La nuova sfida del “Tabba”

Riparte dalla Seconda categoria, e più precisamente da Sabaudia, l’avventura di uno dei volti noti del calcio dilettantistico pontino. Mattia Tabanelli, esterno di centrocampo ha scelto il Calcio Sabaudia per rilanciare la personale sfida per vestire ancora i panni del protagonista sul palcoscenico del calcio nostrano. Dopo le esperienze in Promozione in forza alla Sa.Ma.Gor., 

Leggi tutto

Riparte dalla Seconda categoria, e più precisamente da Sabaudia, l’avventura di uno dei volti noti del calcio dilettantistico pontino. Mattia Tabanelli, esterno di centrocampo ha scelto il Calcio Sabaudia per rilanciare la personale sfida per vestire ancora i panni del protagonista sul palcoscenico del calcio nostrano. Dopo le esperienze in Promozione in forza alla Sa.Ma.Gor., nella passata stagione il “Tabba” ha vissuto la scorsa stagione con i colori del Bella Farnia, sempre in Seconda categoria, squadra con cui ha vinto campionato e Coppa Lazio risultando a fine anno il capocannoniere dell’undici allora allenato da mister Marco Iannarilli. Un’annata comunque passata tra alti e bassi a masticare parecchi bocconi amari partendo spesso dalla panchina ma risultando, alla fine, decisivo: “Ricorderò sempre l’esperienza con il Bella Farnia – ha spiegato Tabanelli – Con quella squadra ho vissuto un’annata straordinaria che sarà quasi impossibile ripetere. Da parte mia c’era tutta la volontà, inizialmente, nel rimanere. Ma quando ho visto che la linea societaria era quella di smantellare il gruppo della scorsa stagione ho preferito togliere il disturbo. La cosa che porterò con me sarà sempre il calore dei tifosi biancoverdi, davvero encomiabili per attaccamento alla maglia e passione”.
Ancora la Seconda categoria sulla tua strada, nonostante molte offerte anche da categorie superiori, come mai?

LA SCELTA DI SABAUDIA – “Ho scelto Sabaudia per la bontà del progetto – ha spiegato il giovane centrocampista latinenese -. Un gruppo dirigenziale serio e completo a cui sono legato soprattutto per l’amicizia con Amedeo Trulli ed il secondo allenatore Giuseppe Trulli, il cui ritorno al fianco di mister Polidori è stato fortemente voluto da tutti i ragazzi della squadra. Un altro motivo non di secondaria importanza, il fatto della passione che ho per le sfide. Qui a Sabaudia ci sono tutti i presupposti per fare una bella stagione e divertirsi. Abbiamo una rosa con una media di età molto bassa: siamo giovani e pronti a stupire, insomma, gli stimoli per fare qualcosa di buono ci sono tutti. Non ho mai guardato alla categoria, quello non importa. Ho sempre cercato le motivazioni e nel progetto Calcio Sabaudia le ho trovate davvero tutte”.

IL VIA CON LA COPPA LAZIO – Calcio Sabaudia che già da domani affronterà il primo impegno ufficiale della stagione con la Coppa Lazio di Seconda categoria. Al Fabiani arriva la Vis Juventute Terracina: “Sarà una sfida molto sentita – continua Tabanelli – Ma ho cercato di far capire ai miei compagni l’importanza di fare bene anche in Coppa. Le soddisfazioni che ho ricevuto l’anno scorso andando avanti in questa competizioni non le ho mai provate nemmeno vincendo in campionato. Il mio sogno sarebbe quello di vincerla di nuovo con la maglia del Sabaudia”.

Lascia un commento