Vittori non ci sta: “Circe già penalizzata”

La Prima sconfitta stagionale della Nuova Circe è stata accompagnata da una direzione arbitrale che ha lasciato molto perplessi. Una sconfitta che grida vendetta arrivata più per fattori esterni che per il valore della Techna Ferentum. Non ci sta il presidente Fabrizio Vittori. «La sconfitta di Ferentino è stata assolutamente immeritata per come si sono 

Leggi tutto

La Prima sconfitta stagionale della Nuova Circe è stata accompagnata da una direzione arbitrale che ha lasciato molto perplessi. Una sconfitta che grida vendetta arrivata più per fattori esterni che per il valore della Techna Ferentum. Non ci sta il presidente Fabrizio Vittori. «La sconfitta di Ferentino è stata assolutamente immeritata per come si sono svolti gli eventi del match. Senza nulla togliere alla formazione di mister Bellardini che è una buona squadra, ma che certamente non ha bisogno di aiuti arbitrali per conquistare i tre punti in palio. Il direttore di gara ha subito indirizzato la gara a favore degli avversari, visto che dopo cinque minuti gli ha concesso un calcio di rigore ed ha espulso Onorato. Il fallo è stato fuori area e Onorato non era l’ultimo uomo. Nonostante tutto siamo riusciti a pareggiare, poi giocare 90’ in inferiorità numerica non è certamente semplice, così è arrivato il gol della loro vittoria. Per quanto mi riguarda già nella scorsa stagione sono entrato nel merito delle conduzioni arbitrali, chiedendo equità di giudizio e senso di responsabilità. Quest’anno sono dello stesso avviso e qualora si dovesse presentare una direzione di gara come quella di domenica scorsa mi farò sentire nelle sedi opportune. Ma il sottoscritto con il calcio non ha ritorni, quindi posso parlare con più libertà sempre nel massimo rispetto di tutti. Mi hanno insegnato che il calcio si deve fare nel massimo rispetto dei ruoli e dell’avversario, cosa che non vedo nei confronti della Nuova Circe. Siamo appena all’inizio della stagione e già contiamo due cartellini rossi e diversi gialli, siamo stufi dei continui errori arbitrali che ci stanno penalizzando».

STIAMO CRESCENDO – Sulla prova della Nuova Circe cosa si sente di dire? «La Nuova Circe sta crescendo di settimana in settimana mostrando un bel calcio, purtroppo giochiamo sempre dodici contro undici. L’aspetto che va migliorato quanto prima è la cattiveria calcistica, non è semplice perché questa è una squadra che pensa soltanto a giocare palla a terra Sono soddisfatto del lavoro del tecnico Gianni Marzella svolto con i suoi ragazzi. L’obiettivo? Quello di continuare sulla strada intrapresa nella scorsa stagione, questo però se ce lo faranno fare». Intanto la squadra ha ripreso a lavorare pensando alla gara interna di domenica al Ballarin contro il Real Caiamari, formazione che arriva dalla sconfitta interna rimediata contro il Tecchiena. Ritorna a disposizione Mirko Reccolani, la sua assenza a Ferentino si è sentita. Servono subito i tre punti per ritornare a marciare per rimanere sempre nelle posizioni nobili della classifica.

Paolo Annunziata

Lascia un commento