Le pagelle: Mancosu super nel ritorno, oscuro il lavoro di Polani

Forse il reparto offensivo è quello che meno si è messo in luce quest’anno. Solitamente dagli attaccanti ci si aspetta sempre una buona dose di gol ma non in questo Latina. Questa squadra è stata formata da uomini prima che giocatori, tutti ruoli importanti per un Latina formata da un grande gruppo. E’ proprio per 

Leggi tutto

Forse il reparto offensivo è quello che meno si è messo in luce quest’anno. Solitamente dagli attaccanti ci si aspetta sempre una buona dose di gol ma non in questo Latina. Questa squadra è stata formata da uomini prima che giocatori, tutti ruoli importanti per un Latina formata da un grande gruppo. E’ proprio per questo che il lavoro di Enrico Polani è stato più importante dei sei gol siglati in campionato. Perchè senza il suo lavoro non ci sarebbe stato un Tortolano super ed un Giannusa così libero di fare. Poi nel finale è scoppiato anche quel Mancosu dato per partente a dicembre

ENRICO POLANI 7,5: Come già sottolineato forse qualcuno si aspettava qualche gol in più in campionato ma ha fatto un grande lavoro di squadra per tutto l’anno. Sicuramente anche lui avrebbe voluto dare qualcosa in più a livello realizzativo a questo Latina ma correre in lungo e in largo per tutto il campo ha portato Polani ad essere spesso molto stanco sotto porta. Con i campi pesanti poi ha dimostrato tutta la sua importanza nei contrasti aerei dove è stato sempre essenziale.

GASPERINO CINELLI 6: Non troppo lo spazio avuto ma quando è entrato non è riuscito a dare quello che sempre ha dato a questa squadra. Cinelli resta uno dei simboli di questo Latina anche se non è riuscito a dare quel contributo sotto porta che l’anno scorso l’aveva reso il migliore assoluto della squadra. Il suo estro e la sua fantasia però possono renderlo sempre importante e utile a questa squadra

HORACIO MARTINEZ 7: Partito tra mille proclami e mille complimenti grazie ad un precampionato super l’argentino ha cominciato con il piede giusto questo campionato. Buona tecnica e grande corsa facevano di Martinez la spalla ideale per Polani. La stagione però ha visto grandi momenti di appannamento misti a grandi rilanci con gol importanti. Pochi i suoi timbri ma con un valore fondamentale per questa cavalcata. Anche l’argentino ha le qualità per poter essere sempre utile per il tecnico Sanderra

MATTEO MANCOSU 7,5: Un girone d’andata da incubo. Il centravanti è stato da 10 nel sapersi ritagliare occasioni da gol ma poi, una volta davanti al portiere, ha sempre fallito l’appuntamento con il gol. L’assenza di gol per un centravanti porta a critiche obbligate che sembravano portare Mancosu lontano da Latina. E’ stato in questo momento che il grande lavoro di Sanderra e la grande determinazione del giocatore sono servite per il rilancio nel girone di ritorno. Da Catanzaro in poi il campionato ci ha regalato un altro Mancosu, sempre da 10 nel ritagliarsi occasioni gol ma altrettanto da 10 nel realizzarle. A Trapani ha rischiato di essere un eroe con quella doppietta ma poi si è preso la sua gloria con quel gol siglato con il Neapolis dopo pochi minuti. Spettacolari poi le sue ultime uscite al Francioni.

KEIVAN ZARINEH E ITALO MATTIOLI sv

Lascia un commento