L’Aprilia insegue la ciliegina sulla torta

Per l’Aprilia non è ancora finita. Dopo la grande festa per la vittoria del campionato e l’accesso tra i professionisti per la prima volta in 40 annni di storia del sodalizio biancoazzurro, le rondinelle trovano sulla propria strada l’ultimo obiettivo stagionale. Domenica primo impegno per gli invincibili di Ezio Castellucci chiamati sul campo dell’Arzanese per 

Leggi tutto

Per l’Aprilia non è ancora finita. Dopo la grande festa per la vittoria del campionato e l’accesso tra i professionisti per la prima volta in 40 annni di storia del sodalizio biancoazzurro, le rondinelle trovano sulla propria strada l’ultimo obiettivo stagionale. Domenica primo impegno per gli invincibili di Ezio Castellucci chiamati sul campo dell’Arzanese per il primo dei due incontri nel triangolare del gruppo 3 che decreterà le finaliste per l’assegnazione del titolo di campione assoluto del campionato di serie D.

BRANICKI SQUALIFICATO – Ad Arzano i biancoazzurri di Castellucci dovranno però fare i conti con qualche problema di salute che ha decimato la rosa di giocatori da mettere a disposizione del tecnico di Atina. Prima fra tutte salta all’occhio l’assenza per squalifica dell’ariete d’attacco Piotr Branicki. Il possente centravanti polacco dovrà osservare un turno di stop per squalifica in virtù del quarto cartellino giallo rimediato proprio nella partita della storia dopo aver segnato e essersi tolto la maglia nell’esultanza. Al suo posto, molto probabilmente, sarà utilizzato l’ex Fondi Di Maio, scalpitante in panchina dopo lo scarso utilizzo nel corso della stagione regolare. Ma il vero enigma arriva dal reparto arretrato. Si stanno allenando a parte rispetto al gruppo, infatti, i due centrali titolari Pietrucci e Galluzzo. Ci sono ancora due giorni per tentare di recuperarli, altrimenti Castellucci dovrà certamente mettere mano alla formazione e tentare di salvare il salvabile. Con Bianchi ancora infortunato, la coppia centrale sarà formata molto probabilmente da Esposito (che ha già ricoperto questo ruolo) e uno tra Oliva e Franzese che con il ruolo di centrale hanno davvero poca dimestichezza. Ecco quindi che diventa fondamentale recuperare almeno uno dei due titolari per potersi presentare nel migliore dei modi ad un appuntamento che in casa Aprilia non si vuole assolutamente fallire per dare ad una stagione già di per sè memorabile ancora più lustro. La squadra che vincerà ad Arzano riposerà nel prossimo turno (29 maggio). Ultima partita per decidere la vincitrice del gruppo tre in programma il 5 giugno. Il 9 giugno sarà il turno delle semifinale. L’11 giugno, invece, il termine della poule scudetto con la finalissima in programma su campo neutro.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento