Il Gaeta soffre e pareggia

IL Gaeta dice addio ai sogni di gloria dopo il pari dell’Antonio Riciniello per 2-2 contro l’Angri. La formazione di Felice Melchionna ottiene il quarto pareggio consecutivo e in classifica scivola a -8 dall’Arzanese capolista, ormai ad un passo dalla Lega Pro, scavalcato anche dal Pomigliano che vincendo 3-1 sul Pisticci sale al secondo posto. 

Leggi tutto

IL Gaeta dice addio ai sogni di gloria dopo il pari dell’Antonio Riciniello per 2-2 contro l’Angri. La formazione di Felice Melchionna ottiene il quarto pareggio consecutivo e in classifica scivola a -8 dall’Arzanese capolista, ormai ad un passo dalla Lega Pro, scavalcato anche dal Pomigliano che vincendo 3-1 sul Pisticci sale al secondo posto.

DOMENICA DA DIMENTICARE – Una domenica certamente non positiva per i biancorossi che tornano al gol dopo circa 300′ di astinenza ma dopo quasi 1000′ perde l’imbattibilità il giovanissimo Luca De Filippis che non prendeva gol dal 35′ del primo tempo del match contro il Casarano, undici partite fa. L’unico traguardo rimasto ai tirrenici del patron Damiano Magliozzi sono i playoff per la Lega Pro anche se l’aria pesante e tesa di fine partita non sembrano presagire il meglio per le prossime settimane. La squadra è comunque uscita tra gli applausi della tribuna e della curva e già questo fattore potrebbe essere un punto di partenza importante per le ultime due partite della stagione. Eppura la domenica biancorossa inizia sotto i migliori auspici perchè al 5′ il Gaeta, al primo affondo della partita, passa subito in vantaggio. Sul calcio di punizione di Marzullo si crea una mischia pericolosa in area di rigore che viene risolta da Ivan Speranza che sotto misura con il destro batte Salatino per il provvisorio 1-0. Al 9′ sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi, questa volta con La Cava, rientrato dopo la maxi squalifica, che su assist di Amendola, controlla in area ma il suo sinistro si infrange sul corpo di Salatino. Al 23′ ci prova anche l’Angri, che gioca con il lutto al braccio per la scomparsa del presidente, con Amarante che prova da fuori ad impensieri De Filippis ma senza riuscirci. Al 31′ altra occasione importante per l’undici di Melchionna con il contropiede di D’Agostino che al limite dell’area lascia partire un sinistro velenosissimo che sfila sul fondo ad un paio di centimetri dalla porta dell’Angri.

MORSA ALLENTATA – Con il passare dei minuti il Gaeta allenta la morsa e l’Angri ne approfitta al 33′ quando sul calcio di punizione di Amarante, spunta sul secondo palo la testa di Correale che batte De Filippis ed è 1-1. Il Gaeta accusa il colpo e al 43′ rischia di capitolare per la seconda volta sul tentativo di Incoronato che però a tu per tu si lascia ipnotizzare ottimamente da De Filippis. Il primo tempo termina 1-1.
Nella ripresa non arriva la reazione del Gaeta che si rende per primo pericoloso al 7′ con il colpo di testa di La Cava ma è l’Angri a passare in vantaggio al 15′. Sul cross apparentemente innocuo dalla destra di Manzi, la difesa si dimentica di Incoronato che di testa, anticipando anche l’uscita di De Filippis, mette dentro la rete dell’1-2. I biancorossi sembrano arrendersi e al 30′ rischiano di nuovo di capitolare ma De Filippis salva tutto sul tap in da distanza ravvicinata di Galdi. Il Gaeta al 29′ perde anche La Cava per un terribile scontro di gioco e sul terreno di gioco entra anche Schettino, forse il migliore dei suoi nella ripresa per corsa e quantità a disposizione della squadra, che al 31′ va vicino al pareggio ma Salatino dice di no in uscita al tentativo del centrocampista gaetano. Schettino che però si riscatta poco più tardi, al 35′, quando su assist di Iozzi entra in area di rigore e con un preciso diagonale destro batte Salatino per il gol del definitivo 2-2. Nel finale il Gaeta non ci mette la solita grinta che invece è stata il marchio di fabbrica dei tirrenici almeno fino al mese scorso e a rischiare la vittoria sono gli ospiti ancora con Correale che su palla inattiva di testa fa tremare la traversa. Almeno per quanto riguarda la Lega Pro, termina qui la rincorda del Gaeta di Melchionna che ora ha a disposizione 6 punti per riconquistare il secondo posto comunque molto importante in ottica playoff.

Marco Iannotta

GAETA – ANGRI 2-2
Gaeta: De Filippis, Amendola, Crialese, Vitale, Iozzi, Speranza, D’Agostino, Di Pietro (19’st Schettino), Niscemi, Marzullo (19’st De Simone), La Cava (29’st Errico). A disp.: Pergolizzi, Di Florio, Borrino, Scognamiglio. All.: Melchionna.
Angri: Salatino, Liguori, Cascelle, Tarascio, Nettuno, Corrreale, Manzi (35’st Donnarumma), Amarante (17’st Della Femina), Incoronato, Galdi, Ferraioli (11’st Del Grande). A disp.: D’Auria, Tortora, Kaiser, Stellato. All.: Pastore.
Arbitro: Urselli di Taranto. Assistenti: Lanotte di Barletta e Francesco di Falconetti.
Marcatori: 5’ Speranza (G), 33’ Correale (A), 15’st Incoronato (A), 35’st Schettino (G).
Note – Ammoniti Vitale (G), D’Agostino (G) e Incoronato (A).

Lascia un commento