Il Campo Boario si gode il primato

Non si può certo dire che il Campo Boario abbia pagato lo scotto del noviziato. La compagine nerazzurra neo promossa nel campionato di Seconda categoria ha ottenuto sette punti in tre gare conquistando la vetta della classifica in perfetta solitudine. La ricetta? Aver confermato in blocco il gruppo che ha vinto il campionato di Terza 

Leggi tutto

Non si può certo dire che il Campo Boario abbia pagato lo scotto del noviziato. La compagine nerazzurra neo promossa nel campionato di Seconda categoria ha ottenuto sette punti in tre gare conquistando la vetta della classifica in perfetta solitudine. La ricetta? Aver confermato in blocco il gruppo che ha vinto il campionato di Terza categoria con cinque innesti che subito si sono inseriti nello scacchiere del tecnico Massimo Banin. Sono il centrocampista Manuel Tittoni ex Sermoneta, Iacopo Mustaccio esterno alto ex Borgo Grappa, il difensore Mario Capponi ex Brigata Littoria e gli attaccanti Roberto Esposito ex Sabaudia e la ciliegina sulla torta Francesco Asciolla ex Borgo Flora. Ritocchi che sono stati indovinati dal diggì Giampiero Di Pofi. «Abbiamo avuto un buon approccio alla categoria – dice Di Pofi – Che premia l’attività di preparazione da parte della società. La squadra insieme al tecnico Banin sta facendo un buon lavoro. Siamo soddisfatti per questo inizio di stagione e voglio ricordare che siamo usciti dalla Coppa Lazio senza aver mai perso, soltanto per un atteggiamento poco sportivo da parte di una società che non si è presentata a giocare perché era già eliminata, quindi siamo usciti per differenza reti. Il nostro obiettivo è quello di ben figurare senza commettere l’errore di fare il passo più lungo della gamba, in attesa dei gol di Nilo Santucci, intanto ci teniamo stretti quelli che sta facendo Ciccio Asciolla, già al comando della classifica dei marcatori».

E DOMANI IL SABAUDIA – Domani è scontro diretto in casa del Sabaudia, che proprio domenica scorsa ha perso imbattibilità e primato. «Andiamo a Sabaudia consci del valore dell’avversario – dice l’attaccante Asciolla – Hanno dichiarato di voler vincere giustamente il campionato, hanno tutte le carte in regola per farlo. Insieme ai cugini dell’Atletico Littoria siamo le uniche due squadre imbattute, non ci vogliamo fermare. Campo Boario? La mia è stata una scelta di vita, indossare la maglia di uno dei sodalizi più storici del capoluogo mi riempie di orgoglio. Quello di domenica è uno scontro diretto anche se siamo solo alla quarta giornata, non perderlo è importante». Con un potenziale d’attacco come quello formato da Asciolla, Santucci e Patriarca e una difesa imperniata sul sempre verde Fabrizio Gargano in porta, Nardi e Valle centrali è un Campo Boario che può arrivare veramente lontano.

Lascia un commento