Vittori: “Un’altra partita indegna”

VITTORI (Nuova Circe-Arce 1-2) – E’ stata un’altra partita indegna perchè pilotata, non so da chi, ma certamente da qualcuno. E’ assurdo che durante l’intervallo della partita l’arbitro si sia avvicinato ad un nostro giocatore per domandargli in maniera fortemente ironica il perchè la Nuova Circe stesse giocando con tanto impegno e tanta grinta. Non 

Leggi tutto

VITTORI (Nuova Circe-Arce 1-2) – E’ stata un’altra partita indegna perchè pilotata, non so da chi, ma certamente da qualcuno. E’ assurdo che durante l’intervallo della partita l’arbitro si sia avvicinato ad un nostro giocatore per domandargli in maniera fortemente ironica il perchè la Nuova Circe stesse giocando con tanto impegno e tanta grinta. Non penso che un direttore di gara possa permettersi di comportarsi in questo modo a meno che non sia in malafede, come peraltro ha dimostrato con la condotta tenuta. E suggellata con quel rigore inesistente concesso all’Arce al 96’ e decretato solo per far vincere la partita ai nostri avversari. Episodi del genere fanno davvero passare la voglia di fare calcio

SESSA (Valmontone-ScauriMinturno 3-1) – Non potevamo certo fare di più già il fatto che siamo venuti a giocare in quattordici la dice lunga sulla nostra situazione. Non era certo Valmontone la gara in cui dovevamo fare punti. Per noi il match che conta è quello di mercoledì col Sezze, in cui potremmo raggiungere la matematica salvezza che, detto sinceramente, sarebbe la degna conclusione di una stagione comunque eccellente da parte dei miei ragazzi. Siamo partiti tra mille difficoltà e invece siamo ad un passo dalla salvezza e non dimentichiamo che abbiamo raggiunto anche i quarti di Coppa Italia. Non posso che essere orgoglioso di quanto è stato fatto: anzi, con un pizzico di fortuna in più avremmo avuto anche un bottino più cospicuo.

ZANELLA (Sermoneta-San Lorenzo 5-0) – Sembrava quasi un campionato perso e invece siamo a qui a giocarcela fino alla fine. Non mi dispiacerebbe se alla fine un campionato così avvincente fosse deciso da uno spareggio. Comunque se siamo arrivati a questo punto è solo merito dello straordinario lavoro fatto da tutte le componenti chiamate in causa: innanzitutto un grazie va al presidente che con tanto impegno si sta dedicando a questo Sermoneta, poi a tutta la società, all’amministrazione comunale ed infine il ringraziamento più grande va ai ragazzi che comunque vada hanno disputato un grandissimo campionato.

Lascia un commento