Impresa Lenola, solo un pari nel big-match

Incredibile impresa della Virtus Lenola. L’undici di Francesco Pecchia riesce nell’impresa di recuperare per tre volte la Sa.Ma.Gor. e di imporsi alla fine con un pirotecnico 4-3 nonostante l’inferiorità numerica. Al «Falcone – Borsellino e Scorte» va in scena la tipica partita al cardiopalma letteralmente sconsigliata ai deboli di cuore. SBLOCCA SPERDUTI – Il primo 

Leggi tutto

Incredibile impresa della Virtus Lenola. L’undici di Francesco Pecchia riesce nell’impresa di recuperare per tre volte la Sa.Ma.Gor. e di imporsi alla fine con un pirotecnico 4-3 nonostante l’inferiorità numerica. Al «Falcone – Borsellino e Scorte» va in scena la tipica partita al cardiopalma letteralmente sconsigliata ai deboli di cuore.

SBLOCCA SPERDUTI – Il primo a finire sui taccuini è Sperduti, il quale insacca al 5’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Riggi. Alla mezzora Vattucci ristabilisce la parità approfittando di un errato disimpegno difensivo dei gialloblu. Passano altri dieci minuti e la corazzata di Gennaro Ciaramella ritorna in vantaggio grazie ad uno straordinario bolide dai venticinque del solito Lecce (salito a quota diciotto in classifica marcatori) Nella ripresa, al 20’, Di Biase firma il momentaneo 2-2 con un magistrale calcio di punizione da oltre venti metri. Ma soltanto otto minuti più tardi Luceri sigla il 3-2 con imperioso stacco di testa su corner dello stesso Riggi. Al 79’ i padroni di casa recuperano per la terza volta lo svantaggio con Di Biase che dal dischetto non lascia scampo a Lampacrescia. E all’86’ Vattucci fissa il punteggio sul 4-3 con un vero e proprio eurogol.

SOLO UN PARI TRA SERMONETA E SAN MICHELE – Bella giornata, calda, primaverile, soleggiata, un numeroso pubblico hanno fatto da contorno ad una partita molto tattica, preparata e giocata con molta sapienza e organizzazione di gioco. Tanta attenzione, forse fin troppa, che ha penalizzato lo spettacolo e deluso dirigenti e pubblico sermonetani. Il Sermoneta ha sbattuto contro un muro, quel del San Michele sceso in campo per limitare i danni e sperare nell’episodio fortunato. Comunque a Giovannelli e Davide Trovò è andata di lusso portando a casa un punto di platino. Il Sermoneta ci ha provato, soprattutto dal quindicesimo al trentacinquesimo del secondo tempo, ha chiuso il San Michele nella propria area, elevando Pepe a protagonista in due situazioni. Poi è arrivato un regalo arbitrale, l’espulsione di Lucci per fallo da ultimo uomo su Santoni, irregolarità viziata da un’evidente fuorigioco dello stesso attaccante.
Nei primi venti minuti il Sermoneta ci prova, Pantuso, lanciato da De Simone, manca l’aggancio al 5‘’ lanciato da De Simone, a’. Due minuti dopo Coia imbecca ancora Pantuso, che operò la «passa» a Pepe. Al 22’ e al 33’ è sempre Pantuso a provarci su punizione, mai suoi tiri sono ampiamente fuori bersaglio. Al 40’ il San Michele si affaccia dalle parti di Santone. Molto più vivace ed emozionante il secondo tempo. Al 10’ San Michele pericoloso: Palmacci serve Critelli, respinge Pantone, riprende Palmacci, ma Santone para senza problemi. Al 15’ Lucci lancia Pantuso fermato fallosamente: batte De Simone, respinge la barriera. Al 25’ triangolo tra Coia e De Simone, Coia è anticipato da Gigli, il Sermoneta reclama il rigore, ma l’arbitro fa proseguire. Al 28’ De Simone lancia Pantuso: gran tiro al volo dal limite, vola Pepe e salva la sua porta. Al 35’ l’ultimo e decisivo episodio: Rango lancia Santoni, che scatta oltre i difensori sermonetani, l’arbitro non fischia e Lucci ferma fallosamente Santoni. L’arbitro decreta l’espulsione di Lucci. Mentre i gialloblu recriminano, i borghigiani imprecano con Montini che calcia sulla barriera. A fine partita Trovò, rimproverà (bonariamente) Giovannelli per aver sostituito Proia. Dicono che i suoi tiri su punizioni, sono rigori. Questo è il bello del calcio. Campagna se la prende con l’arbitro e qualche ragione c’è l’ha.

