Il San Michele prova la fuga

LA capolista San Michele è andata in fuga nel momento topico della stagione. Due punti di vantaggio sul Sermoneta e quattro sulla Sa.Ma.Gor, formazione che non sa più vincere. NUMERI DA CAPOGIRO – Grande entusiasmo al termine dei 90’ per la squillante vittoria sul Latina Scalo per 5-1. Secondo miglior attacco e migliore difesa del 

Leggi tutto

LA capolista San Michele è andata in fuga nel momento topico della stagione. Due punti di vantaggio sul Sermoneta e quattro sulla Sa.Ma.Gor, formazione che non sa più vincere.

NUMERI DA CAPOGIRO – Grande entusiasmo al termine dei 90’ per la squillante vittoria sul Latina Scalo per 5-1. Secondo miglior attacco e migliore difesa del girone, numeri che legittimano il primato. Alla fine si è lasciato andare come poche volte è successo prima il presidente Sandro Rinaldi, da quando è al timone del suo San Michele. «Sono veramente felice – dice Sandro Rinaldi – La cosa bella della partita contro il Latina Scalo è che è stata vera, il risultato finale non deve far pensare ad altre situazioni come ho sentito nella giornata di lunedì. E’ stata una partita vera, sofferta e nella quale nessuno si è risparmiato, ringrazio tutta la gente che è venuta a sostenere la squadra. Questa vittoria ce la godiamo tutta così come il primato che posso dire è strameritato per quello che sta facendo il San Michele. Abbiamo battuto una squadra che quattro giorni prima aveva fatto tremare il Sermoneta. Prendiamo questa vittoria come un punto di partenza per il rush finale». Sprizza felicità da tutti i pori il patron del San Michele pur conservando la giusta calma, restando con i piedi per terra.

GUAI A MOLLARE – «L’obiettivo non l’abbiamo mai nascosto, adesso che siamo al comando della classifica vogliamo rimanerci fino alla fine, ma sappiamo molto bene che non sarà semplice. Quest’anno la Prima Categoria è un campionato avvincente, bello e soprattutto imprevedibile. Ogni domenica arrivano risultati impensabili alla vigilia. Adesso arriva il momento topico della stagione. Ai ragazzi ho detto di vivere questo ultimo mese di campionato nella massima serenità, il segreto è che non c’è alcun tipo di pressione». Felicissimo il bomber Alessandro Santoni autore di una doppietta. «E’ stata una domenica positiva nella quale abbiamo guadagnato sulla Sa.Ma.Gor e finalmente siamo riusciti a vincere anche in casa – dice l’attaccante ex Sabotino – Voglio ringraziare pubblicamente tutta la squadra, tutti si sacrificano per il bene del San Michele. Segnare è il mio compito e ogni volta che riesco ad andare in gol provo una grande gioia che condivido con tutti, quando sono arrivato a dicembre sono stato accolto con grande amicizia, un grazie a tutti».

Paolo Annunziata

Lascia un commento