Terracina cerca pace

Potrebbe essersi conclusa l’ennesima telenovela in casa Terracina. Conclusa però non sarebbe il termine adatto visto che al Colavolpe la situazione è sempre poco chiara. Anni fa proprio la riacquisizione del proprio campo di gioco sembrava chiudere definitivamente i problemi in casa biancazzurra per poter ripartire con progetti seri. Anche in estate con la nuova 

Leggi tutto

Potrebbe essersi conclusa l’ennesima telenovela in casa Terracina. Conclusa però non sarebbe il termine adatto visto che al Colavolpe la situazione è sempre poco chiara. Anni fa proprio la riacquisizione del proprio campo di gioco sembrava chiudere definitivamente i problemi in casa biancazzurra per poter ripartire con progetti seri. Anche in estate con la nuova società di zecca sembrava esser finito il buio per giocatori e tifosi tigrotti ed invece la situazione è sempre la stessa, confusa.

LA PROTESTA DI DOMENICA – Domenica a Frascati il Terracina si è presentato con la juniores in protesta al mancato appoggio della società. In settimana invece almeno questa sitauzione sembra essere rientrata anche se a livello societario non si è capito ancora molto. Si parla ancora del presidente De Filippis anche se qualche mese fa sembrava avesse passato definitivamente testimone alla coppia Minchella-Riccardi. Queste le parole dei possibili nuovi presidenti tigrotti solo poche settimana fa, sicuri del passaggio di proprietà: «Nelle nostre intenzioni c’è il coinvolgimento della città. Ci sono alcuni imprenditori locali disposti a dare una mano». Ora in casa biancazzurra resta la confusione per un futuro mai certo e sempre poco stabile. Pernarella però dovrebbe esser tornato al suo posto in panchina così come i suoi ragazzi, ora bisognerà solo attendere novità da parte della dirigenza.

Lascia un commento