Il San Michele perde l’occasione per la fuga

Pari e patta nel giro di cinque minuti: il big match del «Comunale» di via Ungaretti tra il San Michele e l’Hermada finisce 1-1 grazie alle reti di Rossi al 14’ e di Proia al 19’. Il risultato di parità, tutto sommato, rispecchia l’andamento di una gara dagli alti toni agonistici in cui gialloverdi e 

Leggi tutto

Pari e patta nel giro di cinque minuti: il big match del «Comunale» di via Ungaretti tra il San Michele e l’Hermada finisce 1-1 grazie alle reti di Rossi al 14’ e di Proia al 19’. Il risultato di parità, tutto sommato, rispecchia l’andamento di una gara dagli alti toni agonistici in cui gialloverdi e rossoblu dimostrano di equivalersi. Come si sapeva sin dalla vigilia, però, l’1-1 è proprio l’unico risultato che non serve a nessuno, se non a Sa.Ma.Gor. e Sermoneta, tornate rispettivamente a meno uno e meno tre dalla vetta (e con una partita ancora da recuperare).

CRONACA – Sin dalle prime battute il match è acceso e vibrante: entrambe le squadre rompono subito gli indugi dimostrando di essere scese in campo senza fare calcoli e con l’intento di portare a casa i tre punti. La prima sortita offensiva è dei padroni di casa: dal cerchio del centrocampo Rango apre per Palmacci, che prende il tempo a Rossi, entra in area ma conclude alto sopra la traversa. Cinque minuti più tardi arriva la risposta ospite: da calcio piazzato Rossi pesca sul secondo palo Parolisi, che però di testa non trova l’angolino. Dopo centoventi secondi però l’Hermada sblocca il risultato, sempre su calcio di punizione, con lo stesso Rossi (favorito dalla decisiva dalla barriera). Ma la risposta del San Michele non si fa attendere: al 16’ Proia si invola sulla sinistra, arriva sul fondo e crossa al centro per Santoni che però calcia letteralmente addosso a Carbone.

PROIA PORTA IL PARI – Al 19’ il San Michele agguanta il pari con un magistrale calcio di punizione a giro del solito Proia, il quale dai diciotto metri scavalca la barriera e mette la sfera sotto l’incrocio dei pali. Una volta ristabilita la parità, la gara si gioca prevalentemente nella zona centrale del campo. Alla mezzora il direttore di gara, Ricci di Tivoli, espelle per proteste (e per placare gli animi sulle due panchine) il direttore sportivo gialloverde, Davide Trovò, e il tecnico degli ospiti, Dario Lauretti, costretto così a seguire il resto del match dalla tribuna. Al 39’ l’Hermada si rende di nuovo pericoloso: Cannarella serve in area Del Monte, che lascia partire un tiro-cross su cui interviene Bulboaca che anticipa Colafrancesco al momento della battuta.

NELLA RIPRESA EQUILIBRIO – Ad inizio ripresa, mister Lauretti prova a cambiare qualcosa in attacco gettando nella mischia prima Di Rocco (per Parolisi) e poi Beltramini (che rileva l’ex Palluzzi). Al 56’ Palmacci, altro ex della partita, si destreggia al limite dell’area avversaria, ma conclude troppo centralmente per impensierire Carbone. Sessanta secondi dopo arriva il momento di Senesi che subentra a Forzelin. Passano due minuti e l’Hermada va vicinissimo al vantaggio: sugli sviluppi di una rimessa laterale, dopo una serie di rimpalli, la sfera arriva a Cannarella, che dal vertice destro dell’area di rigore lascia partire un potente destro che si stampa sul montante alla destra di Pepe. Al 70’ Bulboaca spaventa Carbone con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner di Palmacci. Un minuto più tardi mister Giovannelli avvicenda Critelli con Santoni e all’81’ risistema i suoi con un vero e proprio 4-2-4 inserendo Bologna per Coletta. All’86 Senesi impegna Pepe con un bolide dai sedici metri. Al novantesimo l’arbitro manda negli spogliatoi con qualche minuto di anticipo Del Monte, colpevole di aver bestemmiato. Prima del triplice fischio, che sancisce il quarto pari interno nelle ultime cinque uscite per il San Michele e il sesto risultato utile consecutivo in uno scontro diretto per l’Hermada, c’è giusto il tempo per Di Rocco di provare a risolvere la partita con un calcio di punizione dal vertice sinistro messo però in fallo di fondo dalla barriera.

Simone D’Arpino

SAN MICHELE – HERMADA 1-1
San Michele: Pepe, Mancini A., Gigli, Bulboaca, Ciampini, Coletta (36’st Bologna), Sarra, Rango, Santoni (26’st Critelli), Palmacci, Proia. A disp.: Vergara, Riello, D’Amico, Pozzobon, Montin. All.: Giovannelli.
Hermada: Carbone, Parolisi (5’st Di Rocco), Rossi, Sellaroli, Forzelin (12’st Senesi), Cannarella, Coccia, Bruni, Colafrancesco, Del Monte, Palluzzi (10’st Beltramini). A disp.: D’Emilio, D’Inca, Isotton, Silvaggi.
Arbitro: Ricci di Tivoli.
Marcatori: 14’pt Rossi, 19’pt Proia.
Note – espulsi: il direttore sportivo del San Michele, Davide Trovò, e il tecnico dell’Hermada, Dario Lauretti, al 30’pt e Del Monte al 44’st per bestemmia; ammoniti: Mancini A., Coletta, Rango (SM), Bruni, Del Monte, Di Rocco (H).

Lascia un commento