Aprilia, amichevole ok (ma la formazione?)

Prima sgambata per l’Aprilia avvolta da un alone di mistero. Dal club di via Bardi, infatti, non è stata rilasciata nessuna lista ufficiale dei giocatori scesi in campo nel corso dell’amichevole giocata dalle rondinelle contro la Nuova Avezzano, squadra militante nel campionato di Promozione abruzzese. Diciassette i giocatori impegnati nel ritiro di Civitella Roveto di 

Leggi tutto

Prima sgambata per l’Aprilia avvolta da un alone di mistero. Dal club di via Bardi, infatti, non è stata rilasciata nessuna lista ufficiale dei giocatori scesi in campo nel corso dell’amichevole giocata dalle rondinelle contro la Nuova Avezzano, squadra militante nel campionato di Promozione abruzzese. Diciassette i giocatori impegnati nel ritiro di Civitella Roveto di cui, evidentemente, molti ancora in prova con il team apriliano che, proprio per questo motivo, ha voluto celare il tabellino della gara.

3-0 ALL’AVEZZANO – Difficile, dunque, per chi, come chi vi scrive, non ha assistito al match, poter effettuare delle valutazioni sulla formazione scelta da Vivarini nel corso dei novanta minuti giocati allo «Stadio dei Marsi». Di certo c’è solo il risultato. Un 3-0 che dà l’idea di come l’Aprilia abbia badato più ad oliare i primi ingranaggi che ad affondare il colpo. Si è potuto comunque apprezzare il gioco votato all’attacco preannunciato dallo stesso Vivarini: difesa alta, sistematica attuazione della tattica del fuorigioco e tanto movimento in avanti senza dare troppi riferimenti agli avversari. Per sbloccare la gara, però, ci sono voluti esattamente trenta minuti: palla al centro dell’area, Foderaro aggancia e mira all’angolino siglando l’1-0. Il raddoppio arriva al 41’: è Fratangeli questa volta a prendere bene la mira dall’interno dell’area di rigore per il 2-0. Nella seconda frazione di gioco, naturalmente, Vivarini cambia quasi tutti gli elementi. A servire il definitivo 3-0 è ancora Fratangeli, che di testa ribadisce in rete un bel cross di Vona.

SODDISFATTO VIVARINI – Soddisfatto a fine gara mister Vivarini: «Era la nostra prima uscita stagionale e l’importante era far bene e cercare di sviluppare sul campo l’impianto di gioco su cui abbiamo lavorato nel corso di questa prima settimana di ritiro – queste le prime sensazioni del tecnico abruzzese -. Ho visto delle cose che mi sono piaciute e delle altre su cui invece dobbiamo ancora migliorare. Ma, a questo punto della preparazione, è una cosa più che normale visto che la squadra è per gran parte nuova e deve cominciare a conoscersi. Per quanto riguarda il parco giocatori messo a mia disposizione dalla società, posso dirmi soddisfatto. Certo, manca ancora qualche pedina per completare una rosa che ritengo comunque competitiva».
Proprio a proposito dei nuovi arrivi, oggi potrebbe essere una giornata decisiva per la conclusione di qualche acquisto.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento