Test di lusso per la Pro Calcio Lenola

Secondo test con una squadra di Eccellenza nel giro di tre giorni per la Pro Calcio Lenola. Dopo aver tenuto testa al Formia di Davide Palladino mercoledì scorso, che si è imposto per 3-2 soltanto nelle battute finali, la compagine di Dario Lauretti, nel pomeriggio di venerdì, è stata superata per 3-1 sempre al «Falcone 

Leggi tutto

Secondo test con una squadra di Eccellenza nel giro di tre giorni per la Pro Calcio Lenola. Dopo aver tenuto testa al Formia di Davide Palladino mercoledì scorso, che si è imposto per 3-2 soltanto nelle battute finali, la compagine di Dario Lauretti, nel pomeriggio di venerdì, è stata superata per 3-1 sempre al «Falcone – Borsellino e Scorte» di Lenola dal Terracina di mister Fraioli. Ad andare a segno contro i tigrotti è stato il solito Colafrancesco, che dopo aver già colpito il Formia – contro cui ha siglato il momentaneo 2-2 dopo gli acuti di Giuliano Sacchetti su punizione e l’uno-due firmato da Liccardi e Medoro – ha siglato il gol della bandiera nella ripresa trasformando il calcio di rigore concesso per un atterramento in area dello stesso Sacchetti. La prima frazione di gioco, invece, si era chiusa sul 3-0 in favore del Terracina, che ha prima sbloccato in apertura e poi raddoppiato e triplicato negli ultimi dieci minuti di gioco.

IL COMMENTO DI LAURETTI – «Nei secondi quarantacinque minuti, infatti, siamo andati molto meglio – ha commentato nell’immediato dopo gara mister Lauretti – Dopo la consueta girandola di cambi ci siamo risistemati quasi con la formazione tipo e abbiamo giocato molto meglio, facendo un possesso palla più proficuo e creando diverse occasioni da gol che purtroppo non siamo riusciti a concretizzare. Quelli che abbiamo affrontato in questi giorni sono stati due test importanti: ero molto più soddisfatto di quanto fatto vedere contro il Formia perché non c’è dubbio che col Terracina abbiamo fatto qualche passo indietro. Ricordiamoci però che il calcio d’agosto è fatto proprio per capire dove si sbaglia e prendere le giuste contromisure prima dell’inizio del campionato: sono certo, perciò, che domenica prossima, quando affronteremo il Boville, faremo ancora meglio. Per il momento questa è l’ultima amichevole che abbiamo già in programma perché prima di muoverci ancora vogliamo aspettare la composizione di calendari e giorni del prossimo 22 agosto, ma posso già da ora garantire che noi non giocheremo con nessuna squadra di categoria inferiore alla nostra ma solo con formazioni dalla Promozione in su perché vogliamo capire di che pasta siamo fatti». Le battute conclusive, Dario Lauretti le riserva al mercato: «Per quanto riguarda i senior direi che ci manca soltanto un difensore centrale di grande esperienza e poi saremo al completo. Sui giovani, invece, il discorso è molto più complicato perché trovare ragazzi del ’94 all’altezza, a quanto pare, è piuttosto complicato».

Simone D’Arpino

Lascia un commento