Il Lenola non ha paura di volare. Baratro San Michele

La Pro Calcio Lenola passa di misura in casa del San Michele, centra la seconda affermazione consecutiva e vola al comando del girone «D» con una lunghezza di vantaggio sul quartetto formato da Nuova Itri, Vis Sezze Setina, Nuova Circe e Fontana Liri. Per l’undici di Gerardo Bocchino, invece, arriva terza gara di fila senza 

Leggi tutto

La Pro Calcio Lenola passa di misura in casa del San Michele, centra la seconda affermazione consecutiva e vola al comando del girone «D» con una lunghezza di vantaggio sul quartetto formato da Nuova Itri, Vis Sezze Setina, Nuova Circe e Fontana Liri. Per l’undici di Gerardo Bocchino, invece, arriva terza gara di fila senza gol e senza punti.

CRONACA – Nei primi quindici minuti di gioco le due squadre battagliano nella zona centrale del campo senza riuscire a creare grattacapi alle retroguardie avversarie. Al 17’ arriva la prima trama offensiva dell’incontro: Cocuzzi libera al tiro Picciotto che dal vertice destro dell’area scalda i guanti a Mancini con una conclusione forte ma centrale. Quattro minuti più tardi è Ambrosi a provarci con una spettacolare rovesciata ma la palla finisce sul fondo. Passano sei minuti e la Pro Calcio costruisce la più nitida palla gol della prima frazione: punizione tagliata di Filosa dalla sinistra che attraversa tutta l’area e riflesso di Pepe, che riesce a salvarsi in calcio d’angolo nonostante il rimbalzo ravvicinato del pallone. Dalla bandierina Filosa tocca corto per Vuolo che, dal lato destro dell’area di rigore, lascia partire un cross col contagiri per Noccaro, il quale però manda incredibilmente alto di testa ad un paio di metri dalla linea di porta. Alla mezzorainiziativa personale di Fazzone sulla sinistra, cross per Colafrancesco che viene anticipato da Pepe in uscita alta, la palla arriva a Vuolo che però non trova lo specchio da posizione favorevolissima. Dopo centoventi secondi un contatto a palla lontana e non visto dal direttore di gara tra Bruni e Picciotto (che nella circostanza finisce a terra) accendi gli animi: la panchina borghigiana chiede il cartellino rosso per il capitano biancoazzurro ma dell’accaduto non si sono accorti né l’assistente né l’arbitro, che alla fine espelle mister Bocchino e Giuliano Sacchetti. Prima di rientrare negli spogliatoi c’è giusto il tempo per una conclusione dai venti metri di Flamini e per un’uscita bassa di Pepe ad anticipare Colafrancesco lanciato a rete da Filosa.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con una buona opportunità per Cocuzzi che però non riesce a deviare alle spalle di Mancini il traversone di Di Muro. Al 50’ Bruni allarga sulla sinistra per Vuolo, il quale salta il diretto marcatore, entra in area e serve al centro l’accorrente Filosa che però non trova l’impatto col pallone. Un quarto d’ora più tardi arriva l’episodio che cambia il match: Meneghello protesta col direttore di gara per un dubbio offside di Flamini ma paga l’eccessiva permalosità dell’arbitro con due cartellini gialli nel giro di un minuto. A quel punto gli ospiti provano ad assumere con maggiore decisione le redini del gioco e mister Lauretti aumenta il peso specifico del suo attacco avvicendando capitan Pannozzo con Del Monte. Al 76′, puntuale, arriva il gol che vale vittoria e primato solitario in classifica per gli ospiti: Vuolo si invola di nuovo sulla sinistra e serve Colafrancesco, che all’altezza del limite dell’area piccola gira di prima intenzione e trafigge Pepe sul primo palo. Sessanta secondi dopo scocca l’ora di Bassani che rileva un esausto Picciotto. Dopo aver effettuato il cambio il San Michele va vicinissimo al pari: sugli sviluppi di un calcio piazzato dalla sinistra, Taveri salta più alto di tutti ma il pallone si stampa sul montante alla sinstra di Mancini, la sfera arriva ad Ambrosi che però, da posizione favorevolissima, non trova lo specchio. Al 79’, a soli centoventi secondi dal suo ingresso in campo, finisce la gara di Bassani: l’attaccante si becca due volte con il solito Bruni, la seconda proprio sotto gli occhi dell’arbitro e rimedia un ingenuo cartellino rosso che costringe il San Michele agiocare le battute finali del match addirittura in nove uomini. Negli ultimi tredici minuti di gioco, tra l’82’ e il 95’, le due squadre costruiscono due palle gol a testa: prima è Colafrancesco ad arrivare con un pizzico di ritardo sul tiro-cross di Del Monte, all’88’ Costanzi calcia appena dentro l’area ma trova l’opposizione di un avversario, al 94’ ancora Costanzi si ritrova tutto solo al centro dell’area di rigore ma la sua conclusione, con Mancini in uscita bassa, sfiora soltanto il palo. A pochi secondi dal triplice fischio Pepe nega a Colafrancesco la gioia della doppietta.

Simone D’Arpino

IL TABELLINO

SAN MICHELE – PRO CALCIO LENOLA 0-1
San Michele: Pepe, Di Muro, Noviello, Ambrosi, Taveri, Pignatiello (38’st Varano), Saoud (38’st Costanzi), Picciotto (32’st Bassani), Flamini, Meneghello, Cocuzzi. A disp.: Cardinale, Ciampini, Ruggiero L., De Paolis, Cardinale. All.: Bocchino.
Pro Calcio Lenola: Mancini, Allard, Pannozzo A. (29’st Del Monte), Noccaro, Di Fazio, Magnafico (15’st Mirabella), Vuolo (39’st Subiaco), Bruni, Colafrancesco, Filosa, De Filippis. A disp.: Pannozzo M., Fazzone, Russo, Sacchetti G. All.: Lauretti (squalificato).
Arbitro: Fagnani di Ciampino.
Marcatori: 31’st Colafrancesco.
Note – Espulsi: mister Bocchino e Sacchetti G. al 32’pt, Meneghello al 20’st per doppia ammonizione e Bassani al 34’st; ammoniti: Ambrosi, Picciotto (SM), Allard, Pannozzo A., Mirabella, Bruni (PCL)

Lascia un commento