Il Latina si riscopre bello

Bello, divertente, nuovo, concreto. Il Latina ammirato ieri al Francioni ha offerto ai soliti affezionati tutto questo e anche di più. Il Campobasso è battuto 2-0 dopo una partita trascorsa ad assediare l’area di rigore molisana grazie ai gol di Tortolano su rigore e Mancosu. E poco conta se il Trapani non molla la presa, 

Leggi tutto

Bello, divertente, nuovo, concreto. Il Latina ammirato ieri al Francioni ha offerto ai soliti affezionati tutto questo e anche di più. Il Campobasso è battuto 2-0 dopo una partita trascorsa ad assediare l’area di rigore molisana grazie ai gol di Tortolano su rigore e Mancosu. E poco conta se il Trapani non molla la presa, vincendo anche con l’Isola Liri grazie all’ennesimo calcio di rigore stagionale. Sì, perchè il Latina di ieri ha dimostrato di non dover temere nessuno. Pressing martellante, anche se, e questo va detto, a spianare la strada ai nerazzurri ci ha pensato il centrocampista ospite Chiazzolini, autore di due falli da giallo nel giro di 6′ nel primo tempo.

LA NOVITA’ DI SANDERRA – E’ allora che il 4-1-4-1 proposto per la prima volta in questa stagione dal coraggioso Sanderra, che ha celebrato il suo ritorno in panchina proponendo questa nuova veste tattica, ha cominciato a girare a pieno regime. Con Cafiero a sovrapporsi e spingere sulla destra come un ossesso, Konè davanti alla difesa a recuperar palloni e far ragionare Berardi e Giannusa, con il furetto Tortolano libero di svariare su tutto il fronte e Mancosu in sovrapposizione sulla destra a sostenere l’unica punta Polani. Un Latina tutto nuovo che ha spinto sin dai primi minuti.

PRIMI ASSALTI – Primo squillo di Tortolano, che fa la barba al palo e dopo soli 55” fa capire ad Ascani che oggi ci sarà tanto da lavorare. Dal 10′ il Latina aumenta la pressione e si procura una serie infinita di calci d’angolo che portano ad un colpo di testa alto di Polani e a un destro in acrobazia sempre dell’attaccante nerazzurro che viene stoppato da un difensore avversario a pochi metri dalla porta. Polani, sicuramente tra i più attivi, impegna da solo tutta la difesa ospite, contribuendo al rosso di Chiazzolino che al 19′ fa fallo da dietro su di lui, per poi ripeteresi su Tortolano, al 25′, mentre il talento di Ostia era ormai involtato verso la porta.

LA SVOLTA DEL MATCH – E’ certamente l’evento che cambia il volto al match. Al 26’ ci prova Farina con un calcio di punizione da 25 metri respinto a fatica da Ascani. Si continua a giocare ad una porta, naturalmente quella di Ascani sollecitato a ripetizione dai cross che arrivano in area rossoblu soprattutto dalla fascia destra dove Cafiero punta e salta puntualmente Sivilla. Proprio Cafiero al 30’ arriva al tiro, ma il sinistro non è il suo piede e la palla termina in fallo di fondo. Dopo aver spinto tanto il Latina si concede qualche minuto di respiro fino al 44’, quando Mancosu si avventa su un retropassaggio errato di un difensore ospite, anticipa Ascani che ingenuamente lo stende in area: è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Tortolano che non sbaglia: portiere da una parta e palla dall’altra per il vantaggio del Latina proprio sul finire del primo tempo.

LA RIPRESA – La ripresa inizia con le stesse formazioni che hanno chiuso il primo tempo e il Campobasso si fa vedere al 1’ con un destro che termina alto diFazio. Al 3’ numero di Mancosu che salta come birilli due avversari e guadagna il fondo e serve una palla d’oro a Cafiero: il destro a botta sicura del difensore ex Roma viene deviato in angolo da Minadeo. Al 5’ occasionissima per Polani che, servito da Berardi, si presenta davanti a Ascani e lo grazia con un destro ad incrociare che si perde sul fondo. All’11 Tortolano pesca con un preciso cross Mancosu lasciato libero di saltare dai difensori ospiti: buono lo stacco, sbagliata la mira. Cosco effettua un doppio cambio: fuori Todino e Monti, dentro Ibekwè e Sebartoli. Ma per il Campobasso cambia poco o nulla perché è il Latina ad andare di nuovo in gol al 21’: il raddoppio nerazzurro porta la firma di Mancosu che, servito da Giannusa, si presenta a tu per tu con Ascani e lo batte con un destro ad incrociare che si infila nell’angolino lontano. Sanderra effettua il primo cambio del Latina: richiama Tortolano e manda in campo Tirelli. Cosco getta nella mischia Cacciaglia al posto di Cammarota.  Al 38’ numero del neo entrato Cinelli che serve una palla d’oro a Koné con il colored che incorna bene ma non è fortunato: la palla scheggia la traversa e si perde in fallo di fondo. Al 40’ Sanderra si gioca anche l’ultimo cambio: esce Mancosu, entra Martinez. Il Francioni esplode, la squadra sotto la curva Nord festeggia l’ennesima impresa stagionale e, soprattutto, la ritrovata verve di un Latina da C1.

Gianpiero Terenzi

IL TABELLINO

LATINA-CAMPOBASSO 2-0

Latina: Martinuzzi, Cafiero, Toscano, Tortolano (25’ st Tirelli), Mariniello, Farina, Koné, Berardi, Polani (33’ st Cinelli), Giannusa, Mancosu (40’ st Martinez). A disp.: Radio, Gasperini, Merito, Zarineh. All.: Sanderra

Campobasso: Ascani, Scudieri, Sivilla, Fazio, Maglione, Minadeo, Todino (16’ st Ibekwe), Chiazzolino, Balistreri, Cammarota (30’ st Cacciaglia), Monti (17’ st Sebartoli). A disp.: Marcato, Di Fiordo, Murati, Calamaio. All.: Cosco

Arbitro: Todaro di Palermo. Assistenti: Fraschetti di Perugia e Caprari di Roma1

Marcatori: 44’ Tortolano (rig.), 21’ st Mancosu

Note – Ammoniti: Scudieri, Chiazzolino, Ascani, Cinelli. Espulsi: 25’ Chiazzolino per doppia ammonizione, 24’ st Todino dalla panchina. Spettatori: 2000 circa

Lascia un commento