Vodice, panchina a Polselli e le prime novità

E’ Mimmo Polselli il nuovo tecnico dell’Aurora Vodice. La dirigenza lo ha annunciato nella giornata di ieri. In attesa del ripescaggio il factotum Antonio Nania sta lavorando per non lasciare nulla al caso. Dopo un triennio c’è stato il cambio programmato alla presidenza, il nuovo patron è Claudio Raffaello, mentre Antonio Nania passa al timone 

Leggi tutto

E’ Mimmo Polselli il nuovo tecnico dell’Aurora Vodice. La dirigenza lo ha annunciato nella giornata di ieri. In attesa del ripescaggio il factotum Antonio Nania sta lavorando per non lasciare nulla al caso. Dopo un triennio c’è stato il cambio programmato alla presidenza, il nuovo patron è Claudio Raffaello, mentre Antonio Nania passa al timone del settore giovanile. Non vede l’ora di cominciare il tecnico Polselli. «Sono contentissimo di questa chiamata da parte della società del Vodice – dice il neo tecnico Polselli – Una chiamata che mi qualifica e mi rende orgoglioso. Quella del Vodice è una società dalle grandi tradizioni calcistiche, è arrivata a fare anche il campionato di Promozione quando ancora non esisteva l’Eccellenza. E’ una buona opportunità dove cercherò di mostrare le mie capacità. C’è una grande voglia di riscatto dopo le delusioni delle ultime stagioni. Questa è una società ben organizzata e che ha voglia di mettere in luce i propri giovani. Il progetto mi è subito piaciuto, lavorare senza pressioni è importante, ci sono tutte le condizioni per fare bene».

NUOVI ARRIVI – Intanto è stato instaurato un rapporto di collaborazione con il Pontina. Il sodalizio amaranto ha ceduto due giovani di grande caratura: si tratta del centrocampista Alessio Raso e della punta esterna Gabriele Guarda, mentre dal San Donato Pontino è arrivato l’attaccante Lorenzetto. «Adesso siamo in trattativa per un portiere e una punta di categoria – continua Polselli – La cosa più importante è costruire un gruppo solido e compatto. Sono tre le componenti per arrivare ai risultati programmati: tanta umiltà, lavoro e spirito di sacrificio. La Seconda categoria è diventato un campionato difficile, dove si trovano giocatori che possono ancora fare le categorie superiori». Il Vodice, al momento, nasconde le sue ambizioni. «Vogliamo fare un campionato dignitoso, l’importante è partire con il giusto entusiasmo. Proveremo a scendere in campo per vincere sempre, ma saranno importanti le motivazioni per arrivare a questo. Ora partono per vincere, poi sul campo la musica è diversa. Di certo vogliamo fare bene, riuscire a affrontare con serenità un campionato ricco di insidie come quello che ci apprestiamo a vivere, non sarà semplice ma ci proveremo con tutte le nostre forze». Cosa promette Mimmo Polselli? «Impegno e professionalità. Negli allenamenti e soprattutto la domenica non vorrei vedere musi lunghi. Dobbiamo far divertire con il gioco la gente che verrà a vederci al campo, bisognerà essere ancora più gruppo soprattutto nei momenti difficili, che in ogni stagione ci sono»>. E’ pronto per questa nuova avventura Mimmo Polselli, dopo le amarezze delle passate stagioni, quella dell’Aurora Vodice può essere il suo trampolino di lancio.

Paolo Annunziata

Lascia un commento