Campo Boario nel segno di Santucci

Fattore Santucci: così si può definire il nuovo motivo dominante di questa fase finale del campionato di Terza categoria girone A. La scorso anno era Fabio Zaza che permise all’Atletico Littoria di salire in Seconda categoria, mentre quest’anno porta il nome di Nilo Santucci. Anche sabato l’ex bomber del Gaeta ha realizzato una tripletta che 

Leggi tutto

Fattore Santucci: così si può definire il nuovo motivo dominante di questa fase finale del campionato di Terza categoria girone A. La scorso anno era Fabio Zaza che permise all’Atletico Littoria di salire in Seconda categoria, mentre quest’anno porta il nome di Nilo Santucci. Anche sabato l’ex bomber del Gaeta ha realizzato una tripletta che ha consentito al Campo Boario di battere, sul campo di Campodimele, le Querce Fondi e di potersi presentare, all’ultima giornata di domenica mattina contro l’R2 Piccarello nelle condizioni ideali per giocarsi direttamente la Seconda categoria.

LA SUPREMAZIA DELL’EX GAETA – La tripletta di Santucci non fa che confermare l’assoluta supremazia tecnica di questo giocatore. Longilineo, molto dotato fisicamente e tecnicamente, in grado di fare la differenza in categorie come Serie D ed Eccellenza e di stravolgere completamente gli equilibri in Terza categoria. All’inizio di dicembre ha stentato a prendere confidenza con dei campi, e con un campionato, difficili per un giocatore del suo livello ma poi, grazie agli allenamenti e all’intesa con i compagni, si è inserito a meraviglia facendo quella differenza che Gargano e compagni si attendevano. Risponde anche il Cos Latina: la squadra di Libertini e Marco Ciaremella, dopo un primo tempo davvero sfortunato con due traverse colpite dai ragazzi dell’Oratorio San Marco, nel secondo tempo, subito il gol di svantaggio, ha reagito con veemenza raggiungendo il pareggio con Di Rubbo e poi segnando il gol vittoria con Natalizia. E domenica mattina il Cos sarà impegnato a Borgo Piave mentre, come detto, il Campo Boario avrà la sua gatta da pelare nel derby. L’impresa per Di Matteo e Smorgon è di quelle proibitive perché sarà difficile fermare la corazzata di Banin, anche se il Cos Latina lotterà fino alla fine per arrivare alla partita di spareggio (come si legge dal comunicato federale nell’art. 51 della NOIF) del Francioni che sarebbe il giusto coronamento a una cavalcata trionfale per ambedue le squadre. Anche se per la verità ci sono versioni discordanti: il Cos Latina sostiene, che a parità di punti, si deve giocare la gara di spareggio. Intanto si fa molto accesa e incandescente la lotta per il quarto e quinto posto. Il Città di Maenza chiude il suo campionato a 31 punti. Il Campo di Carne, che ha riposato questa settimana, ha 28 punti, il Roccasecca dei Volsci, sconfitto a via Londra dall’R2, rimane a 28 punti. Anche qui si deciderà all’ultima giornata, con la probabile clamorosa sorpresa dell’eliminazione dai play off del Città di Maenza che rischia di essere scavalcato da Campo di Carne e Roccasecca che otterrebbero così il pass per la Coppa delle Provincie. Chi la spunterà? La risposta a domenica prossima. VINCE ma suda le proverbiali sette camicie il Cos Latina per battere un Real Sabaudia decisamente caparbio. Partita davvero bella, interessante, giocata sotto un caldo sole primaverile. Il Cos aveva un solo obiettivo, i tre punti per continuare la sua cavalcata al probabile spareggio che determinerà la squadra vincitrice del girone. Il Cos Latina inizia subito in maniera: al 10’ Ricci regala la prima emozione colpendo la traversa con un gran tiro da fuori area. Al 30’ è ancora la traversa a negare a La Portella la gioia del gol. Un Cos Latina volitivo e sfortunato, inizia il secondo tempo addirittura in sofferenza: al 7’ il Real Sabaudia va in vantaggio con Greco ma immediata è la replica dei latinensi che si riversano nella metà campo del Real Sabaudia e al 15’ pareggiano con Di Rubbo che lascia partire un bel diagonale. E in seguito possono festeggiare i tre punti grazie a Natalizia, che al 26’ realizza il gol decisivo.

I TABELLINI
Nuovo Cos Latina: Cipolla, Taffuri, Bonomo, Grando, Lo Pinto, Sciuto, Viscido, Nocella, La Portella, Pregnolato, Ricci. A disp: Fusco, Rolando, Leggi, Quintavalle, D’Arienzo, Di Rubbo, Natalizi. All.: Libertini.
Real Sabaudia: Mariano, Giuordano A, Porri, Chessa, Pansera, Martucci, Merangolo, Cannella, Corni, Greco, Campacci. A disp: Donato, Giordano, Eneches, Salamesca, Elmonetto. All.: Bergamo.
Marcatori: 7’st Greco, 15’st Di Rubbo, 26’st Natalizia

Querce Fondi: Fuscoo, Pestillo, Leone, Di Nardo, Tullio, Di Lauro, Ricci, Parasmo, Lo Colle, Pecchia, Venditti, Pecchia..A disp: Di Manno, Falovo All. Fornaro.
Campo Boario: Guerra, Carbonari, Costantino, Valle, Nardi, Natella, Farelli, Arcese, Ferrari, Santucci, Mallardo. A disp: Vinci, Tomaselli, Ciotola, Cacciotti, Crepaldi, Bedini. All Banini
Marcatori: 13’pt Parasmo, 25’pt e 30’pt e 35’pt Santucci, 15’st Mallardo, 57’st Lo Colle

Amatori Circeo: Altobelli M, Altobelli D, Di Prospero, Carocci, Cerasoli, Mignardi, Palmerio, Bove, Moro, Bellato, Fortunato. A disp: Maragoni, Cristini, Smith. All. Capponi.
Città di Maenza: Colorito G, Ranellucci F, Ciotti, Valle A, Di Girolamo, Cardosi, Valle Gb, Ranellucci A, Palladini, Turriziani, Felice. A disp: Neroni, Ranellucci S, Dell’Unto, Suprano, Marchetti, Sperduti F, Colorito D. All. Sugamosto

R2 Piccarello: De Tuzza, Di Fazio, Rotelli, Testa, Manzi, Rigoni, Zaninelli, Rango, Lucarini, De Cesaris, Perroni. A disp: Rigon, Novelli, Creo, Frappola, Russo, Paone. All. Smorgon.
Roccasecca dei Volsci: Mirandola, Albanese, Falcone, Papi, Menichelli, Bruni, Bianchi, Bove, De Marchis, Brusca, Precopio. A disp: Giovannelli F, Giovannelli S, Giovannelli R, Mulè, Cappadocio, Chiefallo. All. Giovannelli R.
Marcatori: 20’st Pitu, 40’st Creo

Vis Terracina: Pensiero, Mandatori, Vestoso G, Marzullo, D’Onofrio, Martinelli, Mancini, Vestoso R, Marigliani, Opromolla,
Morgera. A disp: Di Manno, Mantovani, Iannarelli. All. Gallo
Piave: Mazzi, Palumbo, Lucci, Muneretto, Colantuono, Pozzobon, Marangon, Ferrazzi, Ciarravino, Pozzobon P, Campanari. A disp: Lombardi, Guerriero, Gubitosa, Torri, Di Viccaro. All.
Iavarone.
Marcatori: 10’pt Marigliani F, 47’pt e 22’st Vestoso 31’pt Ciarravino, 42’st Morgera.

Lascia un commento