Montello, in panchina ci sarà Colucci

Dopo una serie di incontri e di riunioni, iscritta la squadra al campionato e creato un nuovo gruppo dirigenziale, la nuova compagine di dirigenti del Montello Calcio hanno ascoltato diversi tecnici. Prima l’esperto tecnico di Cisterna, Luigi Lombardi, l’emergente, Angelo Villani e un tecnico desideroso di rivalsa, dopo l’ultima, amara esperienza alla guida dell’Atletico Bainsizza, 

Leggi tutto

Dopo una serie di incontri e di riunioni, iscritta la squadra al campionato e creato un nuovo gruppo dirigenziale, la nuova compagine di dirigenti del Montello Calcio hanno ascoltato diversi tecnici. Prima l’esperto tecnico di Cisterna, Luigi Lombardi, l’emergente, Angelo Villani e un tecnico desideroso di rivalsa, dopo l’ultima, amara esperienza alla guida dell’Atletico Bainsizza, John Anthony Colucci. E alla fine, l’accordo lo si è trovato proprio con mister Colucci, il tecnico di Anzio, che si è detto felicissimo di sposare il progetto della società biancoazzurra. Adesso toccherà al tecnico e alla dirigenza convincere i giocatori della bontà del progetto facendo leva sulla «volontà di essere partecipi di questa nuova idea di calcio – come l’ha definita il presidente Marcon -Vogliamo una squadra giovane, formata soprattutto da ragazzi del territorio, orgogliosi di indossare la nostra maglia, che sanno di essere in una famiglia che fa dell’identità e dell’orgoglio di appartenenza il motivo dominante. Sappiamo benissimo che i giovani, senza delle guide d’esperienza avranno difficoltà, per questo cercheremo anche qualche giocatore esperto che faccia al caso nostro. Colucci ci sembra l’allenatore ideale, vuole lavorare con i giovani, ha tantissimo desiderio di rivalsa, dopo le amarezze dello scorso anno e tanta voglia di fare e esserci».

LE CONFERME – Pare che le prime risposte sono state positive. Omar Alibardi, Francesco Perica e Marco Fioravanti hanno preso l’impegno di aiutare i dirigenti in questa nuova e difficile esperienza per allestire una squadra competitiva e in linea con il nuovo corso. I primi contatti sono già stati avviati e le risposte positive non tarderanno ad arrivare. Impressiona la passione, l’entusiasmo e la volontà con cui i tre si sono messi all’opera, questo grazie anche all’ottimo lavoro svolto negli anni passati. Comunque adesso comincia un nuovo corso e Marcon, chiude proprio lanciando un’appello al Borgo: «Noi siamo un gruppo di amici, abbiamo le nostre risorse e sappiamo dove possiamo arrivare, ma chiunque voglia aiutarci è ben accetto: per noi tutti coloro che hanno nel cuore Borgo Montello possono farsi avanti. Noi siamo una società aperta a tutti, con il massimo spirito di collaborazione e di confronto».

Lascia un commento