. E ora è crisi. Ma andiamo con ordine. La partita si sblocca al 23’, quando Matozzo viene atterrato in area e Di Matteo concede il penalty ai padroni di casa:dal dischetto Nilson spiazza Cuomo per l’1 a 0. Nel finale di tempo il Terracina reagisce e sfiora il pari al 45’: punizione di Fanelli dal limite, sulla respinta del palo interno alla sinistra di Tiseo, Grossi in spaccata mette alto da pochi passi. Nella ripresa è invece un Cardinali scatenato a sfiorare il gol del raddoppio per il Colleferro in tre occasioni: al 4’ in acrobazia, al 7’ con una deviazione sul primo palo su cross di Molle dalla destra e al 17’ con un diagonale di poco a lato. Ma al 20’ è proprio il Terracina a trovate la rete del pareggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo: Fanelli è lì e di testa fa 1-1. A questo punto Baiocco getta nella mischia Salvagni e la mossa dell’allenatore rossonero si rivela decisiva: è il 27’ quando Foti cincischia a centrocampo consentendo a Salvagni di soffiargli il pallone e di concludere in porta con un sinistro dal limite che regala la preziosa vittoria al Colleferro e ancora una delusione al Terracina. «Non è la prima volta che un’ingenuità ci costa la partita – ha tagliato corto al termine del confronto mattutino il direttore generale dei tigrotti Carmine Caiazzo – Peccato, perché almeno il pareggio era alla nostra portata».

PAREGGIO DELUDENTE PER LA VIGOR – La Vigor Cisterna coglie il primo pari in campionato. La squadra di mister Greco torna dalla trasferta romana con uno 0-0 ottenuto contro un’arcigna La Rustica. Gara giocata sotto ritmo dalla formazione ospite che non approfitta dei risultati ottenuti dalle squadre alle spalle dei biancocelesti. Protagonisti della gara i due portieri oggi scesi in campo, Coscia ed Assogna, autori a turno di interventi salva risultato per le loro rispettive squadre. La cronaca della gara vede comunque partire forte la formazione di mister Alfonso Greco con Paolo Troisi che si rende pericoloso nei primi minuti in almeno due circostanze; la prima su staffilata sventata da Coscia , la seconda in acrobazia con palla che termina fuori dallo specchio della porta. Dalla mezz’ora in poi la gara scende di ritmo, con la Vigor che prova ancora qualche sortita offensiva senza esito. E’ il 34′ quando da una punizione di Spinetti, Travaglione si ritaglia lo spazio per poter calciare spedendo la sfera alta. Al 38′ Spinetti ha la possibilità di sbloccare la gara ma la sua conclusione è troppo centrale. Pochi minuti dopo il difensore Anselmi ci prova ma la sua bordata viene disinnescata da Coscia. Nella ripresa la Superiride tira fuori la testa e va vicina al vantaggio in almeno due circostanze con capitan Colarossi, che trova però sulla sua strada un super Assogna. Poi subentra la stanchezza e solo nel finale la Vigor Cisterna prova a sfondare il fortino della Superiride, ma la difesa locale chiude tutti i varchi.

PODGORA, BIS SERVITO – Dopo aver espugnato il Colavolpe di Terracina, il Borgo Podgora colpisce ancora superando 2-1 il Valmontone e centrando la seconda vittoria consecutiva per la prima volta. Paloni nell’occasione deve fare i conti con la sfortuna e schiera in campo una formazione zeppa di giovani. Al fischio d’inizio sono gli ospiti a fare la partita e a creare tre occasioni con Valentino, Cianni e di nuovo con Valentino. L’inizio devastante degli ospiti sorprende il Podgora che al forcing ospite risponde con le ripartenze. Proprio nel corso di una di queste azioni Cirelli sfrutta una scivolata di Galasso ed insacca da fuori area il pallone sotto il set. Il vantaggio siglato dall’undici di Paloni taglia le gambe al Valmontone che di colpo arretra il baricentro permettendo ai locali di giocare la propria partita. Il secondo tempo è bello quanto vibrante, sia per la mole di gioco offerto da entrambe le formazioni quanto per l’agonismo che sin dal primo minuto caratterizza la partita. Inevitabilmente il canovaccio non cambia: il Valmontone fa la partita nel tentativo di recuperare lo svantaggio ma alla mezz’ora arriva il raddoppio dei padroni di casa con Rubino che di testa mette in rete sfruttando al massimo gli sviluppi di un corner. Nel finale gli ospiti, su calcio di punizione, accorciano le distanze con De Vizzi che beffa Ramiccia.

