Stravato: “Il livello si è alzato”

La pausa per le festività pasquali è la giusta occasione per fare un bilancio sul girone D del campionato di Promozione a sei giornate dal termine. Le attenzioni da parte degli addetti ai lavori sono tutte rivolte alla corsa salvezza. Il punto della situazione lo facciamo con il tecnico Loreto Stravato. PARLA STRAVATO – «Innanzitutto 

Leggi tutto

La pausa per le festività pasquali è la giusta occasione per fare un bilancio sul girone D del campionato di Promozione a sei giornate dal termine. Le attenzioni da parte degli addetti ai lavori sono tutte rivolte alla corsa salvezza. Il punto della situazione lo facciamo con il tecnico Loreto Stravato.

PARLA STRAVATO – «Innanzitutto bisogna dire che il livello tecnico è migliorato – dice Loreto Stravato – Lo scorso anno i playout non furono disputati viste le lunghe distanze. Adesso è il contrario, tutto può ancora accadere soprattutto dopo la vittoria del Paliano a Cassino e il pareggio del Bellegra a Olevano. Anche l’Arce, ultimo in classifica con 25 punti, ha tutte le carte in regola per puntare almeno ai playout. La soglia salvezza si è alzata almeno di quattro punti». Nella zona calda troviamo ben tre squadre pontine: Vis Sezze, Pontinia e Pro Calcio Fondi. «Il mio augurio è che queste tre formazioni riescano a centrare la matematica salvezza, ma sarà molto difficile. Penso che almeno due andranno ai playout. Sarà un finale di campionato al cardiopalma e la qualità tecnica finisce per avere un peso molto relativo perché, come succede in ogni finale di campionato, contano di più la preparazione atletica e le motivazioni. E, insieme alle motivazioni, l’abitudine a certe situazioni, per questo Vis Sezze e Pro Calcio Fondi sono penalizzate. Ha detto bene Giuliano Borelli di aver trovato un gruppo che non è abituato a questo tipo di situazioni. Dovrà lavorare molto a livello mentale. Diverso lo stato d’animo del Pontinia, perché l’obiettivo di inizio stagione era appunto quello della salvezza. L’esordiente Massimo Cosimi sta facendo un buon lavoro». Il pensiero di Loreto Stravato non può che non andare al suo primo amore, lo ScauriMinturno. «Come sempre a Minturno sono i giovani quelli che fanno la differenza. Rolando Conte si conferma il numero uno della provincia. Il progetto è quello di fare sempre un campionato dignitoso lanciando tanti giovani. C’e ne sono diversi pronti per il salto in prima squadra e mi riferisco alla Juniores d’elite che proprio Rolando Conte ha portati alla salvezza, per la città di Minturno questo è un titolo importante e di grande prestigio».
Da mercoledì 27 aprile sarà un finale da vivere con grande intensità, visto che si giocheranno tre partite a settimana fino al 15 maggio.

Paolo Annunziata

Lascia un commento