Bella Farnia, che impresa in Coppa!

PRATICAMENTE perfetto per almeno quarantacinque minuti di gioco. Il Bella Farnia mette una pesante ipoteca sul passaggio del turno battendo con un sonoro 5-2 casalingo la Junior Portuense nell’andata delle semifinali di Coppa Lazio. Una risultato che fa partire con i favori del pronostico la formazione allenata da Iannarilli in vista del ritorno in programma il 23 marzo prossimo, 

Leggi tutto

PRATICAMENTE perfetto per almeno quarantacinque minuti di gioco. Il Bella Farnia mette una pesante ipoteca sul passaggio del turno battendo con un sonoro 5-2 casalingo la Junior Portuense nell’andata delle semifinali di Coppa Lazio. Una risultato che fa partire con i favori del pronostico la formazione allenata da Iannarilli in vista del ritorno in programma il 23 marzo prossimo, anche se i romani hanno dimostrato di poter colpire in ogni momento grazie ad una buona organizzazione di gioco e tanta grinta. Ma il Bella Farnia ammirato ieri davanti al folto pubblico dell’Adolfo Nalli si è dimosrato una macchina perfetta (o quasi), che, quando lasciata libera di giocare può davvero far male. Il resto lo hanno fatto gli uomini di maggiore qualità: Di Raimo e Cerrocchi, pressoche imprendibili lì davanti e sostenuti dall’ottimo impianto di gioco allestito da Iannarilli, ovvero un centrocampo a rombo con Saud e Conti sugli esterni, Santini vertice basso e Cracium a sostegno delle punte. Unica pecca, in un mercoledì comunque da incorniciare, due gol (evitabili) presi su palla inattiva e il bruttissimo infortunio a Ceretta, che nel primo tempo ha dovuto lasciare in campo in ambulanza per una probabile frattura alla tibia.

LA CRONACA – Ma andiamo con ordine. I biancoverdi partono subito fortissimo: pressing alto e immediata ricerca della profondità Al 9’ il primo lampo corrisponde con il gol. Bovolenta lancia lungo dalla destra. Di Raimo stoppa di petto addomesticando la sfera al limite dell’area, fa perno sul marcatore e lascia partire un destro imprendibile per Pacella. Il gol non sazia il Bella Farnia e Peppe Di Raimo, che al 20’ è ancora protagonista. L’attaccante va a recuperare una palla impossibile sulla linea di fondo, fa fuori Fois con una finta e poi mettea al centro. Cracium tira a botta sicura, Pacella si supera ma la palla rimane lì. Irrompe Attivani che spara a rete, ma sulla linea Pietrini salva ancora tutto, non è finita. La sfera esce dall’area e da trenta metri arriva Conti che con un poderoso destro al volo stavolta fa 2-0. La Junior Portuense è un pugile messo all’angolo che non sa come uscire, mentre il Bella Farnia gioca sul velluto. Al 35′ arriva il meritato 3-0 con un’azione perfetta: Bovolenta lancia sulla destra Cerrocchi che scatta sul filo del fuorigioco, guadagna il fondo e poi crossa al centro basso per Di Raimo che di piatto mette a segno la sua doppietta personale. Solo al 37’ si vede la prima occasione per i romani: angolo di Cecati, testa di Fois e miracolo di Zanutto che devia in angolo. Una prima avvisaglia di quello che accadrà nel secondo tempo.

LA RIRPESA – Nella ripresa, infatti, succede l’imponderabile. Dopo un gol divorato da Di Raimo, che si fa parare un gol già fatto da Pacella la Junior Portuense si fa sotto nel giro di 6’ con la doppietta di Fois, con entrambi i gol arrivati sugli sviluppi di una palla inattiva. Un «uno-due» che avrebbe steso un toro, ma non il Bella Farnia di ieri. Immediata, infatti, arriva la reazione dei biancoverdi. Al 10’, su una palla lunga di Santini, gli ospiti sbagliano il fuorigioco, Cerrocchi si inserisce come un falco e davanti a Pacelli lo supera con un sontuoso pallonetto. Ma il 4-2 non basta. Al 12’ grossa occasione per Cracium, che, a due passi dalla porta, centra in pieno Pietrini su una palla non trattenuta dal portiere su tiro di Saoud. Al 24’ il gol del pokerissimo. Su un lancio lungo si avventa alla disperataCerrocchi, bravo a trattenere la palla sul fondo del campo da sinistra e poi mettere a segno un gol da posizione impossibile, beffando con un esterno destro velenosissimo il non impeccabile Pacella. E’ l’apoteosi al Nalli, anche se i romani si fanno vivi subito dopo spaventando Zanutto con una doppia opportunità sull’asse Tuzzi-Tombesi.

PECCATO NEL FINALE – Nel finale, con gli ospiti scoperti, il Bella Farnia può chiudere, ma manca la lucidità e la fortuna nelle occasioni capitate a Cracium, Santini e Saoud. Ma va bene così. L’appuntamento con la storia, infatti, è lì ad un passo, distante solamente novanta minuti, tutti da giocare tra quindici giorni sul caldissimo campocapitolino.

BELLA FARNIA – JUNIOR PORTUENSE 5-2
Bella Farnia
: Zanutto, Bovolenta, Attivani, Santini, Caccavale, Ceretta (28’pt Sciuto), Saoud, Conti, Di Raimo (30’st Toselli U.), Cracium, Cerrocchi (25’st Tabanelli). A disp.: Cifra, Passini, Toselli L., Rossi. All.: Iannarilli
Portuense: Pacella, Fois, Paolì, Di Stefano, Ferrin, Pietrini (24’st Tombesi), Cecati, De Luca, Acerbi (24’st Tuzzi), Ceneroni, Gambini. A disp.: Troiani, Cuccitto, Bianchi, Orecchioni. All.: Corbo
Arbitro: Iacovacci di Latina coadiuvato da Campana e Donati di Latina
Marcatori: 9’pt e 35’pt Di Raimo, 20’pt Conti, 2’st e 9’st Fois, 10’st e 24’st
Cerrocchi
Note – Ammoniti: Cracium, Santini, Di Stefano, Acerbi

Lascia un commento