Latina, ecco il grande colpo dell’estate

Anderson Rodney de Oliveira, in arte Babù, è un nuovo giocatore del Latina. L’ala destra nata a San Paolo nel dicembre del 1980 ha trascorso le ultime due stagioni all’Atletico Roma collezionando 54 presenze con 4 gol all’attivo, due in C2 e altrettanti lo scorso anno in I divisione. Rapido, tecnico, strepitoso nel guadagnare il 

Leggi tutto

Anderson Rodney de Oliveira, in arte Babù, è un nuovo giocatore del Latina. L’ala destra nata a San Paolo nel dicembre del 1980 ha trascorso le ultime due stagioni all’Atletico Roma collezionando 54 presenze con 4 gol all’attivo, due in C2 e altrettanti lo scorso anno in I divisione. Rapido, tecnico, strepitoso nel guadagnare il fondo e crossare in area avversaria, la classica ala destra,  Babù rappresenta un acquisto di spessore che va ad impreziosire la rosa nerazzurra di Stefano Sanderra. Babù arrivò in Italia notato  da Zednek Zeman in un torneo amichevole svoltosi a Roma. L’allenatore boemo decise di portarlo con sé alla Salernitana in serie B nel 2001 e in Campania l’esterno brasiliano giocò 27 gare realizzando 3 gol. Nel 2003 passa al Venezia e poi il salto di qualità: nel 2004 si trasferisce al Lecce voluto proprio da Zeman e con i salentini gioca 15 partite in serie A segnando 3 gol, due dei quali all’Olimpico contro la Lazio nella gara vinta 2-1 dal Lecce, ma il suo score viene penalizzato da un infortunio che gli fa terminare la stagione a Gennaio. Nel campionato successivo segna un gol in serie A ed uno in Coppa Italia sempre con i salentini. Nel 2007 passa in prestito al Verona, 12 presenze ed una rete, e poi Catania: con il club siciliano firma un contratto triennale e nel gennaio 2008 si trasferisce in prestito alla Triestina, in seguito sempre in prestito passa all’Avellino. Il resto è storia recente con le ultime due stagioni all’Atletico Roma, e ora Latina.

FELICE E VOGLIOSO – “Sono felice di essere qui – ha detto Babù ieri mattina durante la conferenza stampa di presentazione allo stadio Francioni – In una società ambiziosa che negli ultimi anni ha fatto benissimo. Con la dirigenza nerazzurra è stato facile chiudere la trattativa, si tratta di persone molto serie che hanno voglia di fare qualcosa di importante in I divisione. Il mio spirito? Sarà quello di sempre, quello di chi ha ancora tanta voglia di dimostrare quanto vale e sono orgoglioso di poterlo fare con questa squadra”.

Lascia un commento