Rosina: “Sapevamo che sarebbe stata dura”

ROSINA  (Guidonia-Aprilia 0-1) – Sapevamo di dover affrontare una partita difficile e abbiamo cercato di prepararla nel migliore dei modi posso ritenermi soddisfatto dell’interpretazione della sfida da parte dei ragazzi. Abbiamo fallito numerosi gol che potevano dare al risultato un aspetto diverso. Conserviamo il primo posto con un punto di vantaggio sul Monterotondo. Ci aspettano 

Leggi tutto

ROSINA  (Guidonia-Aprilia 0-1) – Sapevamo di dover affrontare una partita difficile e abbiamo cercato di prepararla nel migliore dei modi posso ritenermi soddisfatto dell’interpretazione della sfida da parte dei ragazzi. Abbiamo fallito numerosi gol che potevano dare al risultato un aspetto diverso. Conserviamo il primo posto con un punto di vantaggio sul Monterotondo. Ci aspettano cinque partite difficile ma questa Aprilia lascia ben sperare. Stiamo vivendo un sogno. Nelle dodici partite del girone di ritorno abbiamo fatto otto vittorie e quattro pareggi. Veramente tanto. E’ dalla settima giornata che abbiamo cambiato marcia, giocando anche da grande squadra. La nostra rimonta in classifica è stato qualcosa di enorme

CASTELLUCCI (Guidonia-Aprilia 0-1) – I reparti che hanno fatto la differenza sono stati quello del centrocampo e dell’attacco. Abbiamo sfiorato più volte la realizzazione. Se mi aspettavo il gol di Branicki? Sì, perché in quel momento vedevo i miei pronti a sfruttare il minimo spazio. Avevo avvertito i giocatori di non sottovalutare questo Guidonia alla caccia di punti salvezza.

ALVARDI (Guidonia-Aprilia 0-1) – Anche noi abbiamo fallito occasioni da rete importanti. Dopo aver preso il gol ci siamo un po’ disuniti. Ora la strada verso la salvezza è complicata ma noi abbiamo il dovere di crederci. In questo periodo le cose non vanno molto bene, ci gira male. Costruiamo molto ma raccogliamo poco. Tuttavia non può sempre andare così. Giocando in questo modo possiamo conquistare la salvezza anche se attraverso i playout. Cosa dirò ai ragazzi per il match con la Viterbese? Nulla di particolare. Dando il massimo possiamo ancora salvarci. I risultati delle altre squadre in questo momento non vanno guardati. Dobbiamo pensare a noi stessi e a fare bene in campo. Quando ritroveremo la via del gol sarà tutto più facile.

CIARAMELLA (Virtus Lenola-Samagor 4-3) – Penso che sia doveroso fare innanzitutto i complimenti ai nostri avversari perchè hanno vinto una partita difficile e in inferiorità numerica. Il Lenola ci ha sempre creduto e alla fine è riuscita a fare una vera e propria impresa. Certo, il fatto di aver preso quattro gol tutti insieme in una sola partita dopo averne subiti soltanto quattordici nelle precedenti ventiquattro ci deve far riflettere: d’accordo che alcune gare vanno un pò così, ma quando si passa per tre volte in vantaggio e si fanno tre reti in trasferta bisogna portare a casa il risultato.

FIASCHETTI (Latina Scalo-R11 Latina 1-1) – Abbiamo guadagnato un punto. Ci siamo presentati al match in condizioni di piena emergenza dal momento che mancavano Tammaro, Di Giorgio, Mirko Banin, Pupuli e Pastro, per cui possiamo ritenerci più che soddisfatti per il risultato finale.

PINTI (Latina Scalo-R11 Latina 1-1) – Penso che per come è andata la partita avremmo meritato qualcosa in più del pari nella prima mezzora loro hanno avuto una certa supremazia, ma una volta trovato il pari, e nonostante l’inferiorità numerica, siamo stati noi ad avere le occasioni migliori

DE ANGELIS  (Sonnino-Lido dei Pini 0-2) – Il quinto posto rimane comunque un obiettivo alla nostra portata il calendario che abbiamo noi, almeno sulla carta, sembrerebbe più abbordabile di quello dei nostri avversari, ma non dobbiamo mai dimenticarci che le partite per vincerle bisogna sempre giocarle.

MORBIDELLI (Bella Farnia-Real Vallemarina 1-0) – Premiati tutti i nostri sacrifici – spiega il patron Alessandro Morbidelli al termine della gara – Ci tenevo in particolare a vincere questa partita giocata contro una grande squadra come il Vallemarina.

IANNARILLI (Bella Farnia-Real Vallemarina 1-0) – Dedico questa vittoria a Sabrina, la mia ragazza che mi ha ‘sopportato’ in questi giorni delicatissimi questa di oggi è la mia personale rivincita per il campionato non vinto l’anno scorso per motivi che non sto qui a ricordare. Ho voluto ricominciare dalla Seconda, nonostante le tante offerte. Una scelta premiata da questo gruppo fantastico e una risposta ai tanti ‘scienziati’ del calcio che criticavano.

BRACCIALE (Bella Farnia-Real Vallemarina 1-0) – Non eravamo al meglio e abbiamo pagato il calo fisico certo, che se l’arbitro avesse visto quel fallo di mano in area staremmo qui a parlare di un’altra partita

Lascia un commento