L’urlo del Bella Farnia chiude il campionato

ORA manca solo il beneficio della matematica. Il Bella Farnia fa suo il big match delle venticinquesima giornata e al Nalli batte di misura il Vallemarina secondo in classifica, volando a +11. Un vantaggio che, con 15 punti ancora in palio e, soprattutto, la partita con il già retrocesso Roccagorga in programma alla penultima giornata, 

Leggi tutto

ORA manca solo il beneficio della matematica. Il Bella Farnia fa suo il big match delle venticinquesima giornata e al Nalli batte di misura il Vallemarina secondo in classifica, volando a +11. Un vantaggio che, con 15 punti ancora in palio e, soprattutto, la partita con il già retrocesso Roccagorga in programma alla penultima giornata, sembra davvero la mazzata finale ad un campionato che già alla vigilia del match pendeva nettamente dalla parte dei ragazzi di mister Iannarilli. Dall’altra parte un Vallemarina, a dire il vero, sin troppo rinunciatario. La squadra di mister Bracciale, infatti, non è riuscita ad incidere quasi mai (fatto salvo per un calcio di rigore chiesto a gran voce nella ripresa) allungando a sei le gare consecutive senza trovare vittorie e scivolando, inaspettatamente, nella lotta per la Prima categoria con Terracina e Sezze tornate pericolosamente in lizza per il secondo posto.

Al Nalli il pubblico delle grandi occasioni accoglie i ventidue in campo. Iannarilli si schiera con la difesa a 3, con Bovolenta utilizzato nell’inedita veste di esterno alto. Dall’altra parte Bracciale risponte con le tre punte, chiedendo però a Di Giorgio e Di Vezza un gran lavoro in fase di ripiego. A saltare immediatamente all’occhio, però, è il grande rispetto reciproco che blocca le due squadre. Ritmo alto, ma gioco che stagna a centrocampo. Latitano le emozioni. Al 18’ una punizione sballata di Cracium è la sola azione degna di nota in un primo tempo dasbadigli. Iannarilli se ne accorge e cambia subito qualcosa. Dentro l’eroe di Coppa Lazio Elio Mancini e fuori proprio Cracium, con l’intento di dare più solidità alla mediana. Ma la storia non cambia e la prima frazione scivola via senza ulteriori sussulti, fatta eccezione per un tentativo di Cerrocchi su sponda di Di Raimo che finisce alto sulla traversa.

Nella ripresa cambia il canovaccio. Il Bella Farnia affonda subito e dopo 33’’ impegna Centola per la prima volta. Cerrocchi si districa in mezzo a tre al limite dell’area per poi servire Sciuto che si sovrappone sulla sinistra. Tiro di destro dell’ex Cos e palla respinta dal numero uno monticelliano. Subito dopo è ancora Sciuto ad alimentare l’azione del Bella Farnia. Assist per Conti, scambio rapido al limite con Cerrocchi e tiro di prima intenzione parato ancora da Centola in due tempi. La partita si accende all’improvviso e al 6’ è il turno del Vallemarina. Minetti vola sulla destra, mette al centro per Di Giorgio che svetta di testa trovando però sulla propria strada l’opposizione di Caccavale, che devia, a detta degli ospiti, con un braccio. Inutili, però, le proteste rossoblu visto che Bellato fa proseguire.

Seguono minuti di sostanziale equilibrio, anche se il Bella Farnia sembra poter alzare il proprio baricentro. I biancoverdi si allungano e la manovra diventa più fluida, mentre il Vallemarina si affida al solo Di Vito, troppo isolato in avanti, per offendere. L’attaccante ospite si fa vedere al 33’, quando riceve da Oliva, fa perno su Caccavale ma poi non trova lo specchio della porta. E’ l’ultima azione di un Vallemarina che cala improvvisamente di tono. Iannarilli se ne accorge e spedisce subito in campo Passini. L’impatto dell’ala sinistra biancoverde è decisiva. Prima crea scompiglio con un’azione insistita in mezzo all’area di rigore poi, al 41’, è decisivo nell’azione del gol.

Proprio Passini, infatti, recupera palla, fa slalom in mezzo a tre e poi scarica a Di Raimo che chiude il triangolo. Il laterale del Bella Farnia pensa al tiro ma poi vede con la coda dell’occhio dall’altra parte Cerrocchi servendolo con un lancio al millimetro. L’ex Pontinia stoppa, finta il tiro mettendo fuori causa due difensori, poi, di destro, spara a rete trovando il miracolo di Centola. La palla gli torna sui piedi e, stavolta, il numero 11 non può sbagliare. Il Nalli è in visibilio e, dopo 5’, festeggia la seconda grande gioia nel giro di una settimana. La storica accoppiata, adesso, è veramente ad un passo.

Gianpiero Terenzi

BELLA FARNIA – REAL VALLEMARINA 1-0
Bella Farnia:
Zanutto, Attivani, Sciuto, Conti (4’st Saoud), Caccavale, Valentino, Bovolenta, Santini (29’st Passini), Di Raimo, Cracium (26’pt Mancini), Cerrocchi. A disp.: Cifra, Caschera, Toselli U., Tabanelli. All.: Iannarilli
Vallemarina: Centola, Colantuono, Vuolo, Talocco (24’st Pecchia B.), Serafini, Pecchia A., Minetti, Di Vezza (37’st Macchiusi A.), Di Giorgio, Oliva, Di Vito. A disp.: Altobelli F., Carnevale, Altobelli C., Trani, Macchiusi S. All.: Bracciale
Arbitro: Bellato di Aprilia
Marcatori: 41’st Cerrocchi
Note – Ammoniti: Oliva, Caccavale, Di Raimo, Sciuto, Santini

Lascia un commento