Stefanelli, Marangon, Mancini

I TABELLINI

FORMIA – LARIANO 3-2
Formia: Salemme, Bernisi, Borrino, Vitale, Di Franco, Iannitti, Fiorillo (25’ st Mariniello), De Santis, Scipione (17’ st Medoro), Cacace (11’ st Gioiello), Liccardi. A disp.: D’Alessio, Panella, Lavalle, Volpe. All.: Palladino
Lariano: Capostagno, Tiburzi, Moroni, Carlini, Sbraglia, Marongiu, Zucchelli (15’ st Soldano), Maiorano, Marchionni, La Rosa, Testa (15’ st Alexei). A disp.: Mattogno, Scifoni, Giordani, Romaggioli, Vinci. All.: Solimina
Arbitro: Lo Prete di Catanzaro. Assistenti: Racanelli e Pierotti di Roma Uno
Marcatori: 5’ pt Marchionni (L), 17’ pt Liccardi (F), 22’ st Alexei (L), 33’ st Di Franco (F), 43’ st Borrino (F)
Note: ammoniti De Santis, Liccardi

COLLEFERRO – TERRACINA 2-1
Colleferro: Tiseo, Incitti, Fiacco, Figlioli, Molle, Nilson, Amici, Abbondanza, Cardinali (33’st Pedrocchi), Matozzo, Pasqualini (20’st Salvagni). A disp.: Pistoia, Moriconi, Coppotelli, Petrella, Pazienza. All.: Baiocco
Terracina: Cuomo, Renzi (15’st Fiorini), Serapiglia, Drogheo (1’st Ferrara), Cavallaro, Altobelli, Grossi, Festa (19’st Foti), Fanelli, La Cava, Savarese. A disp.: Petriglia, Bove, Del Duca, Minieri. All.: Fraioli
Arbitro: Di Matteo di Roma
Marcatori: 23’pt Nilson (C) su rigore, 20’st Fanelli (T), 27’st Salvagni (C)
Note: ammoniti Molle, Altobelli, Cardinali, Abbondanza, Ferrara

SUPERIRIDE LA RUSTICA – VIGOR CISTERNA 0-0
S. La Rustica: Coscia, De Pierro, Titone, Stillo, Verdini, Di Ruzza, Anelli (45’ st Mattei), Minelli, Casaldi (31’ st Mazzella), Colarossi, Consolo (25’ st Del Natale). A disp.: Mattoni, Bazzanti, Ferrazza, Giudice. All.: Ciancamerla
Vigor Cisterna: Assogna, Ciarla, Cannistra (1’ st Di Girolamo), Travaglione, Anselmi, Latini, Frattarelli, Salvini, Bellucci (15’ st Mariti), Spinetti, Troisi (15’ st Giacani). A disp.: Leone, Magni, Rossi, Morelli. All.: Greco
Arbitro: Campogrande di Roma 1; assistenti Mattia (Cassino) e Antonaglia (Roma1)
Note: gara disputata a porte chiuse. Ammoniti Minelli, Consolo, Frattarelli, Troisi.

BORGO PODGORA – VALMONTONE 2-1
Borgo Podgora: Ramiccia, Rubino, Arduini, Sossai (Bilancini 19’st), Seppani, Arena, Cifra, Pacchiarotti, Cirelli, Maglitto (Grasso 44’st), Porcelli. A disp.: Angrisani, Costigliola, Bertassello, Favero, Di Chiara. All.: Paloni
Valmontone: De Vellis, Costa, Bianchi, Ramacci (Ciorciolini 38’st), Nardi, Galasso, Filippi, De Vizzi, Cianni (Pangrazi 1’st), Valentino, Polverino (Ognibene 21’st). A disp.: Traversi, Ruffo, Niro, Tartaglione. All. Di Rosa
Marcatori: Cirelli 17’pt, Rubino 28’st, De Vizzi 37’st
Arbitro: Maranesi di Ciampino (coadiuvato da Assante e Carnevale di Frosinone)
Note: ammoniti Cirelli, Arduini, Pacchiarotti

Lascia un commento