I limiti di un Latina che ora deve vincere

Il Latina si impantana a Prato all’89’ e perde per 2-1 la sua seconda partita consecutiva sprofondando, proprio per mano dei toscani che sorpassano, al terzultimo posto della classifica davanti solo a Bassano e Feralpi Salò, prossimo avversario dei pontini al Francioni. Sanderra cambia qualcosa, ma i risultati sono gli stessi.  Pochi, anzi nulli, i 

Leggi tutto

Il Latina si impantana a Prato all’89’ e perde per 2-1 la sua seconda partita consecutiva sprofondando, proprio per mano dei toscani che sorpassano, al terzultimo posto della classifica davanti solo a Bassano e Feralpi Salò, prossimo avversario dei pontini al Francioni. Sanderra cambia qualcosa, ma i risultati sono gli stessi.  Pochi, anzi nulli, i rifornimenti a Jefferson troppo isolato e troppo spaesato l’ davanti, e poche idee per pungere. Solo un caso la rete di Farina, arrivata su grosso errore del portiere ospite. Cortesia prontamente restituita da Martinuzzi che, anche se meno colpevole del collega, si fa trafiggere da Pisanu da 35 metri. Due lampi che illudono. La partita infatti si affloscia su sè stessa, palesando i limiti di due squadre che dovranno davvero fare molto, molto di più per evitare almeno i playout.

PARTENZA SPRINT – Il Latina, disposto con il 4-1-4-1, si presenta con tre novità rispetto alla squadra di domenica scorsa: in difesa torna Toscano sulla corsia di sinistra, mentre gli esterni alti sono Tortolano, di nuovo titolare dopo due gare, e Pagliaroli, per la prima volta in campo dal primo minuto. Al 5’ occasionissima per il Prato: Martinuzzi respinge alla meno peggio un destro dalla distanza di Alberti e regala una palla d’oro a De Agostini, ma per fortuna del Latina l’esterno di casa spara alto a tu per tu con il portiere nerazzurro. La risposta dei pontini arriva all’8’, quando Giannusa su calcio di punizione sfiora il palo alla sinistra di Layeni. Al 13’ i nerazzurri passano in vantaggio su calcio di punizione, guadagnato da Tortolano, che lo stesso talento di Ostia tocca corto per Farina: il rasoterra del centrale nerazzurro viene deviato da Fogaroli in barriera e sorprende Layeni che si lascia beffare sotto le gambe. Al 20’ arriva immediato il pareggio del Prato e anche in questo caso da calcio piazzato: Pisanu lascia partire un destro da trentacinque metri che buca la barriera e si infila sotto la traversa, con Martinuzzi immobile. La gara resta equilibrata e per vedere un altro tiro nelle specchio bisogna attendere il 31’ ed ancora da calcio piazzato: il sinistro di Giannusa viene bloccato senza problemi da Layeni. I nerazzurri chiudono in avanti l’ultima parte della prima frazione, senza però creare pericoli al portiere di casa.

SECONDO TEMPO – Ripresa che inizia con un Latina pimpante e pericoloso nei primi minuti con Pagliaroli: al 5’ il giovane nerazzurro guadagna il fondo e serve a rimorchio Jefferson anticipato dal recupero di Serafini, al 6’ la rovesciata del classe ’93 di Sonnino pesca ancora il brasiliano che di testa non crea problemi a Layeni. Al 9’ Esposito si gioca tutti i cambi a disposizione (nel primo tempo Lamma infortunato aveva lasciato il posto a Sacenti): fuori Basilico e Geroni, dentro Silva Reis e Gori. Il match non decolla, ma il Latina della ripresa gioca meglio dei toscani, che si vedono solo al 19’ con un calcio piazzato di Pisanu parato da Martinuzzi. Dal 20’ torna a regnare l’equilibrio, la gara si gioca a centrocampo e di azioni se ne contano pochissime: al 25’ Martinuzzi blocca il rasoterra di Alberti, al 26’ Tortolano fa il solletico a Layeni con un destro da fuori. Al 27’ primo cambio di Sanderra: fuori Jefferson, dentro Bernardo. Al 31’ termina anche la gara di Tortolano, al suo posto entra Ricciardi. Al 34’ occasionissima per il Latina: angolo di Giannusa, Bernardo incorna in modo perfetto e Layeni si salva con un autentico miracolo. Al 43’ la palla gol fallita dal Prato fa il pari con quella Bernardo: Martinuzzi devìa sulla traversa il destro a botta sicura di Pisanu. Ma al 44’ i nerazzurri capitolano: sull’angolo di Pisanu, Martinuzzi anticipa Alberti e libera l’area, al limite raccoglie Fogaroli che con un preciso destro firma il 2-1. Sanderra si gioca il terzo cambio: entra Zampaglione al posto di Toscano. Ma dopo 5’ di recupero al Lungobisenzio termina con la vittoria dei toscani.

IL TABELLINO

PRATO – LATINA 2-1
Prato: Layeni, Manucci, De Agostini, Fogaroli, Serafini, Lamma (18’ Sacenti), Cavagna, Geroni (9’ st Gori), Alberti, Pisanu, Basilico (9’ st Silva Reis). A disp.: D’Oria, Varutti, Piantoni, Morelli. All.: Esposito
Latina: Martinuzzi, Toninelli, Toscano (45’ st Zampaglione), Tortolano (31’ st Ricciardi), Cafiero, Farina, Matute, Berardi, Jefferson (27’ st Bernardo), Giannusa, Pagliaroli. A disp.: Costantino, Gasperini, Carta, Merito. All.: Sanderra
Arbitro: Melidoni di Frattamaggiore. Assistenti: Di Vuolo di Caltanissetta e Sentangelo di Nocera Inferiore
Marcatori: 13’ Farina, 20’ Pisanu, 44’ st Fogaroli
Note: Ammoniti: Farina, Fogaroli, Giannusa, Cafiero, Toscano

Lascia un commento