IL BAINSIZZA SI MUOVE – Se non altro l’Atletico Bainsizza muove la classifica. I borghigiani pareggiano per 2-2 nell’importantissimo scontro salvezza contro l’Atletico Nettuno e interrompono la striscia di sette ko consecutivi. Alla luce di questo risultato i nerazzurri rimangono però al penultimo posto della classifica con ventuno punti, quattro in meno proprio del Nettuno, scivolato in quartultima posizione perchè scavalcato dal Monte San Biagio. Al «Bruno Parisotto» va in scena una partita piuttosto vivace, giocata a viso aperto da entrambe le squadre, nonostante l’importanza della posta in palio. Ma per vedere la prima vera occasione da gol bisogna attendere il 35’, quando gli ospiti colpiscono un legno sugli sviluppi di un calcio di punizione. Dopo cinque minuti il Bainsizza sblocca il risultato con Cappelli che prima si procura e poi trasforma il calcio di rigore dell’1-0. La ripresa si apre con l’occasione fallita da Colardo da posizione favorevole. Al 52’ gli ospiti trovano l’1-1 con l’incornata vincente di Fiorini, inspiegabilmente lasciato libero di saltare in area. Otto minuti più tardi il Nettuno ribalta il risultato con lo stesso Fiorini, che risolve una mischia nell’area avversaria. Al 72’ Nevigato ha sul sinistro il pallone del 2-2, ma la sua conclusione si spegne sul fondo. L’appuntamento col 2-2 però è solo rimandato di quattro minuti: al 76’, infatti, Colardo pareggia con un rasoterra vincente da pochi passi. Monte San Biagio all’inglese. I biancoverdi si impongono con il più classico dei risultati sull’Airone Ardea al termine di una partita molto nervosa, come testimoniano le tre espulsioni di Mancini, Di Bernardo e Ciccolini e gli undici cartellini gialli estratti dal direttore di gara, Di Benedetto di Roma 2. Le due reti che decidono la sfida del «Comunale» di via Portella portano le firme di Triolo e Ledhili. Il numero nove dei locali sigla l’1-0 al 12’ con un tiro a giro dai sedici metri che si infila sotto l’incrocio dei pali della porta difesa da Scagnoli. Alla mezzora Ledhili raddoppia realizzando il penalty decretato dall’arbitro per un intervento falloso di Cacciotti ai danni di Triolo. La Virtus Pomezia vince 3-2 nel derby tutto romano col Tor San Lorenzo. Finisce 1-1 il confronto del «Tiziano Righetti» tra il Latina Scalo e l’R11 Latina. Pronti via e il padroni di casa passano in vantaggio con De Angelis: Castello fa sponda al limite dell’area per il compagno che fulmina Vita con un preciso destro. L’inerzia dell’incontro è tutta per i biancoverdi, i quali però non riescono ad impensierire concretamente la retroguardia avversaria. E così al 34’ l’R11 agguanta il pari: Castelli serve Sannino sulla destra, l’esterno arriva al lato corto dell’area di rigore, si accentra e lascia partire un diagonale che Montanari respinge corto favorendo il tap-in vincente di Tomei. Nella ripresa, dopo venti minuti, gli ospiti rimangono in dieci per l’espulsione dello stesso Tomei. Ma nonostante l’inferiorità numerica è proprio l’R11 ad avere le occasioni migliori. Al 70’ Ciaurelli si presenta a tu per tu con Montanari ma non inquadra lo specchio. Dopo un quarto d’ora Ghirotto si vede negare il gol da una coraggiosa uscita del numero uno avversario. Al novantesimo, però, è Castello a mancare il match ball a pochi passi da Vita.

