Pazzo Gaeta, battuto il Nardò

Calcio fantascientifico al «Riciniello» per il primo turno playoff del campionato nazionale di serie D. Il Gaeta di mister Felice Melchionna supera 3-2 in rimonta il Nardò e accede al turno successivo dove affronterà il Pomigliano. Una partita incredibile per i tirrenici che nel primo tempo vanno sotto 2-0 e sembrano ormai fuori dalla fase 

Leggi tutto

Calcio fantascientifico al «Riciniello» per il primo turno playoff del campionato nazionale di serie D. Il Gaeta di mister Felice Melchionna supera 3-2 in rimonta il Nardò e accede al turno successivo dove affronterà il Pomigliano. Una partita incredibile per i tirrenici che nel primo tempo vanno sotto 2-0 e sembrano ormai fuori dalla fase post season, poi esplode la fame di vittoria e il carattere dei biancorossi che nella ripresa raggiungono e sorpassano il Nardò vincendo un match spettacolare.

INIZIO INCUBO – Davanti ad un caldo Riciniello, ma sotto una leggera pioggia estiva, la domenica inizia subito in salita per l’undici del patron Damiano Magliozzi, orfano di Calabuig, D’Agostino e Di Pietro oltre che di Amendola, che all’8’ incassa il primo gol della partita. Su un calcio di punizione apparentemente innocuo dai 25 metri circa, Irace pesca il jolly con un sinistro precisissimo che accarezza il palo alla destra di De Filippis per poi terminare in rete. Un gol di pregevole fattura su cui non può proprio nulla il bravo portiere del Gaeta. Una mazzata psicologica non indifferente per i tirrenici che scompaiono letteralmente dal campo e all’11’ arriva il raddoppio del Nardò. A siglare il provvisorio 0-2 è Majella che sul filo del fuorigioco ribadisce in rete il bolide da distanza siderale di Puccinelli che si era precedentemente stampato sulla traversa. E’ un Gaeta completamente in difficoltà e a rischio imbarcata. I pugliesi, trascinati da un settore ospiti impazzito, sfiorano la terza marcatura al 17’ quando Majella si presenta a tu per tu con De Filippis ma quest’ultimo è super a deviare la sfera con i piedi e quindi a salvare il risultato. Capitan Vitale e compagni stentano a decollare sul pressing asfissiante degli ospiti e al 34’ ancora una volta i granata rischiano di triplicare le marcature con Montaldo che va via a Ciminari, entra in area di rigore, prova il sinistro in corsa ma ancora una volta De Filippis blocca. Il Gaeta del primo tempo è tutto nella conclusione sballata di Marzullo che termina alta sopra la traversa.

RIPRESA STELLARE – Nella ripresa cambia però l’inerzia della partita sin dai primi rimpalli. Al 3’, alla prima occasione nitida del match, l’undici di Melchionna accorcia le distanze con Mario La Cava, splendida girata a rete in tuffo di testa su cross dalla destra di Ciminari. Il Riciniello di colpo si rianima e il Gaeta comincia a crederci. Al 10’, sul corner di Flavio Marzullo, stacca più in alto di tutti Stefano Di Florio, entrato nel primo tempo al posto di Errico, che fa esplodere tribuna e curva biancorossa siglando il gol del clamoroso pari. Questa volta è il Nardò ad aver accusato il colpo arretrando sempre di più il proprio baricentro. La formazione di mister Maiuri perde lucidità a lungo andare e soprattutto organizzazione tattica nel pressing asfissiante sul fulcro del gioco biancorosso, capitan Vitale. Il Gaeta ne approfitta con Geremy Emma, rientrato da titolare dopo qualche settimana di assenza, al 23’ con il terzo colpo di testa vincente della domenica, su assist di La Cava. Un gol che da il via alla festa gaetana sia in tribuna che in curva. Con il passare dei minuti il Gaeta è comunque bravo ad amministrare il vantaggio gestendo il possesso palla e rischiando poco o nulla sulle sfuriate di Majella e compagni. Solo qualche mischia impensierisce il giovane De Filippis che si fa comunque trovare pronto in qualsiasi situazione proteggendo la porta fino al triplice fischio finale che manda al secondo turno playoff un pazzo Gaeta.

Marco Iannotta

IL TABELLINO

GAETA – NARDO’ 3-2
Gaeta: De Filippis, Ciminari, Crialese, Vitale, Errico (26’ Di Florio), Speranza, Iozzi, Schettino, La Cava, Marzullo (40’st De Simone), Emma (42’st Leccese). A disp.: Pergolizzi, Scognamiglio, Borrino, Romeo. All.: Melchionna.
Nardò: Sorrentino, De Giorgi, Masullo, Cornacchia (28’st Manzillo), Terracciano, Iennaco (30’st Palmisano), Puccinelli (38’st Corvino), Irace, Montaldi, Pereyra, Majella. A disp.: Bibba, Diallo, Centanni, Malagnino. All.: Maiuri.
Arbitro: Melidoni di Frattamaggiore. Assistenti: Pagnotta di Nocera Inferiore e Annunziata di Torre Annunziata.
Marcatori: 8’ Irace (N), 11’ Majella (N), 3’st La Cava (G), 10’st Di Florio (G), 23’st Emma (G).
Note: Ammoniti De Simone, Di Florio (G), De Giorgi, Terracciano (N).

Lascia un commento