Sermoneta, verso la super sfida

Un campionato vive di sussulti, assoli, grandi prestazioni da incorniciare: sono questi i momenti topici di una stagione per ognuno dei partecipanti, che esulano comunque dalla reali ambizioni di ciascuno di essi. Capita poi che alcuni di questi ‘eventi’ arrivino in situazioni e contesti temporali particolari, assumendo le caratteristiche della classica ‘porta scorrevole’ che può 

Leggi tutto

Un campionato vive di sussulti, assoli, grandi prestazioni da incorniciare: sono questi i momenti topici di una stagione per ognuno dei partecipanti, che esulano comunque dalla reali ambizioni di ciascuno di essi. Capita poi che alcuni di questi ‘eventi’ arrivino in situazioni e contesti temporali particolari, assumendo le caratteristiche della classica ‘porta scorrevole’ che può improntare un’annata. Domani il girone G di Prima Categoria vedrà confrontarsi due di queste protagoniste: SERMONETA e SAN MICHELE. Abbiamo raggiunto i massimi responsabili del sodalizio gialloblu, padrone di casa… Senza dubbio il match clou della giornata: si può ritenere un ‘aut aut’, per cui una debacle allontanerebbe i sogni di gloria?

ANTONIO APRILE (presidente): « Certo, perdere in casa contro una diretta concorrente sarebbe un pessimo segnale, ma non credo che pregiudicherebbe la corsa verso la promozione: ci sono ancora sei partite decisive ».

DANTE DE SANTIS (direttore generale): « Tutti noi siamo consapevoli dell’importanza di questo match. Vincere domenica darebbe anche una carica straordinaria a tutto l’ambiente in vista del recupero di mercoledì, che prevede il derby con il Latina Scalo ».

MARCO CAMPAGNA (coach) : « Veniamo dalla bella vittoria con l’R11 Latina ed i ragazzi sono motivati: vogliamo continuare così ».

Prima il San Michele, poi il derby con il Latina Scalo: una ‘3 giorni’ in cui le energie mentali & fisiche andranno dosate…

ANTONIO APRILE (presidente): « Ho detto alla squadra di affrontare una partita alla volta. Una sfida come quella col San Michele va gestita bene e con la giusta concentrazione. I cali di tensione non devono appartenerci ».

PAOLO CARGNELUTTI (vicepresidente): « Il problema è proprio questo: dosare le energie, sopratutto a livello mentale. Quest’ultimo mese è stato impegnativo e stressante: la partita rimandata col Latina Scalo ha aggiunto tensione in tutto il gruppo; e poi giocare mercoledì pone sempre dei problemi di recupero. Dovremo essere bravi a isolare le vicissitudini ed a pensare solo ed esclusivamente alla nostra partita e al nostro risultato ».
Il club, in casa dell’R11 Latina, è tornato ad essere autorevole & graffiante: vi potete ritenere ‘sbloccati’ sia psicologicamente sia a livello di concentrazione?
MARCO CAMPAGNA (coach) : « Contro l’ R11 cercavo delle risposte positive dai miei ragazzi: posso dire con soddisfazione che tutti hanno dato il massimo, e questo al di là del risultato (comunque indicativo del modo con cui abbiamo affrontato la gara). Siamo scesi in campo con determinazione, consapevoli che un’altra battuta d’arresto in trasferta sarebbe stata una mazzata per il morale e sopratutto per la classifica. La gara però non è stata facile, al contrario di quello che può dire il risultato: il primo goal ci ha sbloccato anche dal punto di vista mentale. A proposito delle reti, vorrei fare alcune considerazioni: la prima sulla prestazione di Alessandro Coia (una tripletta in trasferta va sottolineata), così come il gol del rientrante Aquilani (dopo un lungo infortunio), per finire con il gol di Pantuso (un attaccante di grande qualità) ».

Il club è attivissimo nell’interpretare il calcio per la sua finalità di aggregazione sociale & di formazione. I vostri progetti proseguono alacremente…

ANTONIO APRILE (presidente): « Le finalità di una società come la nostra, al di là della possibilità di fare il salto di categoria, sono quelle della ‘Scuola Calcio’.Tante delle nostre energie sono rivolte proprio al settore giovanile: posso affermare con orgoglio che abbiamo fatto un grande salto di qualità, offrendo ai nostri ragazzi delle nuove strutture e dei preparatori qualificati. Tuttavia, quello che vorrei sottolineare è l’impegno di tutti noi per creare un ambiente davvero sano, dove i giovani possano crescere e maturare in serenità e sicurezza. In fondo è questa la nostra vittoria più bella ».

PAOLO CARGNELUTTI (vicepresidente): « I progetti per il futuro sono concreti e a breve. Abbiamo in programma un torneo per la Pasqua, da disputare proprio qui a Sermoneta; successivamente parteciperemo al “Torneo Roberto Clagluna” presso Camaiore; ed infine, come ogni anno, stiamo preparando il “Torneo delle Borgate” (vero fiore all’occhiello della comunità sermone tana) per la prossima estate. Dunque possiamo ritenere il nostro un cantiere in movimento ».

Ago Madonna

Lascia un commento