Aprilia, prenditi il primato

Il bersaglio è proprio lì, ad un solo passo. L’Arpilia affronta in casa l’Astrea, squadra strapazzata con un sonoro 4-0 all’andata, quando la cura di Ezio Castellucci aveva ormai attecchito sulle rondinelle rendendo la macchina da guerra biancoazzurra pressoché inarrestabile. Quattordici vittorie incastonate nel gioiellino che adesso sogna il primo posto in classifica, assaporato per 

Leggi tutto

Il bersaglio è proprio lì, ad un solo passo. L’Arpilia affronta in casa l’Astrea, squadra strapazzata con un sonoro 4-0 all’andata, quando la cura di Ezio Castellucci aveva ormai attecchito sulle rondinelle rendendo la macchina da guerra biancoazzurra pressoché inarrestabile. Quattordici vittorie incastonate nel gioiellino che adesso sogna il primo posto in classifica, assaporato per una mezzora buona di gioco, ovvero mentre domenica scorsa il Monterotondo perdeva in casa per mano del Fidene (salvo poi ribaltare il risultato) e l’Aprilia faceva il proprio dovere battendo a domicilio il fanalino di coda Castiadas.

IL PRIMO POSTO E’ LI’ – Peccato, ma la sensazione è che l’appuntamento con il primato per Branicki e compagni sia ormai solo questione di momenti. Contro i ministeriali, dunque, l’Aprilia si gioca un’altra chance di raggiungere quel primo posto lasciato all’ultima giornata nel 2006, sperando che stavolta l’epilogo possa essere differente. Con l’Astrea c’è da cancellare quel pericoloso zero nella casella dei gol fatti nelle ultime due partite in casa e tornare quella macchina da gol che ha reso l’Aprilia di gran lunga il miglior attacco del torneo, con un occhio al proprio avversario e un orecchio proteso al poco distante campo del Cynthia, dove, in contemporanea, l’undici del baffo Giancarlo Sibilia ospiterà il Monterotondo capolista.

DUE GARE CASALINGHE – Per i biancoazzurri, dunque, la prima delle due occasioni casalinghe (la settimana prossima di rigiocherà al Quinto Ricci contro il Bacoli) per tentare l’assalto finale alla poltrona d’onore del girone G. Contro l’Astrea Castellucci dovrà però fare ancora a meno di Gentile, ma recupererà il giovane Fratangeli che tornerà ad appropriarsi della mediana insieme all’altro giovane di Lega Salese. Sui lati confermatissimi Miccichè e soprattutto Giuseppe Siclari, l’uomo più in forma del momento e capocannoniere insieme a Branicki con 11 gol segnati. In avanti dovrebbe ricomporsi la coppia Branicki-Foderaro, mentre in difesa, davanti al portiere Pergamena, spazio a Oliva, Bianchi, Pietrucci e capitan Galluzzo. Dall’altra parte un Astrea che non vince da quattro turni consecutivi e che non dovrebbe comunque costituire uno scoglio insormontabile per questo Aprilia, pronto a fare festa insieme ai propri tifosi.

Lascia un commento