Lo ScauriMinturno è tornato a brillare

Lo Scauri Minturno è definitivamente tornato. La crisi dei due soli punti conquistati in nove incontri di campionato più l’eliminazione in Coppa Italia per mano del La Sabina, sono soltanto un lontano ricordo per la formazione del presidente Giuseppe Chianese che nonostante il periodo difficile ha continuato ad avere fiducia del tecnico, Francesco Sessa. L’allenatore, 

Leggi tutto

Lo Scauri Minturno è definitivamente tornato. La crisi dei due soli punti conquistati in nove incontri di campionato più l’eliminazione in Coppa Italia per mano del La Sabina, sono soltanto un lontano ricordo per la formazione del presidente Giuseppe Chianese che nonostante il periodo difficile ha continuato ad avere fiducia del tecnico, Francesco Sessa. L’allenatore, ex Castelforte, ha saputo ritrovare lo spirito di gruppo, la condizione fisica e le motivazioni necessarie che sono servite alla sua squadra per riprendere quella marcia travolgente di metà campionato che aveva portato i rossoblu a ridosso delle posizioni di testa.
L’undici tirrenico è infatti in serie positiva da ben tre turni di campionato.

DIFESA DI FERRO – Tre volte il risultato di 1-0 è stato il marchio di fabbrica dello Scauri Minturno nelle ultime uscite. Uno Scauri Minturno che è passato due volte in trasferta in casa di Bellegra e Paliano e non ha avuto problemi neanche al Carafa del fanalino di coda del campionato, l’Arce. La squadra si è ritrovata sotto il profilo del gioco ma decisiva, per il tecnico Francesco Sessa, è sicuramente l’assenza totale di squalifiche ed infortuni che ha permesso all’ambiente di lavorare serenamente e ritornare quindi alla vittoria.

TANTE SODDISFAZIONI – «Noi vogliamo toglierci tante soddisfazioni da qui alla fine del campionato – afferma il diesse Andrea Cogliandro – Il nostro obiettivo è di arrivare a 45 punti nelle prossime tre partite. Non è presunzione, anzi, ci giochiamo questo campionato alla grande perchè sappiamo di poter contare su un gruppo di ragazzi stupendi guidato da uno staff competitivo. Possiamo giocarcela con chiunque e lo abbiamo dimostrato già all’andata. Per questo finale di stagione vogliamo diventare la migliore pontina nella classifica finale».

Marco Iannotta

Lascia un commento