Lo Sporting Terracina continua a sorprendere

E’ senza dubbio una delle più belle sorprese del girone N di Seconda categoria. Con la vittoria ottenuta domenica scorsa in casa contro il Faiti, lo Sporting Terracina ha superato il Borgo Grappa, attestandosi al terzo posto della classifica. Senza prendere gol da quattro partite, la formazione di mister Riccardi è probabilmente la squadra più 

Leggi tutto

E’ senza dubbio una delle più belle sorprese del girone N di Seconda categoria. Con la vittoria ottenuta domenica scorsa in casa contro il Faiti, lo Sporting Terracina ha superato il Borgo Grappa, attestandosi al terzo posto della classifica. Senza prendere gol da quattro partite, la formazione di mister Riccardi è probabilmente la squadra più informa del momento.

IL CREDO DELLO SPORTING – «Un risultato frutto di un ‘credo’ che ci sta accompagnando dall’inizio di questa stagione – spiega il presidente dei terracinesi Massimo Caringi – Penso che l’aver scelto un gruppo interamente di Terracina stia dando i frutti sperati. La squadra è cementata e in queste categorie lo spogliatoio e l’unità di intenti possono fare davvero la differenza. Visti i tantissimi infortuni subiti, onestamente, non mi aspettavo di stare lì. Senza rientrare Caringi, Severini, Mandatatori e Braga (che si è infortunato nell’ultima partita) stiamo tenendo botta, riuscendo a rimanere lì».
Ed il secondo posto del Vallemarina, prossimo avversario dello Sporting, non è poi un’utopia così remota. Vincendo a Monte San Biagio, infatti, il team di Riccardi si porterebbe a -6. Insomma, un pensierino a quel sogno chiamato Prima categoria si può anche azzardare: «Io ci credevo all’inizio della stagione e ci credo tuttora – continua Caringi – Penso, però, che la differenza tecnica tra noi e il Vallemarina sia tanta. Una squadra come quella di mister Bracciale proviene da due sconfitte consecutive e credo proprio che non voglia ripetersi per una terza volta. Ad ogni modo andremo lì per giocarcela fino alla fine, come faremo in tutte le gara da qui al termine del campionato e con un Severini in più, visto che il bomber principe del nostro mercato tornerà finalmente a disposizione dopo il lungo infortunio subito proprio all’andata con il Vallemarina».

LA LINEA VERDE – Una squadra giovane e dalle ottime prospettive. Se non dovesse essere quest’anno quello buono per la promozione, ci sarà da aspettarsi uno Sporting Terracine in pole position per la corsa al primato nella prossima stagione: «Certamente sì – conclude Caringi – Con un paio di ritorni importanti e confermando questo gruppo saremo pronti a competere per il grande salto».

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento