Gaeta ko a Nardò

Il Gaetacrolla sotto i colpi del Nardò. Allo stadio Giovanni Paolo II, in Puglia, i biancorossi del patron Pasquale Iezzi perdono 3-1 all’esordio nel nuovo campionato di serie D e cominciano senza dubbio male una stagione che si preannuncia difficile per quello che si è visto in campo. La squadra, affidata a Marcello Casu in settimana 

Leggi tutto

Il Gaetacrolla sotto i colpi del Nardò. Allo stadio Giovanni Paolo II, in Puglia, i biancorossi del patron Pasquale Iezzi perdono 3-1 all’esordio nel nuovo campionato di serie D e cominciano senza dubbio male una stagione che si preannuncia difficile per quello che si è visto in campo. La squadra, affidata a Marcello Casu in settimana per le dimissioni di Fabrizio Perrotti, era anche riuscita a passare in vantaggio grazie alla rete di Santi ma a lungo andare non ha retto fisicamente, tecnicamente e tatticamnete l’impeto dei padroni di casa. E’ soltanto la prima partita del nuovo campionato ma servirà subitro trovare la giusta medicina per ottenere i primi punti già domenica prossima nella sfida interna contro la Viribus Unitis.

NARDO’ TROPPO FORTE – In casa del Nardò, formazione costruita per navigare nei piani alti della classifica, si presenta un Gaeta con Maniero ed Emma in panchina, quest’ultimo ancora fuori forma, e con Scerrati alle spalle del duo Santi-Visciglia. La scelta all’inizio paga perchè i tirrenici entrano in campo più motivati e al 15′ passano avanti grazie alla splendida rete proprio di Santi, uno dei migliori nella fase precampionato, che al volo dopo una corta respinta della difesa, trova l’incrocio dei pali per la gioia dei 10 supporters gaetani giunti fino a Nardò. La rete del vantaggio ospite però, scuote dalle fondamenta i padroni di casa che trascinati dal caldo pubblico pugliese, cominciano a stringere d’assedio la formazione di mister Casu.

MIRABET STENDE I BIANCOROSSI – Al 21′ e al 24′ Meuli grazia il Gaeta perchè sfiora clamorosamente la rete del pari dopo due erroracci della difesa biancorossa. Lo stesso Meuli al 28′, in area di rigore, non riesce a ribadire in rete una facile occasione prima del gol granata al 31′ che porta la firma di Mirabet, lasciato colpevolmente solo in area, bravo ad insaccare da due passi. Negli ultimi minuti del primo tempo la difesa tirrenica scricchiola ogni volta che il Nardò affonda ma il punteggio rimane bloccato sull’1-1.

LA RIPRESA – Nella ripresa la situazione non cambia, anzi peggiora e per il Gaeta è notte fonda. Al 15′ Scoppetta si lascia scappare Corvino che senza problemi batte Fornasier per il vantaggio dei padroni di casa. Padroni di casa che poi approfittano del blackout gaetano e dell’uomo in più (ingenuità di Santi e rosso diretto), per triplicare le marcature con Pablo Veron.

I TABELLINI

NARDO’ – GAETA 3-1
Nardò: Leopizzi, Rizzo, Centanni, R. Veron, De Toma, Mirapet, Corvino, Puglia, Garat, P. Veron, Meuli. A disp.: Salerno, Febbraro, Pagnotta, De Razza, Puce. All.: Longo.
Gaeta: Fornasier, Perfetto, Calascione, Gay, Scoppetta, Calabresi, Lezcano, Cornacchione (28′ De Simone), Visciglia (1’st Leccese C.), Scerrati, Santi. A disp.: Tomeo, Cristiano, Emma, Di Florio, Terrazzino. All.: Mollo (Marcello Casu).
Arbitro: Vincenzo Valiante di Nocera Inferiore. Assisntenti: Claudio Cantiani e Francesco Paolo Perrotta di Venosa.
Marcatori: 15′ Santi (G), 31′ Mirabet (N), 15’st Corvino (N), 22’st Pablo Veron (N).
Note: Ammoniti Gay e Leccese C. (G). Al 12’st espulso Santi (G) per gioco scorretto.

Marco Iannotta

Lascia un commento