RETROCESSIONE AMARA PER IL CASTELFORTE – IL Castelforte saluta la Prima Categoria perdendo per 7-0 in casa della Lapisebamolese. Seconda sconfitta del 2011 per il Sonnino, che cade in casa col Cedial Lido dei Pini. Nella prima frazione sono i padroni di casa a gestire il pallino del gioco mentre gli ospiti si limitano ad attendere nella propria metà. La prima occasione arriva al 22’, quando Fiori si presenta a tu per tu col portiere ma si defila troppo e conclude sul fondo. Ventuno minuti più tardi gli anziati sbloccano il risultato: Ascente fa tutto da solo sulla corsia di sinistra, si accentra e lascia partire una conclusione su cui nulla può Belviso. Nei secondi quarantacinque minuti il Sonnino continua a fare la partita, ma i ragazzi di mister Panicci chiudono tutti gli spazi difendendosi con ordine. Al 55’ Serio arriva davanti a Zecchinelli ma Loreti con un provvidenziale recupero salva il risultato. Passano altri sedici minuti e gli ospiti raddoppiano: Maione appoggia dietro a Belviso, ma il pallone è fuori misura per il numero uno, che rilanciando serve un avversario, il quale verticalizza immediatamente per lo stesso Ascente che batte insacca con un preciso destro sotto l’incrocio dei pali. Nell’ultima mezzora di gioco il Sonnino tenta il tutto per tutto, ma il Lido dei Pini tiene botta e conduce in porta una vittoria importantissima in ottica Coppa Lazio.

I TABELLINI

ATLETICO BAINSIZZA – ATLETICO NETTUNO 2-2
Atletico Bainsizza: Mandolini, Fabrizi, Marocchetti A., Fatale, Tomassi (30’st Mangiapelo), Milani T. (20’st Nevigato), Picano, Durastanti (25’pt Ciarmatori), Colardo, Giarola, Cappelli. A disp.: Di Magno, , Pavani, Cacciapuoti, Marchegiani. All.: Consoli.
Atletico Nettuno: Pasquino, Tortosa (13’st Nicolò) (32’st Guerra), Farre, Bardi, Di Maggio, Marocchetti F., Salvia, Pompucci, Luciani, Truini (1’st Fiorini), Cianchetti. A disp.: Stradaioli, Galuppi, Raffaele, Battagliero. All.: Sciamanna.
Arbitro: Iosub di Roma 1.
Marcatori: 40’pt Cappelli (rig.), 7’, 22’st Fiorini, 31’st Colardo.

MONTE SAN BIAGIO – AIRONE ARDEA 2-0
Monte San Biagio: Mauti, Di Crescenzo, Arquati, Guglielmelli, Raimondi, De Santis (46’st Cappiello), Obialo (14’st Cataldi), Triolo, Paolella, Bartolomeo F., Ledhili (43’st Carocchi). A disp.: Persichino, Di Perna, Del Prete, Bartolomeo A. All.: Bartolomeo A.
Airone Ardea: Scagnoli, Colardo (1’st Morgani), Cacciotti, Tomei, Martini, Mancini, Ciccolini, Vallo, Scardellato (1’st Di Bernardo), Valenza, Magistri (1’st Ziemiaski). All.: Del Grosso (squalificato).
Arbitro: Di Benedetto di Roma 2.
Marcatori: 12’pt Triolo, 30’pt Ledhili (rig.).
Note – espulsi: Mancini al 40’pt per bestemmia, Di Bernardo al 37’st per gioco falloso e Ciccolini al 48’st per comportamento antisportivo; ammoniti: Arquati, Guglielmelli, Raimondi, Obialo, Triolo, Bartolomeo, Ledhili (MSB), Vallo, Tomei, Cacciotti, Mancini (AA).

VIRTUS POMEZIA – TOR SAN LORENZO 3-2
Virtus Pomezia: Parente, Caprioli, Stojani, Marucci, M’Baye, Gugliotta, Chianese (20’st Morena), Di Leta, Rinelli, Fieni (16’st D’Addona), Giovannelli (24’st Marigo). A disp.: Cioè, Frisicaro, Recine, Lupi. All.: Bianchini
Tor San Lorenzo: Bergami, Tartaglia, Piccioni, Fabrizio, Ciani, Sorani, Petrucci (29’st Prunaro), Maldone (20’st Fortes), Noro (1’st Verna), Cellitti, Maggi. All.: Abate.
Arbitro: Orlandi di Viterbo
Marcatori: 17’pt Marucci (rig.), 27’pt Giovannelli, 15’st Fieni, 44’, 46’st Sorani.
Note – espulsi: Bergami; ammoniti Di Leta, D’Addona, Rinelli (VP), Fabrizio, Maggi, Ciani, Perna (TSL).

