Aprilia, Lazzarini parla del futuro

«Sono molto felice e non vedo l’ora di cominciare questa nostra prima stagione tra i professionisti». Parole e pensieri di Umberto Lazzarini, presidente dell’Aprilia che da esattamente una settimana ha cominciato ad allenarsi nel ritiro di Civitella Roveto agli ordini del tecnico Vivarini. «Stiamo lavorando molto sul mercato. Manca qualche pedina ma, insieme ai nostri 

Leggi tutto

«Sono molto felice e non vedo l’ora di cominciare questa nostra prima stagione tra i professionisti». Parole e pensieri di Umberto Lazzarini, presidente dell’Aprilia che da esattamente una settimana ha cominciato ad allenarsi nel ritiro di Civitella Roveto agli ordini del tecnico Vivarini. «Stiamo lavorando molto sul mercato. Manca qualche pedina ma, insieme ai nostri dirigenti e all’allenatore, stiamo cercando di allestire una squadra competitiva per questa categoria. Prima dell’inizio del campionato abbiamo ancora del tempo e sicuramente ci saranno altri innesti che andranno ad aggiungersi alla rosa che è già a disposizione di mister Vivarini».

UN MERCATO ANCORA APERTO – Certo, ci sarà da sbrigarsi visto che ad oggi la rosa di soli 17 elementi, di cui parecchi giovani provenienti dal vivaio, non garantisce una contropartita di livello per la caratura del campionato di Lega Pro. Ma, anche in questo caso, Lazzarini ha le idee molto chiare: «Il nostro obiettivo è quello di mantenere la categoria, ma se durante la stagione le cose andranno per il verso giusto possiamo anche puntare a qualcosa di più interessante».

QUESTIONE STADIO – A preoccupare, invece, è ancora la questione stadio. L’affidamento da parte del Comune di Aprilia non è ancora arrivato e i lavori che dovevano cominciare a luglio sono per forza di cose slitatti di almeno un mese, se non addirittura ad agosto. Anche in questo caso, però, il patron biancoazzurro non nasconde un certo ottimismo: «La delibera comunale dovrebbe esser pronta a breve. Penso davvero che oramai si tratti solo di una questione di giorni e poi potremmo cominciare i lavori sull’intero impianto del «Quinto Ricci» sperando di rispettare i tempi che prevedevano l’apertura dello stadio di via Bardi entro ottobre. Io credo che per quella data potremo festeggiare insieme ai nostri tifosi il ritorno a casa».

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento