Giovannelli: “Ci siamo anche noi”

IL San Michele ha raggiunto la testa della classifica in condominio con la Samagor. L’ha raggiunta giocando un secondo tempo pieno di rabbia contro il Monte San Biagio, un secondo tempo ricco di intensità con il quale ha schiantato i monticellani ben disposti nella prima frazione. Quattro gol, due legni colpiti a portiere battuto e 

Leggi tutto

IL San Michele ha raggiunto la testa della classifica in condominio con la Samagor. L’ha raggiunta giocando un secondo tempo pieno di rabbia contro il Monte San Biagio, un secondo tempo ricco di intensità con il quale ha schiantato i monticellani ben disposti nella prima frazione. Quattro gol, due legni colpiti a portiere battuto e altre occasioni da rete. Il San Michele è ritornato a vincere in casa dopo tre pareggi consecutivi.

LE PAROLE DEL MISTER – «Ho sempre sentito parlare di vittoria del campionato tra Samagor e Sermoneta – dice il tecnico Roberto Giovannelli – adesso c’è il San Michele in testa al raggruppamento, mi dispiace per gli addetti ai lavori che non ci avevano mai preso in considerazione. Alle statistiche e ai numeri non ho mai dato importanza, quelli che contano sono sempre i verdetti dell’ultima giornata di campionato. A me interessa la condizione fisica della squadra. Anzi, dico che il San Michele di questo momento è in crescita perché dopo aver recuperato diversi punti siamo al comando della classifica, siamo in piena lotta e non molleremo fino alla fine. Certo siamo attesi da due scontri diretti che dovremo giocare in trasferta. All’andata li abbiamo vinti entrambi, questo può essere un vantaggio in caso di arrivare a braccetto alla fine del campionato, quindi due pareggi potrebbero andare bene. Ma prima di queste sfide ci saranno partite che reputo ancora più difficili, i campionati non si vincono negli scontri diretti, ma con le squadre di seconda e terza fascia. Ora il mio pensiero è alla sfida di domenica a Borgo Bainsizza, contro una squadra che non merita l’attuale classifica. Il tecnico Francesco Consoli è un grande motivatore, ci aspetta una gara molto difficile. In questo momento della stagione le chiacchiere stanno a zero, dobbiamo pensare solo a noi stessi e a lavorare con grande impegno e sacrificio. Su questo non ho alcun dubbio, perché ho a disposizione un gruppo serio e molto unito, con una società che c’è sempre più vicina»

Lascia un commento