Bis della Vigor, tris di ko per il Terracina

Secondo acuto consecutivo per la Vigor Cisterna che viola così anche il tabù casalingo del «Domenico Bartolani», visto che la formazione di mister Campagna in questo 2011 non aveva ancora potuto festeggiare con i tre punti sul proprio terreno amico. Una partita ‘rognosa’contro una compagine, il Monte San Giovanni Campano che, anche se alla prima 

Leggi tutto

Secondo acuto consecutivo per la Vigor Cisterna che viola così anche il tabù casalingo del «Domenico Bartolani», visto che la formazione di mister Campagna in questo 2011 non aveva ancora potuto festeggiare con i tre punti sul proprio terreno amico. Una partita ‘rognosa’contro una compagine, il Monte San Giovanni Campano che, anche se alla prima stagione in questa categoria si è ben disimpegnato ottenendo anche importanti risultati. La gara parte su ritmi blandi con la formazione di casa che però tiene sempre il pallino del gioco accellerando e poi rallentando la gara a proprio piacimento.

CIOCIARI CONFUSI – I ciociari, dall’altra parte, sono apparsi confusi e poco incisivi nella zona offensiva risultando abulici per quasi tutta la gara. A dimostrazione di ciò la completa inoperosità del portiere di casa Marino in tutto il primo tempo. La cronaca della gara registra la prima occasione al 6’ ed è di marca biancoceleste con un calcio piazzato dello specialista Frasca, con la conclusione del capitano della Vigor che esce di poco alta. Al 19’ Chiarucci fugge via sull’out di destra, conquista il fondo e mette in mezzo; il suo cross con l’aiuto del vento crea una parabola insidiosa che mette i brividi alla retroguardia ospite con l’estremo difensore ciociaro, Romano, che è bravissimo a disinnescare la traiettoria diretta sotto il sette rifugiandosi in calcio d’angolo. La Vigor Cisterna continua a tenere il gioco in mano e va vicina al vantaggio al 26’ con un ottima verticalizzazione di Frasca che pesca l’argentino Juan Carlos Garat; la punta biancoceleste da buona posizione conclude spedendo la palla sopra la traversa. Nella ripresa il copione non cambia con la formazione di casa che fa la gara e con il Monte San Giovanni Campano che prova ad arginare le sortite offensive ripartendo in contropiede. Al 10’ si vede Fiorillo, il quale però da buona pozione, all’interno dell’area conclude di sinistro trovando l’ottima respinta dell’estremo difensore Romano con la palla che torna in gioco sui piedi di Garat che dall’altezza della lunetta dell’area di rigore lascia partire un destro di prima intenzione, sfiorando il palo destro. Al quarto d’ora si registra la prima e vera azione del Monte San Giovanni Campano con la conclusione velleitaria di Tedesco, la quale sorvola ampiamente la traversa della porta di Marino. Inizia al 20’ una girandola di cambi per entrambe le compagini che segneranno in modo decisivo l’andamento della gara. Nella parte centrale del secondo tempo la gara viaggia senza particolari sussulti, tanto che si pensa che entrambe le squadre si possano accontentare di un punto a testa fino a poco meno di dieci minuti dal termine, ovvero quando, grazie al subentrato Chiaraviglio, la Vigor passa. L’argentino va a segno risolvendo una mischia accesasi nella difesa ospite. E’ la rete che decide la gara con l’arbitro, il signor Chindemi, che dopo quattro minuti di recupero fischia la fine delle ostilità.

TERRACINA IN CADUTA LIBERA – Terza sconfitta consecutiva per il Terracina di Mauro Pernarella. Dopo le disfatte subite contro Lupa Frascati e Lariano, i biancoazzurri perdono anche in casa della Vis Artena nonostante il vantaggio iniziale e una gara tutto sommato ben giocata. La gara si apre con un’occasione per i padroni di casa con Morici, bravo Pannozzo a chiudere. Due minuti dopo risponde il Fondi con un corner battuto da Serapiglia per Trillò, che però manda alto. Al 16’ bravo Cuomo a salvare su Zanchi, ben servito da Morelli. L’episodio che sblocca la gara arriva al 18’: su una punizione battuta da Rosi, Morici atterra Pannozzo. Calcio di rigore che lo stesso Rosi trasforma. I tigrotti sembrano poter controllare la gara, ma nel finale di frazione l’Artena si fa sotto di nuovo. E, infatti, al 37’ arriva il gol del pari: angolo battuto da Pizzuti, Romagnoli insacca indisturbato. Nella ripresa, il Terracina cerca subito il nuovo vantaggio. Al 3’ Trillò ci prova dal limite dell’area, il pallone termina a lato. Ancora Terracina al 29’ con Borelli che ci prova con un tiro dalla destra, neutralizzato da Piccionetti. Un minuto dopo, Rosi spreca un’occasione colossale: solo davanti al portiere avversario cerca un improbabile pallonetto. Al 37’ arriva la sfortunata autorete di Tricinelli, che infila nella sua porta un diagonale di Romagnoli. Pannozzo ci prova su punizione allo scadere, ma non serve a evitare la sconfitta. E alla prossima al «Colavolpe» arriva il Sora capolista.
Alessandra Stefanelli

VIGOR CISTERNA – MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: 1 – 0
Vigor Cisterna: Marino, Chiarucci, Iomazzo, Frattarelli, Cianfarani, Arena (1’st Magni), Tornatore (24’ st Chiaraviglio), Frasca, Venerelli, Garat, Fiorillo. A disp.: Leone, Onorato, Rinaldi, Di Gregorio, Campagna. All.: Campagna
Monte San Giovanni Campano: Romano, Greganti, Colò, D’Amico, Silvestri, Iori, Cucchi, Lillo, Virgili, Mandarelli (17’st Coltella), Tedeschi (27’st Virgili), Rosato. A disp.: Perna, Antonelli, D’Arpino, Ambrifi, Colella. All.: Carlini
Arbitro: Chindemi di Viterbo
Marcatori: 38’st Chiaraviglio
Note – Ammoniti Iomazzo, Garat

VIS ARTENA – TERRACINA 2-1
Vis Artena: Piccionetti, Pizzuti, Masella, Ciaciò (34’st Chianelli), Padovani, Morici, Romagnoli (40’st Moroni), Panella, Morelli, Mariani, Zanchi (32’st Somma). A disp.: Damizia, Pomponi, Maseli, Innocenzi. All.: D’este
Terracina: Cuomo, Tricinelli, Serapiglia, Cicco, Pannozzo, D’Amico, Marzano, Trillò (12’st Macchiusi), Reppucci (31’st Grandullo), Rosi, Borelli. A disp.: Fusco, La Cava, Angona, Sansò, Gravina. All.: Pernarella
Arbitro: Cesarini di Civitavecchia. Assistenti Maggiore e Martini di Albano
Marcatori: 19’pt Rosi (rig.) (T), 37’pt Romagnoli (VA), 37’st aut. Tricinelli (VA)
Note: Ammoniti Morici, D’Amico, Padovani, Panella

Lascia un commento