LATINA SCALO – R11 LATINA 1-1
Latina Scalo: Montanari, Brusca (40’st Fuschi), Marcelli E., Maggi, Paoletti, Zanella, De Angelis (30’st Fiaschetti), Marcelli V., Civitani, Castello, Banin O. (15’st Di Marcantonio). A disp.: Battaglia, De Felice, Melato, Sperotto. All.: Galassi.
R11 Latina: Vita, Nale, De Martino (24’st De Lucia), Ustione, Guadagno, Marcotulli, Sannino, Valenza (11’st Ghirotto), Tomei, Castelli, Ciaurelli (34’st Morelli). A disp.: Semenzin, Pacifici, Novelli, Salvini. All.: Pinti.
Arbitro: Savastano di Roma 2.
Marcatori: 3’pt De Angelis, 34’pt Tomei.
Note – espulsi: Tomei al 20’st per doppia ammonizione.

LAPISEBAMOLESE – ATLETICO CASTELFORTE 7-0
Lapisebamolese: Maliziola, Beshoj, Faustini, Colagiovanni (26’st Tagliaferri), Gerli (17’st Fontana), Santoro, Brozzu, Celenza, Di Ruzza, Ofano (37’st Schietroma), Moriconi. A disp.: Cianfrocca. All.: Gerli.
Atletico Castelforte: La Racca, Doglioso, Nortini, D’Alessandro, Ciani St. (26’st Vecchio), Ciani Al., Coviello, Ragonese (48’ Re), Di Santo (36’st Camillo), Polidoro, Ardone. All.: Porchetta.
Arbitro: Vona di Frosinone
Marcatori: 15’, 23’ Di Ruzza, 38’, 16’st, 26’st Ofano, 11’st Moriconi, 47’st Schietroma.

SERMONETA – SAN MICHELE 0-0
Sermoneta: Santone, Cargnelutti, Bozza, Cappelletti, Martellacci, Lucci, Aquilani (21’st Costantini) , Petrussa, Coia (37’st Sampaolo), Pantuso (43’st Bego), De Simone. A disp.: Perna, Pinti, Birk, Cacciapuoti. All.: Campagna.
San Michele: Pepe, Bulboaca, Gigli, De Bonis, Ciampini, Montin, Sarra, Rango, Critelli (22’st Santoni), Palmacci 20’st Bologna), Proia (33’st Mancini). A disp.: Vergara, Riello, D’Amico, Zaccarelli. All.: Giovannelli.
Arbitro: Carbonari di Roma 1.
Note – espulsi: Lucci al 35’st per fallo su chiara occasione da gol; ammoniti: Petrussa (S), Rango, Critelli (SM).

VIRTUS LENOLA – SA.MA.GOR. 4-3

Virtus Lenola: Lenisi (36’st Lo Stocco), Di Biasio, Strozza, Noccaro, Magone, Zizzo, De Longis (3’st Panno A.), Di Biase, Di Giacomo, Vattucci, Tribuzio (23’st Zizzo D.). A disp.: Mattei, Carnevale, Iudicone, Panno G. All.: Pecchia.
Sa.Ma.Gor.: Lampacrescia, Prosseda, Vespa, Luceri, Cinque, Sances, Ulgiati (15’st Pescuma), Sperduti (25’st Valente), Riggi, La Penna (15’st Trabacchin), Lecce. A disp.: Baratta, Di Marco, Magliozzi, Maureillo. All.: Ciaramella.
Arbitro: De Lucia di Roma 2.
Marcatori: 5’pt Sperduti, 30’pt, 41’st Vattucci, 40’pt Lecce, 20’, 34’st (rig.) Di Biase, 28’st Luceri.
Note – espulsi: Magone al 41’pt per proteste; ammoniti: Di Biase, Vattucci, Tribuzio, Zizzo D. (VL), Vespa, Cinque, Ulgiati (S).

SONNINO – CEDIAL LIDO DEI PINI 0-2
Sonnino: Belviso, Verdone A., Reggio, Milo, Maione, Rossetti, Grossi L., Iacovacci (25’st Di Girolamo), Serio, Ferrara (27’st Grossi S.), Fiori (23’st Forlani). A disp.: Alla, Iannotta, Bernardini, Germani. All.: Baroni.
Cedial Lido dei Pini: Zecchinelli, Mercuri (30’st Irde), Aluigi, Scagnetti, Floris, Loreti, Franco, Barbato, Ascente (35’st Lyati), Leone (21’st Bisicchia), Scarzella. A disp.: Maggione, Faticanti, Bisicchia,. All.: Panicci
Arbitro: Giudici di Frosinone.
Marcatori: 43’pt, 26’st Ascente.
Note – ammoniti: Maione, Grossi S., Grossi L. (S), Leone, Scarzella, Floris (CLDP).

Lascia un commento